domenica, Giugno 23, 2024
News

IL VOUCHER PER GLI OBIETTORI DELLA TESSERA DEL TIFOSO FARA’ TERMINARE A PARMA LA PROMOZIONE EMPORIUM

Il mondo Ultrà canta vittoria per la conquista del mini abbonamento senza obbligo della card maroniana, ma il rimedio ottenuto è parziale e incompleto, poiché impedisce comunque le trasferte, e limita a 10 il numero della gare casalinghe acquistabili. E in più c’è pure la foto…

DSC02051(gmajo) – Una settimana fa, il 20 luglio, il tifoso crociato Marcello ha inviato la seguente e-mail a stadiotardini.com“Buona sera, non so se al momento segue il sito dei Boys ma vorrei segnalarLe alcune cose. Dopo che per anni hanno dato addosso alla tessera del tifoso, parlando di "principi", battaglie sociali, diritti del cittadino, e stato di polizia, adesso un giorno si e l’altro pure chiedono di potersi fare il voucher, una sorta di miniabbonamento fidelity card, una tessera del tifoso! Ok si può cambiare idea…… ma bisognerebbe avere il coraggio di dirlo, specie loro che fanno prediche a mezzo mondo, e poi non potrebbero farsi allora la fidelity card del Parma come tutti noi altri? Ce ne vuole una speciale per loro perché si possano differenziare? Spero il Parma non li assecondi e spero che lei ci metta il naso! Un caro saluto da Marcello”.

Caro Marcello, pur essendo stato invitato pure di recente a farmi una padellata di c. miei, come al solito mi sono fatto una padellata di c. altrui e, sia pure con un po’ di ritardo, dovuto anche alla messa insieme di qualche elemento, eccomi a risponderLe…

Continua la lettura all’interno

 


Come è stato per la Tessera del Tifoso credo che ancora una volta abbia prevalso l’ideologia in questa voucher-mania del mondo Ultrà. Io, sinceramente, non trovo grosse differenze a livello di schedatura o stato di polizia, tra il sottoscrivere la famosa card Maroniana o questa nuova sorta di mini-abbonamento speciale per gli obiettori di coscienza della tessera, i quali cantano vittoria (a mio avviso di Pirro), giacché siamo al cospetto di una loro primo parziale successo  nella estenuante guerra – ribadisco ideologica – alla Tessera del Tifoso. La concessione concessa (il gioco di parole è voluto) mi pare sia piuttosto “stitica”: un massimo di 10 gare visibili, l’obbligo,comunque della foto, di fatto gli stessi controlli (peraltro vigenti anche per chi acquista un semplice biglietto) e soprattutto la mancata autorizzazione ad andare in trasferta. Onestamente è una soluzione che non mi entusiasma e che – sarò de coccio – proprio non capisco. Del resto come non mi aveva mia convinto il pateracchio della promozione Emporium, partorita un anno fa, sulla scorta della precedente analoga esperienza riservata agli ex abbonati di due stagioni orsono. A mio avviso siamo di fronte a medicine peggiori della malattia, che continuano a tenere il calcio ben lontano da quella libertà di fruizione che secondo me dovrebbe essere alla base della lotta degli ultrà. Mi sono documentato leggendo e qui, trascrivo per correttezza, quanto scritto dai Forever Ultras di Bologna e riproposto ieri dai Boys Parma 1977 al capoverso VOUCHER:

– Non dimenticare che è frutto delle battaglie ultras dello scorso campionato. L’abbiamo voluto NOI ed è stata una grande vittoria, che ha scardinato fortemente il concetto di "fidelizzazione" rispetto al tifoso e ha scavalcato tutte le regole della tessera del tifoso.
– La compri in biglietteria fornendo la tua carta di identità, che passa sotto uno scanner e riporta la fotocopia a colori della fotografia del documento su un tesserino elettronico, che è appunto il voucher.
– Firmi SOLO l’autorizzazione a utilizzare, o non, i tuoi dati personali in base alla normativa sulla privacy e firmi la presa visione del regolamento d’uso dell’impianto sportivo, ovvero lo stadio.
Con il voucher non si va in trasferta ? Si, per adesso …
Perché i nostri dati, come quelli dei tesserati e quelli che acquistano il singolo biglietto, finiscono tutti nello stesso calderone di "Questura on line" e quindi, a conti fatti dovranno spiegarci cosa cambia a livello di sicurezza. E’ sufficiente discriminarci perché non firmiamo il nostro consenso all’Art. 9 ? Può darsi, ma i tanti successi che abbiamo conquistato fin qui ci spingono ad andare avanti e a credere, con ragionevole realismo, che anche quest’ostacolo cadrà.
Da parte nostra ci batteremo perché venga applicato il Protocollo d’Intesa firmato da tutte le società di calcio lo scorso anno, che comporta un accordo per far viaggiare i tifosi non tesserati in trasferta. Il Protocollo non è mai stato rispettato, o spesso è stato scavalcato illegittimamente dalla Prefettura, perciò chiederemo che venga nuovamente sottoscritto e RISPETTATO !

