giovedì, Aprile 18, 2024

L’ENRICO BONI SALTIMBANCO BAND A CASA GHIRARDI, VIDEOCRONACA

In dodici mini-filmati amatoriali, il reportage  di stadiotardini.com  dal viaggio dei fan del bizzarro opinionista di Teleducato a Carpenedolo, Montichiari e Desenzano

19.06.2011 – La Saltimbanco Band, alias il Fan Club di Enrico Boni (appunto “Il Saltimbanco”), in partenza per il “Pellegrinaggio al Santuario Ghirardi”, alias l’abitazione del presidente del Parma FC Tommaso Ghirardi, a Carpenedolo. Sono le ore 9.30 al Parcheggio Scambiatore Ovest, ma del torpedone per il viaggio di ringraziamento non c’è alcuna traccia. Al microfono di Gabriele Majo di www.stadiotardini.com il presidente del Fan Club Lorenzo Fava non è affatto preoccupato: ha sentito il Profeta che gli ha vaticinato il suo arrivo entro un quarto d’ora. Era, infatti, appena partito da Sant’Ilario d’Enza con circa metà del gruppo di “pellegrini”. Non propriamente tutti di fede crociata, ma non sottilizziamo… E’ l’occasione per conoscere l’aliquota della spedizione radunatasi a Parma: quella che Enrico Boni definisce la meglio gioventù crociata, viene presentata a www.stadiotardini.com dal presidente Lorenzo Fava (17 anni): la maggior parte sono suoi coetanei… (www.stadiotardini.com)

ALL’INTERNO ALTRI 11 MINIFILMATI AMATORIALI DEL “PELLEGRINAGGIO” 
2)  NON SOLO MINORENNI NELLA SALTIMBANCO BAND…

19.06.2011 – La Saltimbanco Band, ovvero il Fan Club di Enrico Boni, non è solo espressione di quella che il Profeta definisce la “Meglio Gioventù Crociata”: stadiotardini.com, infatti, ha scorto anche un pellegrino un po’ più attempato. Forse, anche per questo, un po’ meno fervente nella fede per il Santone barbuto… Il Signor Manfredo, al confessionale di Gabriele Majo, ha infatti rivelato che Enrico Boni è un amico, lo ascolta per radio, “ma alle volte fa arrabbiare”. Già, alle volte… In particolare per la dottrina Marino. Ma questo è fuori-onda… (www.stadiotardini.com)

3) L’ARRIVO DEL PULLMAN COL “PROFETA SALTIMBANCO”

19.06.2011 – Ore 09.55. Al parcheggio scambiatore Ovest di Parma-Crocetta, proveniente da Sant’Ilario d’Enza, giunge il torpedone del Saltimbanco. Preceduto dal fido Domenico Di Maiolo il Santone scende dalla scaletta e saluta il “suo popolo”… (www.stadiotardini.com)

4) BONI AD ANGELLA: “GHIRARDI RICAVERA’ TANTI INSEGNAMENTI DA QUESTA SPEDIZIONE”

19.06.2011 – Prima che il pullman dei pellegrini parta verso la dimora di Ghirardi, Michele Angella di Teleducato intervista Enrico Boni: “Il Presidente trarrà tanti insegnamenti da questa nostra spedizione. Non gli faremo nessuna richiesta. Noi omaggiamo il presidente, e gli diciamo di continuare così, e soprattutto gli manifestiamo il nostro affetto, quell’affetto che in tante occasioni da Parma non arriva”. (www.stadiotardini.com)

5) CORO: “ENRICO BONI, C’S’ SOLO ENRICO BONI…”

19.06.2011 – Prima della partenza del pullman, spontaneo si leva, all’unisono un coro: “Enrico Boni, c’è solo Enrico Boni…”, intonato dalla Saltimbanco Band (www.stadiotardini.com)

6)  L’ARRIVO A CASA GHIRARDI

19.06.2011 – Puntualissimo alle 11.30, orario stabilito per l’apertura del “Santuario”, arriva il torpedone della “Saltimbanco Band”. Il presidente Tommaso Ghirardi apre le porte della sua stupenda villa, a lato dello stabilimento Leonessa di Carpenedolo ai “discepoli” di Enrico Boni. Il “Profeta” procede alle presentazioni, partendo dal presidente del suo fan club Lorenzo e dall’amministratore delegato Luca. Via via sfilano tutti i “pellegrini”… (www.stadiotardini.com)

7)  GHIRARDI, LA RASSICURAZIONE: “ME NE ANDREI DA PARMA SOLO SE MI SENTISSI SOPPORTATO”

119.06.2011 – Le porte del Santuario laico di Carpenedoolo, alias Villa Ghirardi, sono state varcate dalla Saltimbanco Band. Enrico Boni chiede a Tommaso di non lasciare il Parma. Il Pres gli risponde: “Io ho sempre detto che mi piace fare calcio e mi ritengo fortunato a fare il presidente del Parma, però non mi piace essere sopportato. Perciò nel momento in cui mi sentissi sopportato a Parma, me ne andrei. Perché siccome è un grosso sacrificio, oltre che economico anche temporale, di vita, di impegno e di stress, e allora pensare di essere sopportato facendo tutti questi sacrifici, allora uno poi smette. Questo è normale, questa è la realtà”. (www.stadiotardini.com)

