L’AMMUTINAMENTO DEL SALTIMBANCO: “IL ONE-MAN SHOW DI SCHIANCHI DI IERI SERA A CALCIO & CALCIO ESTATE? IL PALLOSO CANTO DEL CIGNO SUO E DI ANGELLA. DATE LA TRASMISSIONE ALLA ROSIGNOLI…”

Esplosiva intervista esclusiva di stadiotardini.com ad Enrico Boni, che dopo l’esclusione dal salotto televisivo di Teleducato di ieri sera rilancia attaccando il suo “capitano” e l’opinion leader, nota firma della Gazzetta dello Sport, che vorrebbe “pensionare” lanciando l’idea suggestiva di inserire come presentatrice del programma Elisa Rosignoli, indubbiamente tra i migliori “animali televisivi” sulla piazza, per verve e padronanza del mezzo: una sorta di riedizione in salsa locale del Pressing del compianto Vianello… E intanto svela: “Io non perdo di certo il mio posto: pur di tenermi l’editore Pier Gaiti ha rinunciato alla proposta di un curatore che gli avrebbe garantito 80.000 euro…”

(gmajo) – Ditegli tutto quello che volete, ma non che sia banale. E nell’occasione pure intelligente, perché per sparare l’affondo al suo repudiato pigmalione Michele Angella, conduttore di Calcio & Calcio, il Saltimbanco Enrico Boni ha scelto proiettili di qualità. Peggio di un Candreva o Ljajic qualsiasi, se vogliamo, visto l’ammutinamento nei confronti del suo capitano o allenatore che sia, ma con l’arguzia di saper scegliere argomenti difficilmente discutibili e tutto sommato modi anche accettabili o almeno proponibili per farlo. Per lui quella che sembrava essere all’occhio del critico equidistante una sorta di compensazione di Angella, il quale avendo dovuto rinunziare alla presenza dal vivo di Andrea Schianchi – pregevole firma della Gazzetta dello Sport, peraltro non facente parte della comitiva spedita dalla Rosea ad Euro 2012 – per l’intero ciclo estivo del salotto sportivo di Teleducato, aveva deciso di dedicargli un  lungo e riparatore “one man show” speciale, andato in onda ieri sera. L’esclusione non è stata accettata dal Morfeo degli Opionisti, il quale, ha bollato la trasmissione non solo come “pallosa”, ma anche come “canto del cigno” del tandem Angella-Schianchi

