E’ NERO-CROCIATO IL COLORE DELL’ESTATE

La casacca riesumata (è proprio il caso di dirlo…) dalla Erreà è stata utilizzata in tutte le amichevoli finora disputate. Sarà confermata anche per la prima uscita con la Real Sociedad di mercoledì sera? L’effimero sondaggio di Parmanews24 sulle maglie…

amauri nerocrociato(gmajo) – En plein della casacca nero-crociata nelle amichevoli estive del Parma Calcio: la “seconda divisa”, riesumata (è proprio il caso di dirlo…) dalla Erreà (che l’aveva proposta già alcuni anni orsono, sia pure con la croce un po’ più ridotta come dimensioni e con la variante dell’oro – per completare l’opera – al posto del bianco la stagione successiva, quella della retrocessione) è stata finora sempre utilizzata in ogni uscita dei nostri eroi: era stato così nei quattro match di Levico, altrettanto nei due test di Praga. Perfino il cronista della Gazzetta di Parma Paolo Grossi, nel commentare il deludente primo tempo della raccogliticcia formazione affrontata all’epilogo della tournée in Bohemia, aveva annotato “45′ in bianco per il Parma, che quest’estate predilige puntualmente la casacca nera”. Se sull’edizione di sabato del quotidiano la prima firma aveva cerziorato i lettori sulle magagne organizzative del trasfertone, oggi ha porto un ramoscello d’ulivo raccontando come le stesse possano aver contribuito a cementare il gruppo, con il simpatico racconto di Palladino che ha acquistato una matrioska crociata (con i colori correttamente declinati, non in negativo) rappresentante se stesso, mentre l’altra “mescolata a quelle di Barcellona, Real Madrid, Chlesea e via dicendo se l’è subito accaparrata il super tifoso Paolo Conti (quello di Centocesimi, che aveva organizzato l’asta eno-gastronomica benefica DiVino Cuore, nda) che, come a Olbia, anche a Praga ha voluto seguire da vicino il nascere della nuova squadra”. Dovrò redarguire il nostro agente segreto nella Repubblica Ceca, perché almeno la foto della matrioska  di Conti (pazienza quella di Palladino…) avrebbe potuto mandarcela…
Continua la lettura all’interno