8) L’EMOZIONE DEL PRES A CASA DEL PRES

19.06.2011 – Il “pellegrinaggio” al “santuario” vive il suo momento clou. L’emozione del presidente del Boni Fan Club Lorenzo Fava nella casa del “collega” Ghirardi, al microfono di www.stadiotardini.com : “Un’accoglienza magnifica, molto carina da parte sua”… (www.stadiotardini.com)

9) GHIRARDI CONSACRA: “ENRICO BONI E’ DA SEMPRE VICINO AL PARMA, VICINO ALLA SOCIETA’”

19.06.2011 – Nel “santuario ghirardiano” la consacrazione di Enrico Boni: niente di meno che al microfono della web tv ufficiale del club, il Pres “sdogana” il “Santone”: “Enrico Boni è da sempre vicino al Parma, vicino alla Società. E’ una bella sorpresa: mi fa piacere che sia venuto con il suo gruppo a casa mia a trovarmi”. Mario Robusti, inviato di fcparma.com, ne approfitta per chiedere al Presidente del Parma anche qualcosa di stretta attualità: “Cosa si aspetta in questo periodo?” Ecco la trascrizione della risposta presidenziale: “Adesso inizia una settimana molto complicata, perché è la settimana delle comproprietà: vedremo con serenità quelli che rimarranno a Parma e quelli che dovranno andare via per quel che riguarda questo mix complicato di soluzioni e poi, con serenità e con coscienza sapremo allestire una squadra che mi auguro dia una salvezza tranquilla”. (www.stadiotardini.com)

10)  DAL PROFANO AL SACRO, LA VISITA AL SANTUARIO “LE FONTANELLE”

19.06.2011 – Con goliardia Enrico Boni, parlando con stadiotardini.com, aveva definito “pellegrinaggio” il viaggio di ringraziamento a casa Ghirardi, che lo stesso Pres averebbe definita “santuario”, quando, per restare in tema, con spirito, aveva riferito al Saltimbanco che il Santuario avrebbe aperto alle 11.30. Ma, grazie al prezioso suggerimento della mamma di Ghirardi, la signora Gabriella Pasotti, i “pellegrini” avrebbero davvero fatto una successiva sosta ad un santuario vero, quello a cielo aperto delle “Fontanelle di Montichiari”, sempre nel bresciano, dove dal 17 aprile 1966 Maria, Madre di Dio, viene venerata come “Rosa Mistica”, elargendo grazie spirituali e materiali ai fedeli. Il percorso a piedi nudi nell’acqua benedetta è stato intrapreso anche da Enrico Boni, con un rapido passaggio dal profano al sacro, come, al microfono di stadiotardini.com, afferma il presidente del suo fan club Lorenzo Fava: “Dal profano al sacro: abbiamo fatto la visita a questo Santuario qui a Montichiari. Un attimo di riposo, di tranquillità e pace”. (www.stadiotardini.com)

11) IL CONSUNTIVO FINALE DEL PRESIDENTE FAVA

19.06.2011 – L’allegra combriccola, dopo una piacevole sosta sul Lago di Garda, a Desenzano (dove invano Enrico Boni e Gabriele Majo di stadiotardini.com, reciprocamente, avrebbero cercato di mondare le proprie colpe nelle acque del Lago, ovviamente senza riuscirci) è tornata al punto di partenza, il Parcheggio scambiatore Ovest di Parma Crocetta. Il presidente del Boni Fan Club traccia il consuntivo: “Siamo arrivati alla conclusione di questa magnifica giornata memorabile, che ricorderemo nel corso dei nostri anni”. Poi, stop, batteria scarica: ma niente paura, la videocronaca potrà lo stesso concludersi grazie alla “dotazione d’emergenza”… (www.stadiotardini.com)

12) FAVA, CONSUNTIVO FINALE (2) E L’ANNUNCIO: “PRESTO A ROMA…”

19.06.2011 – Dopo l”interruzione, per motivi tecnici, il presidente del Boni Fan Club (ora anche conosciuto come “Saltimbanco Band”) Lorenzo Fava può concludere il bilancio e fare un importante annuncio: “Una magnifica giornata che rimarrà memorabile, la ricorderemo per molto molto tempo. Presto proporremo un altro ‘pellegrinaggio’, proprio per rinfrescare la memoria a chi soffre di dimenticanze. E allora cercheremo, magari, di andare a Roma”. Monterondo, patria di Pietro Leonardi… (Fine reportage – www.stadiotardini.com)

Videocronaca  del viaggio a Carpenedolo, Montichiari e Desenzano dell’Enrico Boni Fan Club “Saltimbanco Band”  del 19.06.2011 – reportage dii Gabriele Majo per www.stadiotardini.com)

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI COLLEGATI

SALTIMBANCO BAND A CARPENEDOLO, fotogallery di Domenico di Maiolo

SALTIMBANCO BAND, “PELLEGRINAGGIO” AL “SANTUARIO” GHIRARDI
TRA UNA SETTIMANA IL PELLEGRINAGGIO A CARPENEDOLO DEGLI ACCOLITI DEL SALTIMBANCO
BONI ATTACCA I BOYS: “VERGOGNOSO IL LORO COMUNICATO”
CLAMOROSO A TELEDUCATO

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".