TORINO-PARMA 1-1, IL TABELLINO, GLI HIGHLIGHTS, LA CRONACA DI FRANCESCA DEVINCENZI E IL VIDEOCOMMENTO DI PAPIRUS

20 Giu 2020, 21:00 7 Commenti di

TORINO-PARMA 1-1, CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS

torino-parma 20 06 2020

TORINO-PARMA 1-1 – IL TABELLINO

Marcatori: 15′ Nkoulou, 31′ Kucka

TORINO – Sirigu; Izzo, Belotti (Cap.), Zaza, Edera (38′ st Lukic), Berenguer (23′ st Aina), Meité, De Silvestri, Nkoulou, Bremer, Rincon. All. Longo
A disposizione: Ujkani, Rosati, Lyanco, Singo, Greco, Millico, Ghazoini, Djidji, Celesia, Adopo.

PARMA – Sepe; Iacoponi, Cornelius, Kurtic, Scozzarella (25′ st Hernani), B. Alves (Cap.), Gervinho (28′ st Caprari), Gagliolo, Kucka (40′ st Brugman), Darmian (40′ st Laurini), Kulusevski. All. D’Aversa
A disposizione: Colombi, Radu; Dermaku, Regini, Karamoh, Barillà, Sprocati.

Arbitro: Sig. Massimiliano Irrati della Sezione A.I.A. di Pistoia

Assistenti: Sigg. Rodolfo Di Vuolo di Castellammare di Stabia e Valentino Fiorito di Salerno

IV Ufficiale: Sig. Daniele Minelli di Varese

V.A.R.: Sig. Davide Massa di Imperia

A.V.A.R.: Sig. Alessandro Lo Cicero di Brescia

Ammoniti: Iacoponi, Brugman; Rincon

Calci d’angolo: 5-2.

Recupero: 0’+3’

TORINO-PARMA 1-1, LA CRONACA DI FRANCESCA DEVINCENZI

francesca devincenzi(Francesca DeVincenzi da ParmaPress24) – Un punto per parte. Parma e Torino allo stadio Olimpico Grande Torino si dividono la posta in palio, nel silenzio a cui non ci vogliamo abituare, tra gambe pesanti e idee confuse. E’ estate, in una stagione normale sarebbe l’ultima settimana prima del ritiro, o forse, la prima dello stesso, tra amichevoli leggere e carichi pesanti. In una stagione normale si starebbero giocando gli europei. Ma il coronavirus ha sparigliato le carte, e si gioca sotto un calco inusuale per la serie A. Le idee sono appannate, si torna in campo dopo tre mesi.

Lo spettacolo non è bello, anche se il calcio è mancato così tanto che ci si accontenta. Il Toro colleziona forse più occasioni, negli sprazzi di luce e gioco tra tanto nulla, il Parma, cinico, recupera lo svantaggio, si salva su Edere e su un rigore.

Accontentiamoci. Non ci sarà nulla di normale in ciò che rimane di questa stagione.

PARTITA – Si parte, anzi si riparte. Ed è un nuovo inizio, mistico, emozionante, diverso, sempre partenza e mai arrivo. La Serie A riparte da Torino, e, il Parma, che aveva chiuso con quella gara surreale contro la Spal, è la prima squadra a scendere in campo e confrontarsi con questo nuovo calcio, senza tifosi e senza, quasi, giornalisti.

In campo in nome della sicurezza, in campo con un minuto di silenzio in avvio: per le vittime, per chi non ce l’ha fatta e per chi ha perso qualcuno o tutto.

La partenza è falsa, ancora, surreale e assurda: palla sgonfia, tutto da rifare. I ritmi in campo sono lievi, leggeri, come fosse un’amichevole estiva, più consona al calendario solare.

Parte meglio il Toro, il Parma è tutto in qualche tentativo, modesto, di Kulusevski. Al quindicesimo il vantaggio dei padroni di casa: angolo conquistato dall’ex Edera, corner  destro di Berenguer, stacco di testa di Nkoulu che sbuca da dietro, sfugge a Darmian e insacca di testa. 