matrioskaCerto la presenza di matrioske crociate nella stupenda capitale testimonia come l’amato simbolo abbia iniziato ad imporsi anche a livello internazionale e deve essere stata una piacevole sorpresa per gli stessi protagonisti giovedì scorso a zonzo come turisti per le sue strade vederla mischiata a quella di altri club di fascia decisamente palladino matrioska foto gazzetta di parmasuperiore come quelli menzionati dall’inviato del quotidiano dell’Upi, cosa che non può che averli inorgogliti. Ennesima testimonianza che la casacca crociata è unica ed inimitabile e non si capisce ancora come possa esserci chi la “osa” mettere in discussione. Premetto che sono ideologicamente contrario ai referendum che vengono a getto continuo proposti dai siti internet su qualsivoglia argomento, ma ho trovato particolarmente effimero quello parmanews24proposto qualche tempo fa da Parmanews24, di cui è stato reso noto, con una certa enfasi, l’esito la scorsa settimana. Effimero perché non volevo scrivere “inutile” o qualche altro aggettivo un po’ più offensivo. Però è altrettanto offensiva – nonché fuorviante – la stessa proposizione del quesito, che avrebbe poi finito per condizionare il risultato finale. Ecco come il sedicente quotidiano aveva proposto il sondaggio: “Quale preferite? La prima, la scorsa stagione ha anche portato bene; la seconda, è diversa da tutte le altre maglie del campionato; la terza, ricorda i tempi d’oro del risultati_sondaggio_maglieParma”. Va da sé che quest’ultima – appunto quella che ricorda i tempi d’oro del Parma – abbia stravinto le elezioni. Ma non è l’esito della tornata quello che mi fa specie, quanto il modo di porre le domande. Ma con quale educazione sportiva e rispetto della storia si può dire a proposito della Maglia Crociata che “la scorsa stagione ha anche portato bene”. Ma queste considerazioni da smorfia, per cortesia, lasciamole ad altre latitudini. Non esistono maglie che portano 1 Magliabene o che portano male: esistono, semmai, calciatori che le onorano o le disonorano a seconda di impegno e prestazioni. Vabbè che è estate, periodo in cui trionfano i sondaggi, ma almeno propinateceli in un modo un po’ più consono e rispettoso della storia. Vorrei vedere se Parmanews24 nel lanciare un analogo sondaggio ai tifosi di Juve, Inter e Milan, parlando delle loro storiche ed uniche casacche, se ne sarebbe venuto fuori con la frase “la scorsa stagione ha anche portato bene”. Io penso che sia ormai anacronistica questa continua e ridicola contrapposizione tra chi sostiene la gialloblù orizzontale e chi la crociata, e compatisco chi, pur di raccogliere due clic in più ci marcia a più non posso. Colgo l’occasione – lo avevo promesso diverse settimane fa – per chiarire per l’ennesima volta che io non ce l’ho assolutamente con la maglia gialloblù orizzontale, la quale, anzi, 2 Maglia cromaticamente mi arrapa parecchio, però, da giornalista e da appassionato del Parma non posso che riconoscere il primato della unica e vera maglia storica del Parma che è la bianco-crociata. Dovessi scegliere io, però, per quanto concerne la gialloblù preferirei la declinazione con le bande verticali (come da stemma sociale) che non con quelle orizzontali (vero e proprio furto alla Rugby Parma, perpetrato a suo tempo dal clan Tanzi per accontentare proprio i sacerdoti della maglia Crociata, i quali chiedevano almeno una maglia non bianca come il latte, ma con i colori della città): però non mi scandalizza che sia tornata in auge, del resto una polo similare l’avevo indossata esattamente il giorno della presentazione delle “altre” maglie. Quelle alternative alla bianco-crociata che già era stata presentata assieme a “Il tuo nome in crociato”, l’iniziativa correlata alla campagna abbonamenti 2012-3 Maglia13, grazie alla quale una aliquota di fidelizzati che hanno speso soli ulteriori 59 euro avranno il privilegio unico di scendere in campo sulla pelle dei propri eroi con il proprio micro-nominativo stampigliato sulla casacca. Credo che proprio in ossequio a questa operazione – purtroppo non salutata da un successone di pubblico, giacché le adesioni raccolte faticano a riempire i primi (e direi unici) 600 posti disponibili la bianco-crociata non sarà utilizzata fino al debutto casalingo, in locandina alle ore 20.45 di domenica 2 settembre 2012, la serata di Parma-Chievo. Mercoledì sera 8 agosto, contro gli spagnoli della Real Sociedad – nel match “privato” della presentazione, che avverrà mercoledì 22 agosto 2012 in Piazzale della Pace, condotta da Sandro Piovani, affiancato da Monica Bertini e Chiara Andreoli (passata durante il tv-mercato estivo a Tv Parma, dove ha DSC00256esportato il proprio format autoprodotto “Piacere mi presento”) – è facile che possa essere scelta di nuova la divisa nero-crociata, anche in considerazione che la prima muta degli avversari è biancazzurra a strisce verticali (e la seconda è gialloblù). L’Ape-maglia, invece, potrebbe avere l’onore di aprire la nuova serie A del Parma, sabato sera 25 agosto, allo Juventus Stadium, facendo tornare nella mente dei nostalgici epici ricordi di grandi sfide, anche se per la verità il maggior numero di trofei specie all’estero, sono stati conquistati dalla maglia bianca come il latte. Cioè dalla Crociata senza croce. Gabriele Majo

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

5 pensieri riguardo “E’ NERO-CROCIATO IL COLORE DELL’ESTATE

  • 6 Agosto 2012 in 11:41
    Permalink

    Majo, il nostro cerzioratore preferito

  • 6 Agosto 2012 in 13:02
    Permalink

    Caro Majo, mi risulta che non avessero molto da scegliere…o mangi questa minestra….
    Saluti.
    Luca

  • 6 Agosto 2012 in 13:13
    Permalink

    Salve Luca,

    sinceramente non so quanto fosse una scelta obbligata per il Parma, nel senso che nelle ultime settimane i rinnovi o nuove emissioni non erano state tante, sicché non mi pare probabile che si possa registrare un boom di abbonati nel periodo di proroga di agosto. Però glielo auguro di cuore. Così come ribadisco per l'ennesima volta che per il futuro andranno premiati non solo gli abbonati dell'ultima stagione, ma anche i tanti delle annate precedenti. Specie l'anno prossimo, quello del Centenario, sarebbe un pensiero carino concedere sconti a chiunque possa mostrare di essersi abbonato almeno una volta. Così come – essendo ormai conclamata l'erosione dello zoccolo duro – sarebbe giusto che addetti al marketing e C. studiassero il modo di attrarre nuovi abbonati, anziché stangarli con prezzi decisamente più cari rispetto agli abbonarti dell'ultima stagione. E poi c'è sempre l'incognita voucher, anche se per me spostano un numero non troppo grande di persone (circa 200). Cordialmente
    Gmajo

  • 6 Agosto 2012 in 20:05
    Permalink

    Majo at per propria ed chi …. ed settore crociato.
    Unica e inimitabile, bandiera della parmigianità.
    Quanto sono ridicoli!! ahahah
    Andrew

  • 6 Agosto 2012 in 23:32
    Permalink

    Chi sono i ridicoli, Andrew?

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI