A COLLECCHIO LA RIPRESA CON I TRE NUOVI

Al Centro Sportivo già in campo Modesto, Palladino e Calvo, domani tornano anche Dzemaili, Paletta e Pisano. Lucarelli, un petardo da Daspo… GUARDA LA FOTOGALLERY AMATORIALE
Modesto e Palladino, arrivano a Collecchio con Valiani e MiranteFinite le vacanze di Natale che – come ha ricordato l’allenatore Pasquale Marino a Roberto Bottarelli di è tv sono durate solo una settimana e non due – il Parma oggi ha ripreso i lavori al Centro Sportivo di Collecchio, con i tre “regali” di Leonardi (“Grazie Pietro”, direbbero in Piazza), ovverosia Modesto, Palladino e Calvo, già in servizio permanente effettivo. A proposito di doni: domani è il compleanno dell’Amministratore Delegato e si è incaricato di prendergliene uno Alessandro Lucarelli:“Direttore, vuole un regalo?” “Lascia stare, che se te ne occupi tu chissà che cosa mi porti”, gli ha risposto, più o meno (abbiamo un po’ edulcorato…) il Plenipotenziario. Precedentemente il vice-capitano, più in clima di capodanno che non di Natale, aveva fatto esplodere un petardo (anzi, una vera e propria bomba carta) all’esterno della Palazzina, che meriterebbe di essere punita con il Daspo

bombacarta di LucarelliI giornalisti, i quali, dopo aver ascoltato Marino, erano usciti dalla struttura e sostavano sul marciapiede a bordo campo, dopo la deflagrazione, hanno subito accusato disturbi all’udito e meditato di farsi visitare al pronto soccorso, al fine di avere una prova documentale per rimpinguarsi il conto in banca. Le prove fotografiche sono dell’ottimo Marco Vasini, che è riuscito ad immortalare in sequenza l’accensione della miccia da parte del Fratello d’arte. Noi, invece, siamo riusciti a riprendere il fumo, ma non l’arrosto… Superato parma al lavoro a collecchioil trauma uditivo abbiamo lo stesso potuto seguire i primi passi dei nuovi arrivati (ed anche dei vecchi, tranne Antonelli e Paloschi, già appannaggio del Genoa), impegnati dapprima nel torello, e poi nelle corse di riscaldamento, quindi in qualche breve esercitazione propedeutica all’allenamento con la palla, con l’allenatore pronto a richiamare l’attenzione dei suoi fin dalle prime battute, con interruzione del gioco e spiegazioni a gran voce. Prima di dirigere la seduta Marino aveva incontrato in sala stampa i giornalisti, marino conferenza stampa di ripresadimostrandosi assai gioviale (ha messo in vendita al miglior offerente anche il Bianco, il direttore di Collecchio, e sé stesso – “se fosse possibile il mercato e degli allenatori e se qualcuno ci cascasse” – per dimostrare che non esistono incedibili. Per la cronaca la domanda era su Bojinov…). A proposito dei nuovi arrivati si è dimostrato soddisfatto, specie per Palladino, il quale, a suo dire, potrebbe disimpegnarsi, avendone le caratteristiche, sia al fianco di Crespo (ma non nel 4 4 2, come nel caso di Paloschi), sia, eventualmente, al posto dell’argentino, facendo marino dirige primo allernamento dopo natalecapire di non aver solo condiviso, ma anche approvato lo scambio. Ma la cosa che più gli fa piacere (allargando il discorso anche a Calvo e Modesto, ma anche al recupero di Galloppa) è l’incremento della competitività nel gruppo: avendo avuto di fatto gli uomini contati nell’ultimo periodo non c’era la giusta concorrenza a stimolare i giocatori, adesso, invece, non si sentirà di garantire il posto fisso a nessuno, alzando il livello di rendimento di tutti. A proposito di Antonelli e Paloschi ha espresso il suo rammarico per aver potuto utilizzare poco o niente l’attaccante poiché infortunato, ma anche l’esterno, per motivi fisici, nell’ultimo periodo non era utilizzabile con continuità. (gabriele majo)
FOTOGALLERY AMATORIALE DELLA RIPRESA DEI LAVORI DEL PARMA FC AL CENTRO SPORTIVO DI COLLECCHIO
(Cliccare sull’immagine per ingrandirla)
SAM_9651SAM_9652
SAM_9653SAM_9654
SAM_9656SAM_9657
SAM_9658SAM_9659
SAM_9662SAM_9664
SAM_9665SAM_9666
SAM_9667SAM_9668
SAM_9672SAM_9673
SAM_9674SAM_9675
SAM_9676SAM_9677
SAM_9678SAM_9679
SAM_9680SAM_9681
SAM_9682SAM_9683
SAM_9685SAM_9686
SAM_9687SAM_9688
SAM_9689SAM_9690
SAM_9691SAM_9693
SAM_9694SAM_9696
SAM_9697SAM_9698
SAM_9699SAM_9701
SAM_9702SAM_9703
SAM_9704SAM_9708
SAM_9711SAM_9712
SAM_9713SAM_9715
SAM_9716SAM_9717
SAM_9718SAM_9719
SAM_9720SAM_9721
SAM_9723SAM_9724
SAM_9725SAM_9726
SAM_9727SAM_9728
SAM_9729SAM_9730
SAM_9731SAM_9732
SAM_9733SAM_9734
SAM_9735SAM_9736
SAM_9737SAM_9738
SAM_9740SAM_9741
SAM_9742SAM_9743
SAM_9744SAM_9745
SAM_9746SAM_9747
SAM_9748SAM_9749
SAM_9752SAM_9753
SAM_9754SAM_9755
SAM_9756SAM_9757
SAM_9758SAM_9759
SAM_9760SAM_9761
SAM_9762SAM_9763
SAM_9764SAM_9765
SAM_9766SAM_9767
SAM_9768SAM_9769
SAM_9770SAM_9771
SAM_9772SAM_9774
SAM_9777SAM_9778
SAM_9779SAM_9780
SAM_9781SAM_9782
SAM_9784SAM_9785
SAM_9786SAM_9787
SAM_9788SAM_9790
SAM_9791SAM_9792
SAM_9793SAM_9794
SAM_9795SAM_9797
SAM_9798SAM_9799
SAM_9800SAM_9801
SAM_9802SAM_9803
SAM_9804SAM_9805
SAM_9806SAM_9807
SAM_9808SAM_9809
SAM_9810SAM_9811
SAM_9812SAM_9813
SAM_9814SAM_9815
SAM_9816SAM_9817
SAM_9818SAM_9819
SAM_9820SAM_9821
SAM_9824SAM_9825
SAM_9826SAM_9827
SAM_9828SAM_9835
SAM_9838SAM_9839
SAM_9840SAM_9841
SAM_9842SAM_9843
SAM_9844SAM_9845
SAM_9846SAM_9847
SAM_9848SAM_9849
SAM_9850SAM_9851
SAM_9852SAM_9853
SAM_9853SAM_9855
SAM_9856SAM_9858
SAM_9860SAM_9861
SAM_9862SAM_9863
SAM_9864SAM_9865
SAM_9867SAM_9868
SAM_9870SAM_9871

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.