E’ il quindicesimo, e il gioco si fa duro. Il Parma si sveglia al 25esimo, costringendo Nkoulu a un colpo di testa rischioso, miracolo di Sirigu in angolo. Al 31esimo il pareggio: azione di Gervinho da sinistra, palla in mezzo, batti e ribatti, sembra una giocata stregata ma Kuco la striga e insacca. Uno a uno. 

Segue qualche timido assalto del Toro e tanto possesso palla ducale: ritmi blandi, tutti negli spogliatoi.

RIPRESA – Pronti, via, e il Parma cerca di complicarsi la vita: azione insistita del Toro, Sepe para, sulla ribattuta va Edera che cade a contatto tra Sepe e Iacoponi. Per Irrati è rigore, e ammonizione per il difensore ducale. Il portiere, però, non ci sta e pare il penalty al Gallo Belotti. 

Sulla partita pesano il caldo e il lungo stop: Kucka accusa alcuni acciacchi, Darmian prende un pestone, l’andamento è lento e blando. Il Parma ci prova da fuori: è il 67, ci prova Kulu, grande assente fin li, Sirigu respinge.

D’Aversa cambia, in mischia Hernani e Caprari per Scozzarella e Gervinho, ma è il Toro che con un cross di Aina, appena entrato, sfiora il vantaggio con Edera. Ancora Toro, Belotti per De Silvestri, taglio dentro ma Gagliolo intuisce e salva.

Girandola dei campi, spazio a Laurini e Brugman per Darmian e Kuco, le gambe sono pesanti, le idee confuse. I minuti di recupero, tre. Ma non servono a nessuno, vince la stanchezza, vince la paura di farsi male.

Ai punti avrebbe forse meritato di più il Toro, quanto a occasioni create e sciupate, al Parma il merito di aver recuperato e salvato un rigore.

Resta il silenzio assordante: quello della gara senza pubblico, quello dei morti che il Coronavirus si è portato via e nessun minuto di silenzio ridà. Francesca DeVincenzi (da ParmaPress24)

papirus ultra

BENTORNATA SERIE A! UN PUNTO D’ORO DA PORTARE A CASA

Video Papirus Ultra

News

Autore

Stadio Tardini

7 Commenti a “TORINO-PARMA 1-1, IL TABELLINO, GLI HIGHLIGHTS, LA CRONACA DI FRANCESCA DEVINCENZI E IL VIDEOCOMMENTO DI PAPIRUS”

  1. Luca says:

    Classica partita alla D’Aversa: alcuni spunti buoni, altri proprio pessimi. Nel complesso bene non aver perso http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  2. Gaio1974 says:

    Non ci credo! Non scrive nessuno? Mi aspettavo la solita siepe di mezze bestialità e invece niente?
    Vabè… scriverò io. Da mì c’me un ca’.

    Prologo: che tristezza! Ma non la partita, che alla fine non è stata neanche male, ma il contesto. Si è voluto finire per forza, uno stadio vuoto è una cosa che “immagona”.

    Partita: 1-1 va bene, ai punti meritavano loro.
    Potevamo osare forse di più alla fine, c’è una regola non scritta che dice che se gli altri sbagliato 3 mostruose palle gol per raddoppiare, allora il destino ha deciso che dovevi vincere tu.
    Ma ripeto: va bene. Un punto utilissimo.
    E complimenti a Sepe, migliore in campo.

  3. Joe dimaggio says:

    Bravo gaio, dai un calcio alla siepe e ne saltan fuori 100 come te (cit)

  4. Joe dimaggio says:

    Io aspetto che parta la campagna del pomidoro , poi comnento

  5. Davide says:

    Joe ormai ci siamo. Anche se continuo a vederli indietro di sicuro hanno piocionato sul sisso durante il “locdaun”.

  6. Joe dimaggio says:

    +sesso – sisso

Commenta o rispondi (ricorda il numero di verifica)

http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_scratch.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cool.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_heart.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_rose.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_smile.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_whistle3.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yes.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cry.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_mail.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_sad.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_unsure.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wink.gif