PROGETTO CINA 2° STEP / PRESENTATA LA COLLABORAZIONE PARMA FC – JANGSU SAINTY FOOTBALL CLUB – I video amatoriali

“La Cina – ha spiegato il presidente Ghirardi a stadiotardini.com – è una nazione che continua tutti gli anni a stupirci: sotto il profilo economico ha una crescita che non ha eguali in tutto il mondo, sotto il profilo sportivo eccelle ad ogni sport a cui partecipa, perché alle Olimpiadi vincono medaglie, nel basket hanno giocatori di prestigio e così in tante altre discipline. E’ una nazione che ha molta voglia di apprendere e di ricrescere: mi ricorda molto l’Italia degli anni ’60: perciò penso che avremo benefici nel breve tempo. Beppe Dossena è stato fondamentale nel realizzo dell’ufficio di rappresentanza e all’inizio del Progetto Cina: dopo che ha portato a compimento la prima fase ha preso un’altra strada; è allenatore di una squadra africana e ha preso l’incarico di riorganizzare la partita dei 30 anni dal Mondiale dell’82. In questo secondo step non ha incarichi…”

ALL’INTERNO GLI ALTRI VIDEO AMATORIALI DELLA CONFERENZA STAMPA

“Sono molto orgoglioso di poter presentare questo progetto – ha spiegato il Presidente del Parma FC Tommaso Ghirardiperché ci credo molto e ci ho lavorato in prima persona. Sono stato diverse volte in Cina, anche perché lì ho un’azienda e questo mi ha permesso di seguire le evoluzioni di questo paese negli ultimi anni. Anche a livello calcistico. Oggi siamo qui – continua Ghirardi per presentare l’arrivo di due giocatori cinesi, che giocano nel Jiangsu, un club che si è qualificato quest’anno per la Champions League asiatica che ha a disposizione uno stadio e un centro sportivo che noi ci sogniamo. Si fermeranno qui con noi tre settimane, sono in ritiro pre campionato, la loro squadra è in Turchia. Sono qui anche per aiutarci a capire che livello ha raggiunto il calcio cinese”. Il numero uno crociato rivendica poi con orgoglio: “Siamo stati la prima società ad avere un ufficio di rappresentanza in Cina, i primi ad avere uno stage di giocatori cinesi in prova, tra i primi a fare tournée in Cina. Crediamo che per diventare più grandi e ambiziosi si debba avere la forza di uscire dai nostri confini e proprio per questo crediamo che la Cina sia uno degli scenari migliori per farlo”.


L’INTERVENTO DI FLAVIO MODENA, REFERENTE PROGETTO CINA PARMA FC

Flavio Modena, che seguirà in prima persona il progetto, introduce la realtà del Jiangsu Sainty: “L’unica squadra in Cina a possedere uno stadio, che in realtà è un parco olimpico dove verranno disputati i giochi giovanili nel 2014. Dal 2000, il presidente è il signor Gong, personaggio con ampie vedute europee, che ha scelto il Parma, società che ritiene molto vicina per caratteristiche alla propria”. Entrando nel merito del progetto: “Si vuole creare una scuola con specializzazione calcio per i giovani cinesi. I bambini selezionati potranno quindi studiare tutte le materie classiche e potranno giocare a calcio sotto la guida dei tecnici di Parma Football School. Sarà l’unica scuola mista Europa-Asia presente al mondo. Non c’è niente di simile. Dal punto di vista calcistico e culturale è un qualcosa di grande. Inoltre ci saranno rapporti anche di tipo commerciale”.


L’INTERVENTO DI MARCO MARCHI, PRESIDENTE PARMA FOOTBALL SCHOOL

A Marco Marchi, presidente di Parma Football School, viene chiesto invece di illustrare come si inizierà a lavorare per la scuola calcio: “Il Parma sarà la prima società a realizzare un progetto così ambizioso a livello moNdiale. Il Sainty ha incontrato tante squadre di vertice in Europa e alla fine hanno scelto Parma perché noi siamo riusciti a far capire che non stiamo semplicemente vendendo un marchio, ma una struttura in grado di garantire ai loro giovani un vero programma che è sia educativo che sportivo. PFS, con il suo centro ricerche e formazione, farà delle indagini sul territorio – continua Marchiper capire la realtà in cui andremo a lavorare. Capiremo quali sono le loro competenze calcistiche e motorie, e vedere quanto e dove potranno migliorare. Con il progetto che abbiamo chiamato Exchange, allenatori e giocatori cinesi verranno a Parma per conoscere il modello calcistico italiano e di Parma in particolare”.


