GHIRARDI SFIDA CHI IMBRATTA COLLECCHIO: “VENGA QUANDO CI SONO IO”

Sfogo del Presidente, dagli schermi di Teleducato: “Una cosa che proprio non ho digerito e non digerisco, sono le parolacce scritte al Centro Sportivo”
scritte a collecchioDurante il collegamento in diretta con Teleducato, il presidente Tommaso Ghirardi, si è scagliato con decisione contro gli autori anonimi delle scritte sul marciapiede e sui muri d’ingresso del Centro Sportivo di Collecchio: “Una cosa che non mi va bene, una cosa che proprio non ho digerito e non digerisco, sono le parolacce scritte al Centro di Collecchio. Questa è una cosa che io non condivido. Basta con scrivere queste frasi, queste parole fuori dal Centro Sportivo, e, soprattutto farlo di notte al buio. Che vadano a scriverle davanti ai giocatori queste cose. Noi sappiamo chi sono: sono sempre quei due ragazzi che vengono lì a scrivere delle parolacce. Vengano mercoledì mattina alle undici quando arrivo io, a scrivere le parolacce”.
(gmajo) – Ovviamente condivido in toto. Mi aspetterei (e del resto, inascoltato, lo avevo auspicato) analogo rigore anche per situazioni più gravi. Vedi Levico. Vedi il famoso bancale dopo Napoli.

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

3 pensieri riguardo “GHIRARDI SFIDA CHI IMBRATTA COLLECCHIO: “VENGA QUANDO CI SONO IO”

  • 4 Aprile 2011 in 22:07
    Permalink

    Stesse parole dette in precedenza a Tv Parma 🙂

  • 4 Aprile 2011 in 22:37
    Permalink

    Sì, lo so, ma per velocità di trascrizione (l'intervento su TV Parma era più lungo) ho dato la precedenza a quello di Teleducato. Ma sto facendo la trascrizione integrale anche dell'intervento precedente a Bar Sport. saluti Gmajo (ps: si firmi anche lei, però… Grazie)

  • 4 Aprile 2011 in 23:47
    Permalink

    Ed ecco (par concidio9 la trascrizione di cosa aveva detto, sullo stesso argomento, pochi minuti prima il Presidente Tommaso Ghirardi, durante Bar Sport (Tv Parma):

    "Una cosa, comunque, che non mi va giù, se devo essere sincero, che è una cosa che mi hanno comunicato, certe volgarità che sono state scritte fuori dal Centro Sportivo. Questo lo dico ai tifosi, che poi non sono tifosi, perché queste cose non si fanno. Queste cose non si fanno. Delle parolacce scritte fuori dal centro Sportivo io non le accetto. Lo dico in televisione. Io le parolacce, le volgarità fuori dal Centro Sportivo non le accetto. E invito quelli che le hanno scritte ad andare a cancellarle”.

    Saluti Gmajo

I commenti sono chiusi.