Continua la lettura all’interno

Eh sì perché a suo avviso quella che lui ha definito senza mezzi termini “marchetta” si sarebbe trasformata in un boomerang per l’affiatato tandem, giacché, a suo dire, potrebbe essere stata l’ultima apparizione in vista di una clamorosa sostituzione. La proposta lanciata da Enrico Boni è tutto sommato suggestiva: affidare la conduzione di Calcio & Calcio a Elisa Rosignoli, volto del TG di Teleducato, la quale, indubbiamente, è tra i migliori cavalli di razza da talk show prodotti dalle tv locali di Parma. Ha competenza e padronanza (della “macchina televisiva”, anche se non specifica di calcio, anche se noi non dimentichiamo che fino a poco meno di una decina di anni fa ha spesso fatto da madrina alle ruspanti presentazioni del Parma di allora, ben lontane dalle odierne americanate alla Lacché), è simpatica e versatile e potrebbe cimentarsi nei panni del Vianello in gonnella del miglior “Pressing” del tempo che fu. Chissà se quella del Saltimbanco è solo una sparata o se davvero qualcosa bolle in pentola in vista della prossima stagione televisiva. Noi, avvezzi ai compromessi storici, alla concertazione e al dialogo, non vedremmo male una equa via di mezzo tra la rivoluzionaria proposta dall’indisciplinato numero 10 di Calcio & Calcio e la tradizione. E cioè una Rosignoli in conduzione libera di spaziare, ma opportunamente preparata dall’ultimo conduttore della longeva trasmissione, il quale dovrebbe continuare ad esserne il responsabile dei contenuti e della “linea”. Il Variopinto (e poco tatuato, se uno osserva bene le nostre immagini dello scollacciato…) potrebbe però rischiare il posto, qualora questa sua decisa presa di distanze non dovesse piacere al patron o alla guida, che a noi risulta consolidata, di Calcio & Calcio: “Vedi, noi siamo come lo spogliatoio della Lazio di Maestrelli: c’è la corrente di Wilson e quella di Chinaglia. Però siamo una squadra vincente. Io, pur non condividendo l’attuale corso, potrei continuare a farne parte se si deciderà di dare un seguito a quanto proposto fino a oggi, visti anche gli indubbi successi. Ma ti posso garantire che non perdo il posto, perché l’editore Pier Luigi Gaiti, pur di trattenermi, ha rinunciato alla profferta di un candidato che gli avrebbe portato 80.000 euro di pubblicità pur di aver la possibilità di dire la sua nella trasmissione e far fuori me”. Insomma, secondo Boni il ciclo di Schianchi dovrebbe volgere al termine: “E’ sempre andato in calando. Io, quando mi renderò conto di non render più come prima, mi ritirerò”. Considerate le indubbie referenze da Nostradamus (anzi Mostradamus), del Saltimbanco c’è da rovinare le ultime ore di vacanza di Angella, perché le ultime previsioni – dall’esonero di Colomba all’arrivo di Donadoni, al ritorno di Amauri etc etc. – sono state tutte azzeccate: chissà se riuscirà a mantenere la leadership del programma, nonostante l’avverso vaticinio. Nella parte conclusiva della video intervista esclusiva a stadiotardini.com  Boni ha ribadito gli ottimi auspici per la stagione che sta per iniziare del Parma che lui vede in lotta per la Champions League se non addirittura per lo Scudetto. E rivendica, tra le previsioni azzeccate, anche quella dell’arrivo di Rosi. Ma nelle questioni televisive ci prenderà come in quelle del calcio? Tra qualche settimana l’ardua sentenza… Gabriele Majo

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

5 pensieri riguardo “L’AMMUTINAMENTO DEL SALTIMBANCO: “IL ONE-MAN SHOW DI SCHIANCHI DI IERI SERA A CALCIO & CALCIO ESTATE? IL PALLOSO CANTO DEL CIGNO SUO E DI ANGELLA. DATE LA TRASMISSIONE ALLA ROSIGNOLI…”

  • 26 Luglio 2012 in 14:13
    Permalink

    Mi sa che Boni è uno che non fa sesso

  • 26 Luglio 2012 in 14:41
    Permalink

    Solo per dire che vedrei volentieri alla presentazione del Parma Elisa Rosignoli, la migliore giornalista donna di Parma in assoluto nonchè persona semplice e simpatica.Purtroppo sono quasi sicuro che ci dovremo sorbire ancora una volta Piovani e/o una donna dell'entourage di TvParma.

    Pur non avendo nulla contro Angella vedrei la Rosignoli molto bene a Calcio&Calcio come presentatrice perchè lei, rispetto a tante donne che pensano di saperne tanto di calcio (senza fare nomi) e fanno le saputelle, partirebbe con umiltà, dalla parte di chi vuole capire, magari facendo domande semplici e non le solite domande "scolastiche" ma sofisticate che fanno molte donne giornaliste sportive pensando di essere delle Alba Parietti locali. La Rosignoli non è competente nel calcio ma imparerà, e non servono neanche conduttori preparatissimi sul calcio ma gente simpatica, non banale, che sappia rendere un programma piacevole da vedere (ovvero tutto l'opposto di BarSport).

    Per cui io sarei favorevole alla Rosignoli come conduttrice di Calcio&Calcio e come madrina della serata di presentazione del Parma l'8 agosto.

    IndipendenzaXilDucato.

