FAGGIANO: “DISAPPUNTO PER LE VALUTAZIONI DI CERTI EPISODI DOPO IL LOCKDOWN: DATO TROPPO RILEVANTE PER ESSERE SOTTOVALUTATO”

06 Lug 2020, 15:00 4 Commenti di

faggiano parma al telefono x pasqua

(www.parmacalcio1913.com) – All’indomani della gara contro la Fiorentina, il Ds crociato Daniele Faggiano ha fatto il punto della situazione attraverso il sito ufficiale crociato.

Siamo molto dispiaciuti e arrabbiati per le ultime sconfitte. Soprattutto se consideriamo il fatto che, tolto il primo tempo di ieri, la squadra ha tenuto testa a tutti e avrebbe meritato sicuramente qualcosa di più. Ma per questo continueremo a lavorare ancora con maggiore forza e convinzione: l’obiettivo stagionale – ovvero la salvezza – è vicino, lo vogliamo raggiungere il prima possibile e continuare a lottare su ogni pallone di ogni partita per cercare di fare risultato ogni volta che scenderemo in campo. La voglia di crescere e di raccogliere più punti possibili è quella che ci spinge ogni giorno a lavorare anche sui nostri errori, e a non adagiarci sui risultati raccolti fino ad ora.
Non possiamo però non esprimere il nostro disappunto di fronte alle valutazioni di una serie di episodi che si sono verificati sia nella nostra area di rigore che in quelle avversarie, soprattutto nelle cinque partite disputate dopo il lockdown. Non è mia intenzione analizzarli uno ad uno, ed è giusto anche accettare l’eventuale errore. Sbagliamo tutti, siamo esseri umani: posso sbagliare io a volte ad acquistare un giocatore, può sbagliare l’attaccante davanti alla porta o il difensore in marcatura. È fisiologico anche l’errore di un arbitro. Nessuna dietrologia, e serve maggiore attenzione da parte nostra. Il dato però inizia a essere troppo rilevante per essere sottovalutato.
Qui nessuno ha mollato o ha intenzione di mollare. Continueremo fino a fine campionato a versare tutto il sudore che abbiamo in allenamento e a gettare il cuore oltre l’ostacolo in partita. Speriamo che tutto questo sia accompagnato dal rispetto e dall’attenzione di tutte le componenti, sia nei nostri confronti che nei confronti degli avversari”.

In Evidenza, News

Autore

Stadio Tardini

4 Commenti a “FAGGIANO: “DISAPPUNTO PER LE VALUTAZIONI DI CERTI EPISODI DOPO IL LOCKDOWN: DATO TROPPO RILEVANTE PER ESSERE SOTTOVALUTATO””

  1. Velenoso il valore aggiunto del sito fin dal lontano 2012. says:

    Ma non hanno più voglia di lottare di correre di sudare.
    Scusatemi, sarò logorroico, sarò pesante, ripeterò
    sempre n le stesse cose, questo lo so e lo ammetto ma
    NON MI VA PROPRIO GIU’
    dinvedere con questa afa, con questo caldo, con questo forno
    un giocatore come GERVINHO. coprirsi la testa con
    una fascia di lana a mo di cappello quando tutti. se potessero,
    si toglierebbero perfino i capelli.
    Ecco questo DA UN PROFESSIONISTA non lo tollero e non.lo giustifico.

  2. Lorenzo Tortelli says:

    Sig.Faggiano invece di tergiversare sul vero PROBLEMA,
    che tutti sanno ma tacciano, (il non avere giocatori VENDIBILI),
    si concentri sulla nuova campagna acquisti.
    O sarà semplicemente un copia e incolla dell’anno scorso?……
    Perché la storiella “ricordiamoci da dove siamo venuti” la “fiachè”.
    E oramai dopo un paio di anni di A forse forse….
    sarebbe ora di darsi da fare….

  3. Luca says:

    Parole di circostanza. Il campo dice che abbiamo mollato sia psicologicamente che fisicamente. Ma capisco che un dirigente deve metterci la faccia e dire altro.

  4. Stefano says:

    Beh, di circostanza fino a un certo punto : i ragazzi e il mister ci avevano fatto la bocca dolce all’idea di poter competere per l’Europa League e le 2 sconfitte con Inter e Verona (con la vittoria del Milan all’Olimpico) hanno fatto precipitare a terra i sogni di gloria e il morale dei nostri. Da lì, forse, arriva il primo tempo orrido di Parma Fiorentina (la mente fa tanto, se non sei motivato anche le gambe non vanno). Adesso serve focalizzare bene l’obbiettivo : può essere l’ottavo posto, ma vanno rimotivati i ragazzi, spiegandogli i vantaggi per la prossima stagione se si arriva ottavi.