C’E’ MILAN-PARMA? I BOYS ACCENDONO LA RADIO

I No-TdT crociati, cui è stata vietata la trasferta a San Siro, si ritrovano alle 17 davanti al Tardini per poi accendere i diffusori al Bar Gianni
14_01_Giuseppe_Bisantis(gmajo) – L’offerta radiofonica oggi è decisamente meno variegata rispetto a poco più di dieci anni fa, quando sullo spettro della FM si potevano trovare ben cinque diverse radiocronache locali dei crociati più Tutto il Calcio di Mamma Rai, con circa 30 frequenze occupate dal racconto delle gesta del Parma. I Boys, oggi, dovranno accontentarsi della scelta tra sole due opzioni: il racconto istituzionale della radio di Stato, che schiera per l’occasione la coppia Giuseppe Bisantis (nella foto)-Tarcisio Mazzeo, oppure il racconto della radio ufficiale, che più ufficiale non si può, dal momento che Radio Bruno affida il commento a Mario Robusti, della web tv sociale (ideatore della convenzione con Settore Crociato per la riproposizione su internet delle partite che hanno fatto la storia del Parma). Fatto sta che la civilissima forma di protesta per la mancata possibilità di assistere dal vivo a Milan-Parma non poteva essere più romantica, con il ritorno al media più popolare ed amato, la radio. (Continua all’interno)

14_03_Giuseppe_BisantisE così gli obiettori di coscienza della tessera, impossibilitati a sostenere direttamente la squadra sugli spalti di San Siro per ragioni misteriose, lo faranno virtualmente accendendo i diffusori del Bar Gianni, dopo essersi ritrovati alle 17 davanti al Tardini. Da applausi.

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.