GHIRARDI A BRESCIAOGGI.IT: “VORREI NON LOTTARE PIU’ PER LA SALVEZZA”

Alla vigilia della nuova stagione l’ambizioso auspicio presidenziale: "Iniziare subito bene e smettere di dire ogni anno che giochiamo per salvarci".

ghirardi bresciaoggiit(da Bresciaoggi.it) – Un campionato senza il Brescia ma con tanti bresciani. A partire dal patròn del Parma, Tommaso Ghirardi, quinta stagione alla guida degli emiliani ed un sogno: «Iniziare subito bene e smettere di dire ogni anno che giochiamo per salvarci». Un atteggiamento ambizioso che non nasconde la voglia di essere protagonista assoluto. Per farlo non ci potrebbe essere esordio migliore che alla Juve Arena, dove il suo Parma sarà protagonista domani a mezzogiorno. «Non sono andato all’inaugurazione per un impegno di lavoro, ma a noi toccherà un impegno ancor più entusiasmante: saremo la prima squadra a giocare lì una gara ufficiale» . Agnelli (suo coetaneo, più giovane di poche settimane) dice che è iniziata una nuova era del calcio. «Loro sono stati lungimiranti, ma oggi è praticamente impossibile esserlo. Solo società di quel livello possono affrontare investimenti del genere» . In campo ritroverà proprio Pirlo che lo ha punito l’ultima volta che lo ha incontrato. «Fece un gran gol dopo 6 mesi, lo ricordo bene. Che dire di un giocatore di questa classe? Gli auguro un grande campionato, magari non dalla primissima partita».
Continua all’interno

Al suo Parma, sempre sull’asse Juve, è mancato il botto finale di mercato, leggi Amauri…
«Se ne scriveva, ma noi da qualche settimana avevamo accantonato l’idea. Abbiamo inserito Floccari: uno dei migliori attaccanti italiani. E poi mi aspetto molto da Giovinco, che ogni anno fa passi avanti, mentre la guida tecnica è salda: Colomba deve confermare quanto fatto con una media punti invidiabile»

La griglia di partenza?
«Milan favorito perché ha vinto, poi l’Inter davanti a Juve e Napoli. La Roma? è un’incognita potrebbe essere la sorpresa in positivo o in negativo».

Purtroppo senza Brescia…
«Un peccato, ma la squadra mi sta sorprendendo sta lanciando dei giovani: finalmente è il progetto sognato da Corioni. Speriamo che duri, ma senza illusioni».

(da bresciaoggi.it)

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.