CHI FISCHIA E’ CHI ENTRA GRATIS

Secondo il Presidente, che oggi in conferenza ha sostituito Marino (“Il miglior allenatore del mondo”), coloro che esprimono il dissenso sono i beneficiari dei 600 biglietti omaggio – Fotogallery di Jonathan Belletti ed Elisa Contini
IMG_0069(gmajo) – Siccome nelle prime cinque righe dovrebbe starci tutto, così come vuole la regola delle 5 W, inizierò confessando onestamente di non essere stato oggi a Collecchio – assente giustificato, avevo mandato la notula firmata in anticipo (sono maggiorenne, ahimè da tempo), in quanto una volta nella vita ho voluto mettere davanti la famiglia – ma di essermi fatto raccontare quasi in presa diretta dai miei fidi collaboratori e da colleghi amici presenti cosa ha detto il presidente Tommaso Ghirardi nella conferenza stampa convocata ieri per le 12.30 di oggi a Collecchio in sostituzione di quella di Pasquale Marino, oggi definito dal Pres quale miglior allenatore al mondo. La referenza? Davvero nobile: essere l’attuale tecnico del Parma, e gli avi del presidente gli hanno sempre insegnato che i propri dipendenti sono per l’appunto i migliori del mondo. L’auspicio, sincero, è che possa considerarlo tale anche dopo Parma-Fiorentina di domani. (Continua all’interno, anche con le fotogallery da Collecchio)

_MG_0122L’altro aspetto che mi ha colpito dell’omelia riguarda i presunti autori della contestazione sonora a partita in corso, identificati dal Presidente nei 500 possessori di biglietti omaggio. Ma come, già sono ospiti (io direi perfino “portoghesi”) e pure si permettono di criticare? Come si suol dire a caval donato non si guarda in bocca. Dunque se non vi piace il calcio di Marino (lo champagne lo lasciamo in frigo) abbiate almeno il buon senso di seguire l’esempio dei Boys i quali per 90’ sostengono la squadra e poi se alla fine devono esprimere le proprie perplessità lo fanno. Amen.
IMG_0075A proposito di calcio champagne: il Presidente oggi ha specificato di non aver mai utilizzato questa espressione. Però, a memoria io avevo mandato bene queste sue parole pronunziate il 10 agosto 2010, addì stadio Tardini: “Non ci basta vincere, vogliamo vincere giocando al calcio”. Come se prima si giocasse a pallanuoto. Non è per fare polemica, ma quello del bel gioco è un boomerang che è tornato indietro dopo che si era cercato in mille modi verso la fine dello scorso campionato di evidenziare quanto non fosse “arioso” quello del precedente allenatore. Situazione che certo non ha aiutato l’inserimento del nuovo tecnico arrivato con l’asticella delle aspettative particolarmente elevata, già con un fardello piuttosto pesante come eredità. Gabriele Majo
FOTOGALLERY DAL CENTRO SPORTIVO DI COLLECCHIO – GLI SCATTI DI ELISA CONTINI
_MG_0091_MG_0095
_MG_0096_MG_0100
_MG_0101_MG_0102
_MG_0105_MG_0106
_MG_0107_MG_0109
_MG_0112_MG_0113
_MG_0115_MG_0117
_MG_0118_MG_0120
FOTOGALLERY DAL CENTRO SPORTIVO DI COLLECCHIO – GLI SCATTI DI JONATHAN BELLETTI
IMG_0068IMG_0070
IMG_0071IMG_0072
IMG_0074IMG_0075

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

One thought on “CHI FISCHIA E’ CHI ENTRA GRATIS

  • 6 Febbraio 2011 in 01:10
    Permalink

    Caro Gabriele, diffondo volentieri la mail che ho indirizzato all'alba a Maria Luisa Rancati, che mi ha risposto riferirà al presidente.

    "Carissima, non sarò alla conf. stampa perchè è vigilia di partita non di primissimo piano, per le testate nazionali alle quali collaboro. Perciò non getterò benzina sul fuoco, sul parallelo con Guidolin che sai mi sta a cuore. Sul tema approvo in pieno l'editoriale del direttore di Tvparma, Andrea Gavazzoli.
    Ad ogni buon conto, vorrei solo che facessi il mio grandissimo in bocca al lupo al presidente per il finale di stagione. Serve pazienza, approvo il fatto che non sia discusso l'allenatore.
    Ammiro tanto Ghirardi per la franchezza, il carattere, in un mondo che spesso è falso. Stesso discorso per il dg leonardi.
    ripeto sempre, anche in tv di altre province, la fortuna che ha parma ad avere un presidente così appassionato e munifico. A Teleducato Piacenza, a E' tv Antenna1 (Modena), l'ho fatto anche su E'tv Rete7 (Bologna). Potrebbe battersi in città più grandi per la Champions League, invece ha scelto Parma e a vita. Va sempre e comunque ringraziato.
    è uno dei dirigenti sportivi che ammiro di più. Un caro saluto".
    Vanni Zagnoli

I commenti sono chiusi.