NUOVE AUTO BLU PER IL PARMA

Cambia la flotta a disposizione di dirigenti e funzionari crociati che ora viaggiano su Suv Great Wall Hover 5, il primo veicolo di produzione cinese con l’omologazione per l’Europa

preiti hover 5(gmajo) – Per le brevi  vacanze di ferragosto dirigenti e funzionari crociati aventi diritto (nella foto a lato il DT Antonello Preiti prima di salire a bordo) hanno spianato i nuovi Suv messi a disposizione dalla società. La nuova flotta di auto blu del Parma FC, per questa stagione (l’anno scorso l’accordo era con la Kia) sono i Great Wall Hover 5, che rappresentano la seconda generazione dei crossover Great Wall i quali, grazie all’esperienza e alla intensa collaborazione con Eurasia Motor Company, sono stati i primi veicoli di produzione cinese a ottenere l’ omologazione per l’importazione in Europa, rispettando tutte le severe normative sulle emissioni e sul comportamento nei crash test. Ieri, al termine dell’allenamento, a Collecchio, da chi aveva già provato i nuovi mezzi, omologati come autocarri per il trasporto di cinque persone, sono state esaltate, diciamo così, le caratteristiche sia estetiche che di prestazione e comfort. Lo stile, infatti è moderno, sportivo ed eleganteproprio ad immagine e somiglianza del Parma FC – unito ad un livello di allestimento, di qualità e di prestazioni in linea con i modelli del segmento. Lo slogan è “Viaggiate in business class a prezzi low cost”, del resto il rapporto qualità prezzo pare essere ottimo…
All’interno alcune foto delle nuove auto blu del Parma FC

nuova flotta autoblu parma al tardini 1

hover 5 tardini. dettagliojpg

hover 5 tardinihover 5 al tardini

bianco hover 5 collecchiohover 5 preiti collecchio

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 59 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

5 pensieri riguardo “NUOVE AUTO BLU PER IL PARMA

  • 14 Agosto 2011 in 14:29
    Permalink

    Per intenderci, Gabriele, quanto sarebbe low questo cost?!
    Forse intendevano dire che i prezzi sono relativamente bassi in rapporto al loro spropositato stipendio.
    Un saluto e buon ferragosto, Lorenzo.
    PS: sempre sul pezzo!

  • 14 Agosto 2011 in 14:45
    Permalink

    Ciao Presidente, direi ultimamente sempre sul pRezzo più che sul pezzo. Quelli cari di presentazione ed abbonamenti, sperando almeno che ci siano scelte adeguate ai tempi che corrono almeno per le singole partite. Ghirardi l'altra sera oltre a promettere una stagione esaltante (io ci andrei cauto, dopo i proclami del 10.08.2010 seguiti da una deludente stagione, corretta solo dopo l'iniezione di buon senso praticata da Colomba) ha chiesto entusiasmo e partecipazione. Sì, ma a che prezzi? Vabbè soprassediamo, se no divento antico a furia di dirlo. Per quanto riguarda le auto blu immagino che al Parma siano arrivate in comodato d'uso a costo zero in cambio pubblicità. Almeno, di solito questa è la prassi seguita. Lo slogan che ho citato è quello generale della casa d'auto, non particolare per questa operazione. Quindi non c'è alcun riferimento agli emolumenti dei calciatori. Buon Ferragosto! Gmajo

