CARMINA PARMA / DENTRO GLI ACUTI DI BELFODIL E ROSI: NASCE UN PARMA BELLO E ROSATO

Al via su stadiotardini.com una nuova rubrica poetico-sportiva affidata a Luca Savarese

formazione parma-chievo(Luca Savarese) – Non so che felicità nuova, accarezza così lo spirito l’ultimo verso di Giovanni Pascoli nella poesia Il gelsomino notturno dove, si parla di un concepimento dolce e segreto, tra il silenzio e i colori di una campagna. Anche ieri sera nella prima in casa, i ragazzi hanno fatto vedere emozioni importanti, sostanza deliziosa, si può dire anche qui di trovarsi di fronte ad un concepimento? Forse, piuttosto la doppia di ieri è l’ultima prole di Papà Donadoni, specializzato a produrre qualcosa e qualcuno di buono, alla guida dei gialloblù. E’ una felicità nuova veder segnare un nuovo, Belfodil che lascia poi spazio ad un altro nuovo e quasi come una staffetta provvidenziale,ecco un altro timbro: per la serie questo Parma è davvero nuovo. Certo la tempra, china sul campo e combattiva, è figlia dell’ultimo Parma, ma vincere la prima casalinga con due acuti di due giocatori nuovi, vuol dire tanto.

Continua la lettura all’interno

Anzitutto una cosa: il nuovo ben si articola con l’ossatura donadoniana, non restìa ma, aperta alle novità degli interpreti, come dire, chi viene si trova nelle mani un remo che ha una sola direzione, quella di proporre calcio, di non abbassare mai la testa. Così Ishak Belfodil ed Aleandro Rosi, si stanno inserendo al meglio nei meccanismi di squadra, segnali di un’armonia non improvvisa ma, che nasce e cresce quotidianamente, passo dopo passo. Armonici sono anche i nomi, Belfodil ci fa venire in mente qualcosa di bello ed il bello, per dirla con S. Tommaso d’Aquino, è lo splendore del vero; infatti, quel colpo di testa irriverente da centravanti navigato è stato vero, verissimo, così vero da farlo andare ad esultare come un bimbo, per parecchi metri. Stessa rilevanza etimologica per Aleandro: Rosi, ci fa venire in mente le rose, fiore profumatissimo, simbolo della fede di un’altra santa: Rita da Cascia. Un Parma bello e rosato quindi, sicuramente non ancora santo ( c’è ancora tanto da migliorare e da lavorare) ma certamente armonico, volitivo, ruspante e, vincente. Anche il romano dopo il gol da vera punta, va sotto la curva portandosi la maglia in direzione del volto, quasi ad accarezzarsela e a dire che con questa casacca si, quest’anno, è lecito sognare. Non so che felicità nuova diceva Pascoli, intravvediamo una felicità nuova sul manto del Tardini e dintorni…

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.