  • 26 Luglio 2012 in 15:15
    Permalink

    Io questa trasmissione l'ho scoperta da poco e ho visto alcune puntate in streaming dal momento che l'emittente ovviamente non si riceve in Veneto (dove risiedo). Devo dire che sono rimasto deluso dalla conduzione di Angella. Anche in estate -in cui non è che ci siano tutti questi temi da toccare a parte il mercato- il conduttore metteva sempre fretta agli ospiti di concludere i loro interventi che non potevano quindi essere articolati. La puntata di ieri sera poi è stata penosa. Schianchi sembrava un predicatore deputato a rivelarci la Verità di cui è unico depositario e Angella lo trattava come una rockstar dandogli del miglior giornalista esistente e chiedendogli amenità tipo il suo rapporto coi social network o che libro stia leggendo. Il saltinbanco sarà esagerato nei modi e nei toni però è innegabile che dia vivacità e che sia competente.
    Saluti.
    Raffo Ferraro

  • 26 Luglio 2012 in 15:55
    Permalink

    Quello che mi dà il voltastomaco, assistendo a certe trasmissioni sportive del lunedì su TV Parma, è querllo di ascoltare la voce di alcuni giornalisti come Piovani e Bellè che si rivolgono al presidente del Parma, quando questi è in diretta telefonica, dandogli del tu, chiamandolo per nome Tommy o Tommaso. A tale proposito vorrei fare presente ai suddetti giornalisti il modo di svolgere il proprio lavoro del giornalista Bulbarelli durante le recenti trasmissioni della rai sul Tour de France che, rivolgendosi ai tanti corridori ospiti in studio, ha sempre dato del lei anche se era abbastanza chiaro a tutti che al di fuori della suddetta trasmissione con molti di loro è in amicizia. Allora perché il signor Piovani nelle interviste che compaiono sul proprio giornale ogniqualvolta intervista il presidente del Parma gli dà del lei? Probabilmente si compiace di fronte al pubblico televisivo che lo ascolta di essere uno che si può permettere di dare del tu al presidente, tutto questo a scapito della professionalità di giornalista. Mandiamoli a casa questi spocchiosi giornalisti ospiti di TV Parma del Lunedì.

  • 26 Luglio 2012 in 17:01
    Permalink

    Sui personaggi ospiti dei programmi Tv è lecito che i lettori possano esercitare il proprio diritto di critica, nel rispetto dei limiti: d'altronde chi volontariamente sceglie di apparire in Tv, diventa "personaggio pubblico" esposto, dunque, all'apprezzamento o meno del telespettatore che lo può giudicare. Nel caso specifico su stadiotardini.com io invito a mantenersi nei limiti, con il nostro abituale stile british e un pizzico di aplomb.
    Al di là della conclusione cui è giunto Lorenzo non posso che essere d'accordo sul fatto che in tv e nelle occasioni pubbliche sia poco professionale dare del tu all'interlocutore (nel caso specifico il Presidente), anche se il "lei" in certi casi è solo burocratica diplomazia quando l'amicizia è conclamata.
    Sull'ossessione per i tempi televisivi di Angella, sottolineata da Raffo Ferraro, mi trovo d'accordo: era uno dei limiti che avevo denunziato già le prime volte che mi ero messo a fare il verso ad Aldo Grasso, anche se rispetto a d allora mi pare che Michele ecceda meno. Del resto se chiedi a chi non è avvezzo a parlare in tv (come un telespettatore da casa) di essere breve va a finire che ottieni l'effetto contrario perché questi si perde ancor di più. E già a richiamarlo si spreca del tempo prezioso.
    E come già scritto anche nel pezzo concordo con Indipendenza per il Ducato sul fatto che la Rosignoli possa essere un'ottima conduttrice. Appunto senza nulla togliere alla professionalità dell'attuale coach.
    Detto questo, al fine di evitare malevoli interpretazioni, specifico che non c'era tra le righe una diminutio ad Andrea Schianchi allorché ho specificato nel pezzo sovrastante che questi non faceva parte della comitiva della Rosea a Euro 2012: egli, infatti, non poteva, poiché è uno dei capiservizio che gestiscono il lavoro dall'interno. È dal 2010 che non viaggia più, se non per fare qualche partita che sceglie lui.
    Cordialmente
    Gmajo

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI