giovedì, Aprile 18, 2024
News

TELEDUCATO: “PARMA AL LAVORO PER IL RISCATTO DI VALDES. CHISSA’ COME DONADONI AVRA’ PRESO LA SCONFITTA DI BERNAZZOLI AL BALLOTTAGGIO…”

Angella durante il TG: “Per ottenere l’intero cartellino di Valdes il Parma verserà nella casse dei bianco-verdi lusitani poco meno di un milione e mezzo di euro… La posizione gialloblu per la Paletta è la stessa di Giovinco: via solo per un top club e per una offerta davvero super. Il Parma può vendere insomma, ma non svende…”

 

(Michele Angella, dal Tg di Teleducato) – Entro la fine della settimana il Parma chiuderà con lo Sporting Lisbona per il riscatto del centrocampista cileno Jaime Valdes, nella stagione appena conclusa in Emilia in comproprietà con il club portoghese. Per ottenere l’intero cartellino di Valdes il Parma verserà nella casse dei bianco-verdi lusitani poco meno di un milione e mezzo di euro.

CONTINUA LA LETTURA ALL’INTERNO

Un giocatore, Valdes, che nella seconda parte di campionato è diventato particolarmente importante, vista la sua metamorfosi in regista capace di fare girare la squadra e di costituire il punto di riferimento del gioco gialloblù. Una operazione, quella legata all’acquisizione di Valdes, alla quale tiene molto Roberto Donadoni, vero artefice della trasformazione “alla Pirlo” del sudamericano.

A proposito di Donadoni … aperta parentesi – chissà come il tecnico avrà preso la sconfitta al ballottaggio del suo favorito Vincenzo Bernazzoli, per il quale aveva speso parole importanti, inaspettate e chissà quanto spontanee poi … proprio nell’ultimo giorno utile di campagna elettorale chiusa parentesi e torniamo al mercato.

Capitolo Gabriel Paletta: negli uffici del Parma sono diverse le offerte pervenute negli ultimi dieci giorni per il difensore italo-argentino. La società per il momento non è però intenzionata a prenderle in considerazione. Non si tratta infatti di proposte così allettanti. La posizione gialloblu per la Paletta è la stessa di Giovinco: via solo per un top club e per una offerta davvero super. Il Parma può vendere insomma, ma non svende.

 

Michele Angella, dal Tg di Teleducato delle 12.30 del 22.05.2012

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

10 pensieri riguardo “TELEDUCATO: “PARMA AL LAVORO PER IL RISCATTO DI VALDES. CHISSA’ COME DONADONI AVRA’ PRESO LA SCONFITTA DI BERNAZZOLI AL BALLOTTAGGIO…”

  • parmigianoreggiano

    Di fronte alle voci di una possibile partenza di Paletta da Parma deve mobilitarsi il gruppo dei CROCIATI in difesa del GIOPA: Majo le ricordo che lei fa parte dei MAGNIFICI 7. Dobbiamo SMUOVERE l'opinione pubblica affinché la nostra MURAGLIA DIFENSIVA (Paletta) rimanga al Parma così come la nostra TESATA NUCLEARE (Giovinco). AVANTI MIEI PRODI!

  • partendo dal fatto che non venderei paletta, ho letto dell'offerta dello stoccardo di 8 milioni..se dovesse arrivare a 10-12 io lo darei anche!..con quei soldi facciamo ottimi acquisti..e in difesa tra l altro si potrebbe ripetere la stessa operazione di paletta prendendo Roncaglia dal Boca Juniors anche lui svincolato!!

  • BUONGIORNO A TUTTI BUONGIORNO MAJO
    secondo me tutto il mercato del parma al momento è bloccato…per ora sono solo parole….sia in entrata che in uscita la nostra campagna acquisti è strettamente legata alla permanenza o alla vendita di giovinco,tutto è correlato a lui…il nostro destino,le nostre ambizioni sono legate a questa operazione….dobbiamo aspettare, anche se sarebbe meglio stabilire prima dell inizio degli europei cosa vuole fare la juve e giovinco….per potersi muovere meglio sul mercato
    per parmigianoreggiano:per ora non mi allineo con il tuo esercito che stai reclutando per la tua crociata..preferisco aspettare e osservare con attenzione "le tue eroiche gesta"
    un saluto ciao

    filippo1968

  • intanto majo con piacere apprendo dal tuo sito(ah !!meno male che c è stadiotardini.com perchè a milano….la gdp cartacea la mia edicola non la ordina più…e i programmi sportivi parlano solo di milan inter e juve)che siamo al lavoro per il riscatto di Valdes…..OTTIMA!!DAVVERO OTTIMA MOSSA PER INIZIARE A COSTRUIRE QUALCOSA PER UN FUTURO ROSEO…SECONDO ME ..è UNA PEDINA FONDAMENTALE
    saluti
    Filippo1968

