mercoledì, Febbraio 21, 2024
News

OLIMPIADI. SCONFITTA AI SEDICESIMI LA JUDOKA PARMIGIANA EDWIGE GWEND BATTUTA 21-0 DALLA CINESE LILI XU

DSC03042

(gmajo) – Un po’ contagiati dalla Olimpiadi-mania di Wanny (Zagnoli) e dall’invito della GdP a tutti i parmigiani a fare il tifo per la collecchiese Edwige Gwend, non a caso stamani intervista per il quotidiano locale da Paolo Emilio Pacciani, anche noi calciofili di stadiotardini.com ci siamo messi dinnanzi ai teleschermi alle 12 per seguire su RaiDue – la rete olimpica di Mamma Rai – la gara dei 16imi di finale categoria donne 63 kg di Judo della nostra portacolori, che purtroppo è uscita sconfitta dal match, per 21-0 dalla forte cinese Lili Xu. Edwige, sorella del calciatore cresciuto nel settore giovanile del Parma, oggi al Grosseto Thomas_Fabrice Som, dapprima ha subito due penalizzazioni (noi del calcio avremmo gridato allo scandalo dando contro l’arbitro…), poi è stata eliminata con una presa che ha posto la parola fine. Anche alle recriminazioni.

Continua la lettura all’interno

DSC03043Salvo improbabili ripescaggi (confesso la mia ignoranza su questo tipo di regolamento della competizione) l’Olimpiade della Gwend, all’esordio ai Giochi Olimpici, è subito terminata. Entrata di diritto ai sedicesimi (al contrario dell’avversaria che aveva superato anche il turno eliminatorio precedente) la giovane judoka è stata eliminata dalla cinese, rimanendo delusa e sconsolata sul tatami. Peccato per lei e anche per Zagnoli, il quale aveva candidamente confessato  nella sua rubrica su stadiotardini.com – attirandosi qualche antipatia – che preferisce una medaglia nel judo piuttosto che una vittoria del Parma o delle altre squadre che lui segue con affetto. Beh: se quella medaglia fosse stata di Edwige, 22 anni, atleta delle Fiamme Gialle, lo avremmo perdonato… Ricordo che fu per me un piacere e un onore invitare, a nome del di taranto premia la gwendParma Calcio, la Gwend, al Tardini il 17 marzo 2009, quando poco prima della gara con il Mantova venne premiata in campo dal direttore organizzativo Corrado di Taranto con la consegna di una maglia gialloblù personalizzata, dopo i suoi precedenti successi internazionali con importanti medaglie conquistate. Cercando di infittire le relazioni tra i vari componenti della Polisportiva Parma in quella stagione, con i crociati tra i cadetti, ricordo che invitammo anche il fresco campione del mondo di ciclismo (under 23, cronometro, Varese 2008) Adriano Malori.

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

Un pensiero su “OLIMPIADI. SCONFITTA AI SEDICESIMI LA JUDOKA PARMIGIANA EDWIGE GWEND BATTUTA 21-0 DALLA CINESE LILI XU

  • vanni zagnoli

    ciao Gabriele, mi è dispiaciuto tantissimo per l'eliminazione al primo turno. Appunto io tifavo tantissimo per lei e la sua storia, come per il Parma in Europa. Lì sì che il mio sostegno era totale e assoluto, ma con il passare degli anni, nello scorso decennio, il calore dei parmigiani si era affievolito, per l'Europa. Spero che ritorni presto una Europa, per il Parma

I commenti sono chiusi.