lunedì, Maggio 20, 2024

GHIRARDI E LA QUESTIONE ARBITRALE: DI TUTTO E DI PIU’

Dopo aver espresso nei giorni scorsi solidarietà a De Laurentiis, per il suo Napoli penalizzato dai torti, oggi, parlando in Lega ha invitato i suoi colleghi presidenti a parlare meno di arbitri…
ghirardi lega tvparma(gm) – Prosegue la settimana dialettica del presidente del Parma FC Tommaso Ghirardi: dopo gli interventi radiofonici dei giorno scorsi a Rai GR Parlamento e con la partenopea CRC, ed una breve chiacchierata con Sandro Piovani (l’unico parmigiano ad avere avuto il privilegio di una conversazione personalizzata) per la Gazzetta di Parma, oggi, come d’abitudine, si è concesso ai cronisti nel cortile della Lega Calcio, rivedendo i contenuti delle sue ultime esternazioni, in particolare quella nella quale aveva espresso piena solidarietà al presidente De Laurentiis (invitato a sedergli di fianco domenica sera al Tardini) sulla delicata questione arbitrale: “Seguo il Napoli e so che è stato penalizzato, non bisogna essere ipocriti, ha avuto degli arbitraggi che hanno condizionato i risultati dei match”. Oggi, invece, pur senza pronunciare il suo nome, ma il riferimento era più che evidente, anche considerate le domande, il Pres ha tuonato: “Mi auguro che anche i miei colleghi si mettano a parlare un po’ meno di arbitri, perché si evita eventualmente di condizionare coloro che fanno un lavoro molto difficile e che devono avere un grandissimo equilibrio ed una grande serenità, perché arbitrare oggi è molto difficile”. Insomma quella che Tv Parma ha definito una “clamorosa retromarcia”Continua all’interno

Il video e l’audio delle parole di Ghirardi sono arrivate in città proprio grazie a Tv Parma, che è riuscita ad aggirare questa sorta di silenzio stampa con i media locali del Presidente e di Leonardi (ieri, entrambi, avevano cortesemente declinato l’invito di Angella di Teleducato e degli altri cronisti pramzan presenti a Collecchio), grazie alla collaborazione in essere con l’emittente lombarda corrispondente che ha girato le immagini in Lega, che a nostra volta abbiamo registrato dal piccolo schermo per riproporle ai nostri visitatori (ci scusiamo per l’imperfetta qualità).
Il virgolettato ghirardiano riportato poco sopra era preceduto da questa introduzione: “Ho già detto 100 volte che noi abbiamo ricevuto 9 rigori contro, però non ci siamo mai lamentati”, donde il “mi auguro che anche i miei colleghi si mettano a parlare un po’ meno di arbitri, anche perché si evita di condizionare, eventualmente, coloro che fanno un lavoro molto difficile e che devono avere un grandissimo equilibrio ed una grande serenità perché arbitrare oggi è molto difficile”. Concetti già espressi anche dall’AD Leonardi il giorno prima ai microfoni di Radio Marte. Comunque, pur senza lamentarsi mai, anzi scegliendo la via del silenzio, Ghirardi è già riuscito, per sua stessa ammissione, a dire “100 volte che noi abbiamo ricevuto 9 rigori contro”, ma le parole di De Laurentiis, come è naturale che sia per il bacino di utenza della sua squadra e della attuale posizione di classifica ricoperta, hanno avuto una cassa di risonanza maggiore, sui media nazionali, rispetto ai distinguo dei nostri.

Ma al di là delle dispute verbali su rigori ed affini, domenica sera Parma e Napoli dovranno misurarsi sul campo e, come sottolineato nel servizio di Giuseppe Milano dal TG di Tv Parma di stasera, entrambe le formazioni hanno qualche problema in difesa. Campagnaro – ha specificato il conduttore di Bar Sportsi è fermato ieri e rischia di aggiungere la sua assenza a quella per squalifica di Aronica. Ma anche “il Parma non sorride viste le contemporanee assenze per squalifica di Paletta e Gobbi. Anche Lucarelli non è al top per il problema al polpaccio sinistro e sta effettuando una preparazione specifica, ma dovrebbe, fortunatamente essere a disposizione.”
“In attacco, invece, – ha proseguito Milano le due squadre saranno armate di tutto punto, da una parte Amauri, Crespo, Bojinov, Giovinco e Candreva. E non è poco rassicura Ghirardi.”

Ecco la trascrizione delle parole del Presidente sulla situazione dell’infermeria crociata: “Di attaccanti ne abbiamo tanti, e questa è la notizia migliore, perché erano lì un po’ tutti gli acciaccati, ieri sono stato a vedere l’allenamento, c’era Crespo in grande forma e questo mi conforta, perché abbiamo bisogno di Hernan, e Amauri era a parte, ancora, non so oggi come proseguirà. Però, ripeto, abbiamo Palladino che è molto in forma e soprattutto sono molto contento per la partita di Bojinov di domenica, che dopo un bel po’ di tempo ha dimostrato ancora di essere un giocatore importante”. Va specificato che il Pres le ha pronunziate nella mattinata odierna, senza, quindi, essere al corrente del bollettino emesso dopo il training di stamani che recita così: “Seduta personalizzata per Giovinco, Amauri, Nwankwo, Angelo e Marques. Ha effettuato un allenamento differenziato sul campo Alessandro Lucarelli.” Rispetto a quello emesso 24 ore prima, a parte che si sono perse le tracce di Toni Calvo, emerge che Giovinco del quale era stato comunicato il ritorno in gruppo (assieme a Crespo) ora è tornato di nuovo tra i personalizzati. Tra costoro continua a figurare anche Amauri, benché non abbia lesioni muscolari, ma solo un affaticamento come specificato nei giorni scorsi dallo staff medico, tramite il sito ufficiale. Io difficilmente credo possa essere a disposizione. Mentre “nel Napoli – come ha ricordato Milano nel Tg di Tv Parmaci saranno Cavani, Hamsik e Lavezzi : lo spettacolo, insomma, domenica al Tardini è assicurato”. Ed io aggiungerei pure il temibile ex Cristiano Lucarelli, tornato, dopo il grave infortunio, a disputare uno spezzone di partita domenica col Brescia e che quindi sarà a disposizione per la panchina. Gabriele Majo

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".