  • parmigianoreggiano

    Filippo1968, uomo di POCA FEDE perché sei ancora MORSO dal SOSPETTO? Non ti sono bastate le mie precedenti PROFEZIE per far cadere le SQUAME dai tuoi occhi? Non ti ricordi forse di quando VI PARLAI del FILOTTO di 7 vittorie IN STECCA? E quando ANNUNCIAI il PLEBISCITO per il PIZZA? Per quanto tempo ancora DOVRÒ SOPPORTARE il tuo DUBBIO? Quando TUTTO CIÒ si REALIZZERÀ ci sarà ancora posto per te sul CARRO DEI VINCITORI? Lascia il timore e l'esitazione e UNISCITI A NOI, perché anche il tuo AIUTO é importante per la CAUSA crociata. Non mi deludere, CI CONTO.

  • Povero Donadoni costretto da logiche di potere allo SPOT BERNAZZOLIANO accuratamente pubblicato sulle pagine politiche della Gazzetta di Parma venerdi scorso … per fortuna ormai la gente decide anche senza tenere conto del padre-padrone!!! Mister alle prossime elezioni non si faccia tirare per la giacca, meglio tacere!

  • Luca Russo

    Leggo e riporto testualmente dalla Gazzetta dello Sport di oggi, Martedì 22 Maggio 2012, un estratto del pezzo firmato da Davide Stoppini: "E allora occhio agli outsider: a Lotito sarebbero state sottoposte anche le candidature di Deschamps e Donadoni. Il primo ha rapporti tesi con la proprietà del Marsiglia, il secondo dovrebbe liberarsi dal Parma".

    A momenti venivo giù dal letto. E' solo una delle tante voci di mercato oppure la Lazio, che ha appena perso Reja e tiene ancora in freddo la pista che conduce a Zola (in verità Lotito desidererebbe mettere sotto contratto Mazzarri), è seriamente intenzionata a strapparci il tecnico del filotto record di sette vittorie consecutive?

  • Gabriele Majo

    Ciao Luca Russo,

    non sono in grado di garantire al 100% la permanenza di Roberto Donadoni sulla panchina del Parma, anche se la percentuale è molto vicina a quella totale. Nel caso dovesse andare via, però, non credo proprio possa essere per una outsider come la Lazio, quanto, semmai, per il Milan. E in tal caso non ci sarebbero contratti a tenere.

    Se il desiderio del Parma è quello di tornare in Europa in coincidenza con l'anno del Centenario, credo che il dovere della Società, pur nel rispetto dei consueti ed apprezzabili virtuosismi mercatali, sia quello di mantenere l'attuale guida tecnica e i pezzi da 90 come Giovinco e Paletta. Anche se leggo sul quotidiano locale che il secondo sarebbe in rampa di lancia, poiché ha tante richieste e sarebbe facilmente rimpiazzabile, essendo un centrale difensivo, io reputo che sarebbe meglio trattenerlo, in virtù del fatto che dell'attuale difesa del Parma sia il più affidabile, anche perché Lucarelli sta invecchiando e l'ultimo Zaccardo mi pare inferiore al primo. Insomma, se si tratta di mantenere la spina dorsale nons i può fare a meno neppure di Paletta, anche perché il ricambio andrebbe programmato per gli altri 2/3.
    Rimango, infine, dell'idea che se il Parma vuol trattenere Giovinco la decisione vada presa al più presto possibile, onde poter pianificare il mercato, che ovviamente sarà diverso nel caso rimanga o meno.
    Cordialmente
    Gmajo

  • Luca Russo

    Direttore, posto, per assurdo, che Donadoni alla fine vada via…chi prendiamo al suo posto? Io un nome ce l'avrei. Ed i suoi contributi pubblicati questa mattina sul sito suonano come un assist: Zeman. E' l'unico, tra i tecnici potenzialmente sul mercato, che riuscirebbe a coniugare il bel calcio (idea questa che Ghirardi si è promesso di percorrere nella sua esperienza alla guida del Parma) col contenimento dei costi (altra esigenza del nostro Pres). Però preciso una cosa: io sarei felicissimo della conferma di Donadoni. Ma se proprio dovesse andar via (o decidere di andar via) spero che il Parma punti tutto sul boemo (che comunque proprio oggi è stato blindato da Sebastiani, presidente del Pescara). Che sarebbe ben visto dalla piazza (visti i suoi trascorsi ed il suo presente da non-juventino) ed avrebbe l'occasione di rifarsi proprio qui dove nel 1987 rimediò un esonero dopo appena sette giornate di campionato. Insomma, se non dovesse toccare a Donadoni, mi auguro che tocchi al boemo.

  • Gabriele Majo

    Sarebbe una ipotesi assai affascinante, ma al momento credo sarebbe meglio procedere col progetto Donadoni…
    Ciao Gmajo

I commenti sono chiusi.