FOREVER ULTRAS 1974

Io, ribadisco, da spettatore neutrale della vicenda, che spesso ha dichiarato di non essere né con gli Ultrà, né con lo Stato, ma da loro equidistante e spirito libero, non ravviso tutte queste differenze tra Tessera e Voucher. Anche il Parma Calcio starebbe per emettere, sulla scorta dell’esempio di altri club e seguendo il paradigma ministeriale, i propri minimi abbonamenti (per un massimo di 10 gare) ad un prezzo unitario che sarebbe una sorta di via di mezzo tra il listino del biglietto e il rateo abbonamento, più o meno del valore economico del prezzo politico applicato alla ex Operazione Emporium, che, avendo perso ogni ragione di esistere, verrà cancellata (con i suoi tanti difetti, ma anche col pregio che consentiva un prezzo popolare, 10 euro, in Curva ai residenti in città). 10 gare su 19, però, significa che per metà del calendario interno non ci potrà essere il supporto di chi aderirà ai vocuher, cioè per 10 gare su 19 mancheranno “i sempre presenti”, che continueranno ad essere assenti anche in trasferta. La foto, poi, sul mini-abbonamento lo rende incedibile e comunque una schedatura. Gabriele Majo

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

4 pensieri riguardo “IL VOUCHER PER GLI OBIETTORI DELLA TESSERA DEL TIFOSO FARA’ TERMINARE A PARMA LA PROMOZIONE EMPORIUM

  • Si, certo "Marcello", come no. Meglio l'articolo sul poker.

  • Gabriele Majo

    Questo leone da tastiera, che manco ha il coraggio di firmare le proprie accuse infamanti, vorrebbe insinuare che la lettera di Marcello è una mia invenzione. Io non sono un vigliacco come questo spregevole insinuatore anonimo: se ho bisogno di dire qualcosa lo faccio senza il bisogno di inventarmi lettere (come magari lui stesso qualche anno fa faceva su di me, laddove scriveva, prima di ritirarsi a vita privata) e come sempre ci metto la faccia.
    La lettera è stata da me ricevuta la scorsa settimana, e oggi l'ho pubblicata con tanto di mia riflessione più o meno condivisibile annessa. Proseguire nel muro contro muro delegittimando l'avversario non fa parte del mio modo di essere: io preferisco il dialogo. Ma con chi insinua menzogne non si può parlare. Né con chi non accetta il dissenso e ti bolla, a vita, come un nemico.
    Per quanto concerne l'articolo del poker si tratta semplicemente di un redazionale commerciale e non si può mettere sulla bilancia con il suddetto articolo, frutto di una risposta di un giornalista a un suo lettore.
    Gabriele Majo

  • La ringrazio Sig. Majo per la pubblicazione!!! Lei non si fa i c. degli altri, è l'unico che ha le palle di dire come stanno davvero le cose.
    Non voglio alimentare delle polemiche ma chi pensa queste cose è davvero limitato! Le gente le cose non gliele va a dire in faccia perchè se no rischia di prenderle, tutto li. Forse è per questo credono che tutti sono d'accordo con loro, visto che nessuno osa contraddirli. Loro scrivono sempre che vogliono ascoltare le opinioni di tutti, ma poi quando sentono qualcosa che non gli piace si arrabbiano e non sempre solo a parole!!
    La ringrazio ancora per aver pubblicato la mia lettera. La prego solo di non mettere la mia mail e sono sicuro capirà il perchè!!!
    Un caro saluto da Marcello

  • Dai ragazzi, siamo tutti tifosi del Parma, vogliamoci bene! Invece di pensare a Voucher Tessere ecc. In questa estate piena di avvenimenti sportivi…fatemi una bella partita a Poker !!!! Su dai !

    Michele

I commenti sono chiusi.