L’INTERVENTO DI ALESSANDRO GIACOMINI, AMM.DELEGATO G SPORT

E proprio sotto il profilo commerciale è l’amministratore delegato di GSport Alessandro Giacomini a esprimere tutto il suo entusiasmo per questa iniziativa: “Ringrazio il presidente Ghirardi per l’opportunità. Da anni collaboriamo con il Parma FC nel tentativo di avvicinare, in questo momento difficile di mercato, sempre più aziende alla squadra crociata. Il progetto Cina rappresenta una grande opportunità di sviluppo che cercheremo di sfruttare, insieme al Parma, per continuare a crescere grazie alle opportunità di scambio che si apriranno”


CONOSCIAMO QU CHENG E YANG XIAO-TIAN

La presentazione al Tardini è un’emozione fortissima che pochi giocatori hanno potuto provare: un onore del genere è capitato per la prima volta a due calciatori cinesi, Qu Cheng e Yang Xiao-Tian, poco più che ventenni, promesse del calcio d’estremo oriente, cresciuti nelle giovanili del Sainty Fc e pronti a provare un’esperienza unica: allenarsi con una squadra di serie A per maturare le proprie qualità, sognando un futuro nel calcio europeo. Qu Cheng ha già assaggiato passerelle internazionali come la Champions League asiatica, ma il Tardini è tutta un’altra cosa: “E’ un’emozione grandissima, siamo onorati di poter giocare qui, con questa squadra. Del Parma ovviamente conosco Giovinco, e mi piace anche Biabiany”. Yang Xiao-Tian invece è un difensore mancino, che con la primavera del Sainty ha vinto il campionato nazionale cinese: “E’ davvero incredibile essere qui. Ho seguito il calcio europeo e italiano in televisione, qui voglio imparare tanto da tutti, soprattutto dai difensori. Il mio idolo? Beh, qui a Parma mi piace Biabiany, però in assoluto il giocatore migliore a mio parere è Henry. Cosa sogno di ottenere? voglio lavorare e imparare, riuscire a portare a casa conoscenze ed esperienza”.

Queste le schede dei due atleti del Sainty che si alleneranno con il Parma Fc:


Nome: Qu Cheng

Data di nascita: 8 febbraio 1989

Altezza/Peso: 1.88m/80kg

Ruolo: attaccante/trequartista


Questo ragazzo è un attaccante coriaceo e grintoso, ha vinto con la formazione giovanile (corrispondente alla Primavera in Italia) il campionato nazionale nel 2009. Nel 2010/11 è stato prestato al team campione di Indonesia Persipura dove ha giocato con buoni risultati, partecipando anche ad alcune partite di Champions League asiatica.

Nome:Yang Xiao-Tian

Data di nascita: 26 Marzo 1990

Altezza/Peso: 1.78m/72kg

Ruolo: laterale sinistro


Yang Xiao è un giocatore di fascia con attitudini sia difensive che offensive, mancino, con buone capacità di dribbling e velocità. Anche lui ha fatto parte della squadra giovanile del Jangsu Sainty che nel 2009 ha vinto il campionato nazionale. La società cinese punta moltissimo su questo giovane atleta.


Durante il loro training con il Parma Fc i due atleti cinesi saranno ospitati all’Hotel Ora City Parma, in via del Cornocchio 55 .

TESTI: DA FCPARMA.COM

VIDEOAMATORIALI DI WWW.STADIOTARDINI.COM

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

5 pensieri riguardo “PROGETTO CINA 2° STEP / PRESENTATA LA COLLABORAZIONE PARMA FC – JANGSU SAINTY FOOTBALL CLUB – I video amatoriali

  • 24 Febbraio 2012 in 06:15
    Permalink

    La dichiarazione di Ghirardi non lascia spazio a dubbi. Al minuto 4:38 ha detto testualmente: "Ho anche avuto il piacere di visitare il loro stadio, uno stadio che noi ci sognamo in Italia". Il Ghiro é un giovane presidente che sa guardare lontano e sono certo che in cuor suo culli il sogno di uno stadio di sua proprietà: ogni sua dichiarazione contraria a riguardo va presa come pura diplomazia, specie in un clima di forte opposizioone da parte degli strenui aficionados del Tardini capitanati da Gabriele Majo, che sta a Schettino come il giorno sta alla notte. Per questo sto spendendo tutte le mie forze nel convincere Majo circa la bontà della linea della delocalizzazione del Tardini: qualora ci riuscissi le linee nemiche sarebbero praticamente sopraffatte. Ma ho come la sensazione che sarà una battaglia molto dura. Un saluto a tutti, Parmigiano.