  • 14 Agosto 2011 in 22:13
    Permalink

    Giusta e doverosa la tua premessa. I prezzi per la presentazione (con annessa amichevole) erano davvero salati per essere una piccola kermesse estiva. Ciò che rimpiango e che mi rammarica è il fatto che, vedendo le immagini in televisione, gli stadi Massimino (o Cibali, per i nostalgici delle radiocronache di Sandro Ciotti) di Catania, San Paolo di Napoli e via discorrendo erano esauriti quasi del tutto per le presentazioni delle rispettive squadre.
    Ma, i miei perché vengono a galla da soli e la mia risposta è bipartita: da un lato è vero che i tifosi parmigiani non sono così calorosi come quelli delle squadre succitate – e, aggiungo, come molti supporters di altre piazze – e probabilmente non si sarebbe mai visto un Tardini al gran completo per l'evento; dall'altro è assolutamente vero che i prezzi hanno spinto molti tifosi crociati a stare a casa per trovarsi un diversivo. Io mi accodo ala tua opinione, Gabriele, l'augurio è che gli sforzi che i tifosi hanno dovuto fare per accaparrarsi i biglietti e l'abbonamento, tutt'altro che a bass cost (riferimento tra le righe al Mr della Juventus, Antonio Conte, il quale in tempi non sospetti dichiarò di non volere per forza dei "top player", ma degli umili "bass player", ndr), non siano vani.
    In quanto a macchine, sebbene lo slogan reciti che i prezzi per viaggiare in business class, con questi autoveicoli, non siano esosamente proibitivi, ritengo che ci voglia un emolumento da calciatore per comprare una "Great Wall". E quei ci si ricollegherebbe, per forza di cose, al discorso di prima.
    Quindi, sempre sul pRezzo. Ben detto.
    Rosso di sera, bel tempo si spera. Ci auguriamo un futuro migliore e un Ferragosto appagante, squisitamente dal punto di vista culinario.
    Saluti, Direttore, e a presto!

  • 15 Agosto 2011 in 04:45
    Permalink

    caro lorenzo, più che il presidente di enrico boni sei un aspirante giornalista – blogger. majo merita la tua attenzione e meriterebbe quella di tanti colleghi.
    a proposito, gabriele. seguendoti mi pare davvero che attorno a una società calcistica mangino in tanti. sì, va beh, anche noi giornalisti – il mondo parma è una parte e basta del mio lavoro -, però insomma c'è proprio un organizzazione capillare che ruota attorno a una società. interessi economici notevoli. buon ferragosto

  • 16 Agosto 2011 in 10:25
    Permalink

    Ciao Lorenzo e Vanni, grazie per i vostri interventi ferragostani. Che attorno a tante società calcistiche professionistiche ruotino molti interessi (traduzione edulcorata del tuo "mangino", nel senso che danno da mangiare) è una verità sacrosanta, caro Vanni, anche se come sempre non bisogna fare di tutta l'erba un fascio. Poi c'è chi ha più appettito e chi meno, o chi sulla tavola imbandita è più o meno vorace… L'organizzazione è capillare, non sempre funzionale magari (vedesi i tanti qui pro quo sulla campagna abbonamenti di cui a lungo si è dibattuto su questo blog cheha cercato di fare informazione di "servizio") alle volte è complessa alle volte potrebbe essere più funzionale se più snella. Ma anche su questo punto si può riflettere: Leonardi, ad esepio si è affrettato a specificare che Imborgia è solo un consulente del Parma (per mercato estero) e non un DS, poichè la struttura deve rimanere snella. Sì, certo: ma della struttura, snella o grassa che sia, fanno parte non solo i nomi della nomenclatura (alias l'organigramma ufficiale) ma anche tutti quelli che percepiscono un compenso pure dietro presentazione di parcella o fattura, pur senza la gratificazione del nome nell'elenco della gerenza. Dunque, nel caso specifico di Imborgia, se il suo compenso è x, poco cambia a che titolo gli viene corrisposto. E della struttura, ovviamente, fa parte integrante, al di là dell'iscrizione del nome nell'elenco sopra citato. Stando a quanto rivelato da Settore Crociato, con Media Sport event il Parma avrebbe fatto un affarone: risparmiati 300.000 euro solo della trasferta britannica, a fronte di 30.000 euro dell'incasso della presentazione appannaggio di Lacchè, il quale sarà pure un benefattore, ma non credo che gli giovi avere una attività in perdita. Partendo dal presupposto che, a parte il sottoscritto, neppure il cane muove la coda gratis… Lorenzo dice che servono emolumenti da calciatori per potersi permettere l'Hover 5: in realtà credo basti molto meno, dal momento che è commercializzato a 17.990 euro con impianto gpl gratis. Non sono un grande esperto di motori e sono orgoglioso di continuare a viaggiare sulla mia vecchia Tipo (immatricolata nell'88), ma mi pare che rispetto alle vetture del segmento della concorrenza sia a buon mercato. Comunque sia credo che sia un buon successo di G Sport avere stretto l'accordo con Great Wall (Italia), che in Cina è davvero un colosso, e ha scelto di abbinarsi al Parma per promuoversi sul mercato italiano. Saluti Gmajo

I commenti sono chiusi.