lunedì, Luglio 22, 2024
News

LEONARDI, GIOVINCO, GLI HACKER E SCHERZI A PARTE

GABRIELE MAJO Foto Franco Saccò Archimmagine -007(gmajo) – Neppure il tempo di mettere il naso fuori dalla redazione (si fa per dire) che subito ti arriva la preziosa segnalazione da uno dei tanti attenti osservatori delle cose di casa gialloblù: “Guarda che Leonardi, in diretta su Radio Radio,  ha usato la scusa degli hacker per giustificarsi per il pasticciaccio comunicazionale di Giovinco”. Non posso crederci: ho appena finito di vergare un commento in cui ho un po’ tirato in mezzo Di Marzio che si era bevuto questa favoletta, diffondendola per primo ieri sera a Sky e poi via via da tutti gli altri copioni, che perfino il massimo dirigente del Parma se l’è fatta sua spendendola in prima persona per radio? Ma quale pirateria informatica ?!? Un hacker non entra su un sito di una squadra di serie A per anticipare di poche ore un comunicato che da buone formichine era stato preparato dalla struttura comunicazionale, pronto da diffondere al momento opportuno (lasciamo perdere che per causa di un deprecabile errore umano sia stata invece diffuso, pare per pochi secondi, in un momento inopportuno): un pirata, semmai, ti avrebbe messo fuori qualche offesa – tipo quella volta che lo subimmo sul serio dai turchi che assieme ad improperi poco ortodossi inserirono pure la foto di Hakan Sukur – e cancellato tutte le altre news. Insomma: che male c’è ad ammettere un errore? Del resto Leonardi in Viale Partigiani d’Italia non si muove foglia che Leo non voglia – non aveva avallato il comunicato dell’errata corrige? Non mi pare che in quella comunicazione ufficiale (o anche questo secondo lancio era sempre opera del fantomatico hacker?) si facesse riferimento ad attacchi esterni: si ammetteva, onestamente, una propria magagna. E allora come si suol dire alla nostra latitudine (Mirco, semmai traduci tu se non si capisce): pu la smesda e pu la spusa. Dunque lasciamo lì con i fantomatici hacker (addirittura dopo la premessa: “Seriamente”…), gli Scherzi a Parte (ricordiamo ancora bene la famosa conferenza stampa convocata a Collecchio dall’AD che poi ci ha mandato a casa senza aver proferito verbo…) e, con onestà, diciamo le cose come stanno.

ALL’INTERNO IL VIRGOLETTATO DI LEONARDI SULLA QUESTIONE GIOVINCO E LE SUE DICHIARAZIONI DI STAMANI SULL’AFFARE ORMAI IN DIRITTURA D’ARRIVO

 

(da gazzettadiparma.it) – Non è ancora fatta ma poco ci manca. Pietro  Leonardi, amministratore delegato del Parma, conferma che la  trattativa per la cessione della seconda metà di Giovinco alla  Juventus è in dirittura d’arrivo "ma non abbiamo ancora raggiunto  un accordo. E’ stato fatto un passo avanti importante, c’è stata  una grande dimostrazione da parte della Juve di credere nel  calciatore, siamo abbastanza vicini, dobbiamo fare alcune  valutazioni anche noi e poi si vedrà – spiega ai microfoni di  ‘Radio Radio Tv’La cosa che ci preme molto è fare una  valutazione di natura tecnica, non vogliamo prendere calciatori di  cui non siamo sicuri ma calciatori che siano di prospettiva".

Sul  ‘giallo’ del comunicato apparso sul sito del Parma, che annunciava  il riscatto di Giovinco da parte della Juventus, e poi corretto,  Leonardi prova a buttarla sul ridere. "Volevamo ravvivare  l’ambiente e abbiamo voluto fare un pò di scherzi a parte…  Seriamente, sembrerebbe che ci sia stato l’inserimento di una  notizia da parte di un hacker, non è stata una bella figura ma è  stato un errore tecnico, con la Juve ci rivedremo tra oggi e  domani ma sono sicuro che Giovinco diventerà un protagonista  nella Juventus, ‘purtroppò è italiano e viene sottovalutato".  Altro nodo da risolvere è ora la comproprietà di Borini con la  Roma. "Con i giallorossi abbiamo un rapporto molto buono e abbiamo  pensato di andare verso un rinnovo della compartecipazione -  continua Leonardi ma c’è bisogno che tutte e tre le componenti,  il Parma, la Roma e il giocatore, siano d’accordo altrimenti  dovremo trovare una soluzione: o torna da noi o resta nella Roma.  Aspetto di sapere se il calciatore accetta il rinnovo della  comproprietà ma sono fiducioso, spero che la situazione si  risolva senza ricorrere alle buste". (da gazzettadiparma.it)

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

Un pensiero su “LEONARDI, GIOVINCO, GLI HACKER E SCHERZI A PARTE

  • ma leonardi ci prende per il sedere??? basta via queste fregnacce le vada a raccontare ai suoi amici dell'osteria di tor bella monaca ma va là

I commenti sono chiusi.