  • 24 Febbraio 2012 in 10:33
    Permalink

    Caro Parmigiano,
    grazie dell'onore delle armi che concede all'avversario, ma mi spiace doverla contraddire su quello che Lei si illude di percepire ascoltando Ghirardi ed interpretandolo a suo piacere. La constatazione sugli stadi cinesi non era una bocciatura del Tardini, semmai dell'intero sistema stadi italiano che è, in effetti, piuttosto obsoleto. Specie se si considera che ormai non ci si accontenta più, come nei bei tempi andati, di due gradini per dar sostegno alla propria squadra ma si esigono – specie da quando è diventato più uno spettacolo da fruizione televisiva – comfort ben diversi rispetto all'essere spartano di una volta. Purtroppo ci si è un po' troppo imborghesiti e si è diventati dei "fighetti". Ma come scrive Pansa poveri eravamo e poveri torneremo (del resto siamo in Quaresima e le Ceneri ci ricordano il nostro triste destino) per cui non sono per nulla convinto che la panacea di tutti i mali sia avere allo stadio le poltrone da cinema. Personalmente non sono affatto convinto che uno stadio nuovo (specie se delocalizzato o ghettizzato in periferia) porterebbe più spettatori di quelli che si ritrovano al Tardini domenicalmente (o quando cavolo si gioca): la percentuale, infatti, tra abbonati e residenti, nonostante i cali degli ultimi anni, vede sempre il Parma svettare tra coloro che possono vantare il miglior rapporto. E sono convinto che contribuisca a questo confortante dato proprio l'affezione della gente per lo stadio nel cuore della città, raggiungibile a piedi o in bicicletta.
    Certo se Ghirardi dovesse fiutare l'affare nel costruire un nuovo stadio non si lascerebbe certo perdere l'occasione di farlo (essendo piuttosto sensibile al fare affari) e ovviamente si rimangerebbe tutte queste dichiarazioni d'amore per l'Ennio in un nano secondo. Ma anche questa legge per i nuovi stadi bisogna vedere quanto favorisca le società di calcio e quanto sia a carico della società comune, cioè tutti noi, specie in questi tempi di manovre correttive pre-Grecia. Mi creda, ci sono altri problemi a cui pensare… Cordialmente Gmajo

  • 24 Febbraio 2012 in 20:33
    Permalink

    Ciao Gabriele, sono un tifoso crociato e scrivo dalla Puglia. Inizio nel farti i complimenti per il blog….sempre ben aggiornato ed esaustivo su tutte le vicende che ruotano intorno al Parma Calcio.

    Volevo farti una domanda…ma non sapevo dove scriverla. Spero che tu mi possa perdonare.
    Puoi riportare qualche aggiornamento sull'avanzamento dei lavori del nuovo Centro Direzionale?

    Ti ringrazio in anticipo.
    Francesco

  • 25 Febbraio 2012 in 02:11
    Permalink

    Ciao Francesco,
    grazie dei complimenti e benvenuto su stadiotardini.com
    Per quanto concerne il nuovo centro direzionale di Collecchio ti posso dire che si è ormai conclusa la cosiddetta fase di "accantieramento", cioè di preparazione del cantiere, di cui avevamo dato notizia il 14 febbraio scorso nel post che trovi al link sotto indicato:
    http://www.stadiotardini.com/2012/02/nuovo-centro-direzionale-parma-fc.html
    Proprio oggi c'è stato un sopralluogo di Stefano Perrone e Andrea Valentini di STS (Stadium Total Service, società controllata dal Parma FC che si occupa di sicurezza, etc etc.) al cantiere e credo che si possa dire di essere entrati ormai nel secondo step, cioè alla fase di segnatura del terreno e a brevissimo sarà posata la prima pietra. Secondo le previsioni l'opera sarà completata entro giugno.
    Cordialmente Gmajo

  • 25 Febbraio 2012 in 09:53
    Permalink

    Ti ringrazio Gabriele.

    Si, seguii la notizia del 14 Febbraio (precisa, documentata anche da immagini)…ed ero molto desideroso di sapere se da allora era stati fatti dei concreti passi in avanti.

    A quando pare tutto procede ormai a pieno ritmo. Bene così.

    Ti ringrazio per la tua disponibilità.
    Restiamo in attesa di nuove news.
    Francesco.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI