GHIRARDI: “IO NON VIVO SU MARTE E CONOSCO I PROBLEMI DELLE FAMIGLIE ITALIANE: TROVO STUPIDO CRITICARE CHI SCEGLIE DI PORTARE I FIGLI AL CINEMA O A MANGIAR LA PIZZA ANZICHE’ ALLO STADIO. IO MI SONO MERAVIGLIATO DI AVER FATTO 8.000 ABBONATI”

 


ALL’INTERNO LA TRASCRIZIONE DELLE RISPOSTE DEL PRESIDENTE DEL PARMA FC TOMMASO GHIRARDI A GABRIELE MAJO, DIRETTORE DI STADIOTARDINI.COM

Gabriele Majo (www.stadiotardini.com) – Tutti gli anni ci aveva abituato a un colpo di mercato finale. Quest’anno, invece, ha preferito farne qualcuno di più all’inizio, consegnando una squadra già completa all’allenatore…

“Ma sì… Si cerca sempre di fare la rosa il prima possibile, di prendere i giocatori nel minor tempo possibile. Quest’anno devo dire che sono stati particolarmente bravi Leonardi e tutti i suoi collaboratori a costruire la squadra nel minor tempo possibile. Perciò noi eravamo praticamente al completo e fare un colpo solo per andare su Sky Sport 24 o Sky Sport, da Di Marzio e gli altri amici, era inutile. Eravamo già a posto così…”

 

Gabriele Majo (www.stadiotardini.com) – Sul discorso della campagna abbonamenti, giustamente, lei ha ringraziato gli 8.000 e rotti che hanno rinnovato, o che si sono abbonati per la prima volta, e poi ha riaperto la campagna, magari per cercare di recuperare qualcuno di quei circa 1.500 che mancano…

“Ma no… Sulla campagna abbonamenti, ripeto, io sono molto realista e molto soddisfatto e non vivo su Marte. Perciò so benissimo che arriviamo da anni di grandissima difficoltà: ci sono molti problemi per le famiglie italiane, perciò io debbo ringraziare tutte quelle persone che si sono abbonate, che hanno sacrificato denaro alle loro famiglie per venire alla domenica allo stadio. Io, veramente, questo filo polemico che ho potuto constatare in queste settimane, lo trovo stupido, perché andare a criticare chi o qualcuno che fa economia magari per portare una sera in più i figli a mangiare una pizza o al cinema e non andare allo stadio, mi sembra veramente assurdo. O qui c’è qualcuno che vive su Marte, se no ci rendiamo conto che la situazione economica è molto molto critica. io sono meravigliato di avere 8.000 abbonati e quindi il primo pensiero che mi è venuto in mente, finita la gara, è stato quello di ringraziarli perché oggi è molto molto difficile poter spendere soldi su cose futili o secondarie”.

 

(Tommaso Ghirardi, estratto dalla conferenza stampa del 05.09.2012 al Centro Sportivo di Collecchio – Video registrazione amatoriale e trascrizione a cura di Gabriele Majo per www.stadiotardini.com)

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

20 pensieri riguardo “GHIRARDI: “IO NON VIVO SU MARTE E CONOSCO I PROBLEMI DELLE FAMIGLIE ITALIANE: TROVO STUPIDO CRITICARE CHI SCEGLIE DI PORTARE I FIGLI AL CINEMA O A MANGIAR LA PIZZA ANZICHE’ ALLO STADIO. IO MI SONO MERAVIGLIATO DI AVER FATTO 8.000 ABBONATI”

  • 5 Settembre 2012 in 17:51
    Permalink

    ripeto, 145 euro per una curva, fra disagi intemperie ed amenicoli vari post e pre stadio sono assurde rispetto ai costi e ai disagi che NON si hanno guardandola in tv,quindi stavolta sono d'accordo e meravigliato anche io.

    piuttosto vorrei sapere chi sono gli uomini di scienza che pianificano le campagne abbonamenti

    turella

  • 5 Settembre 2012 in 19:25
    Permalink

    Turella lo vuoi in regalo l'abbonamento? 145 € è un prezzi giusto. Più che altro bisognerebbe migliorare il Tardini

  • 5 Settembre 2012 in 20:04
    Permalink

    no grazie sono solo vent'anni che pago l'abbonamento,piu' o meno da quando il ghiro faceva la prima superiore 🙂

    se per te e' un prezzo giusto sono problemi tuoi

    non vedo perche' devi uscire con ste cavolate del regalo.
    io mi sono messo solo nei panni di chi non e' patito di parma calcio,dovendo scegliere fra praticamente gratis da casa e pagando allo stadio
    con tutti i vari disagi annessi e connessi ….
    se fai pagare meno che una partita in tv costo medio 8 euro puo' darsi che uno faccia dei conti diversi tutto li

    turella

  • 5 Settembre 2012 in 21:01
    Permalink

    "io mi sono messo solo nei panni di chi non e' patito di parma calcio,dovendo scegliere fra praticamente gratis da casa e pagando allo stadio"

    ah, perchè sky o mediaset premium sono gratis… sìsì, giusto!

    ma si può sapere che cavolo volete voi che avete sempre da lamentarvi?!

    con 145 euro in molti stadi non ci vedi nemmeno una partita in tribuna centrale… non mi sembra un prezzo così assurdo. credo che sia in linea con tutti quelli delle altre squadre di Serie A e B…

    poi ognuno decide PER SE' se è giusto investire o meno questa cifra per vedersi ALLO STADIO a certe condizioni 20 partite della sua squadra del cuore, magari sostenendola… ma è davvero difficile capire cosa ci sia sempre da bragognare, caro turella/joe di maggio/scarpa & bonci/leonador/delfinocurioso/eccetera e adepti vari.

    quanto lo vuoi pagare un abbonamento per 20 partite di serie A, 50 euro? oggi per la stessa cifra non ci vai a vedere nemmeno un concerto dei cugini di campagna… ma siamo seri sù!

    Carlo

  • 5 Settembre 2012 in 21:26
    Permalink

    Le dichiarazioni di Ghirardi sono preoccupanti ma anche una conferma: la conferma che ai vertici del Parma ci sono persone arroganti, che non mettono mai in discussione il proprio operato e non possiedono una sensibilità e una visione strategica del calcio che un dirigente dovrebbe invece avere.

    E' veramente da persone superficiali dire che c'è da essere contenti degli 8000 abbonati e ridurre il tutto alla crisi econmica in atto. La crisi economica è solo una delle tanti ragioni per cui la gente non va allo stadio, ma ce ne sono tante altre come la repressione verso i tifosi, partite falsate dal calcioscommesse (la maggior parte sono pilotate), sentenze ridicole che non puniscono nessuno e incentivano la corruzione nel calcio, stadi fatiscenti, società che non hanno fatto nulla per rendere lo stadio più attraente della paytv, società (tra cui il Parma) che danno importanza ai tifosi solo a parole ma non nei fatti.. e potremmo continuare ancora per molto parlando anche delle campagne abbonamenti imbarazzanti con una comunicazione che è meno chiara dei rebus della settimana enigmistica. Per non parlare della maglia con i nomi dei tifosi che anzichè essere un premio a prezzo agevolato per un abbonato diventa un'occasione doppia per spennare il portafoglio del tifoso. Tralascio la comunicazione pessima sulla consegna delle maglie.
    Potremmo andare avanti per tante righe citando innumerevoli casi in cui la società si è dimostrata veramente poco interessata ai tifosi del Parma.

    Ghirardi parla della crisi economica citandola come unica causa: se c'è una crisi economica e se i tifosi ti interessano ti adegui con un politica dei prezzi innovativa. Innanzitutto è sbagliato fare un prezzo diverso per i nuovi e i vecchi abbonati, è anacronistico questo oggi dato che bisogna portare nuova gente al Tardini. I vecchi abbonati dovrebbero avere come vantaggio solo il diritto di prelazione del posto. Inoltre non possiamo dire che i 145 euro dei vecchi abbonati e i poco meno 200 euro dei neo abbonati sono tanti o pochi. Chiediamoci che valore un club dovrebbe dare ad un tifoso allo stadio in questo momento del calcio con la passione che viene meno, con la crisi economica, con la credibilità del calcio che è pari allo zero.
    Secondo me un abbonamento di curva oggi in Italia non dovrebbe costare più di 100 euro.
    Per me questo è il prezzo ideale.
    Che non si venga a dire che il Parma non ha soldi e non può permettersi abbonamenti di curva a 100 euro (o meno) perchè se qualcuno fa questa osservazione ricordo i fiumi di centinaia di migliaia di euro sperperati per i resort di Malta, Acaya, Sardegna e altri, in alcuni casi con moglie, figli, e addirittura a Malta giornalisti al seguito a spese della società. Oppure parliamo del prezzo esagerato per gli uffici di Collecchio appaltati a ditte bresciane. Una riduzione degli abbonamenti di curva a 100 sarebbe comunque inferiore a queste spese per questi inutili lussi, anzi una riduzione a cento euro per la curva nord non si farebbe neanche sentire sul bilancio del club. Anzi, porterebbe solo che vantaggi in un'ottica futura oltre che un grosso vantaggio per il singolo tifoso.
    Ghirardi dovrebbe interrogarsi, fare un piccolo esame perchè nel suo piccolo Ghirardi potrebbe fare molto per rilanciare il tifo a Parma. Sino ad ora il presidente ha dimostrato o poco interesse o incapacità in tal senso.

    IndipendenzaXilDucato.

  • 5 Settembre 2012 in 21:43
    Permalink

    Ghiro, mi dispiace constatarlo, ma vivi proprio su Marte !!!
    Spajot !!! Doleo Leonardi che dice di non rimpiangere i tifosi persi e il Ghiro con le dichiarazioni di oggi, di abbonati ne perderete sempre di più. Arroganza allo stato puro.E i rappresentanti del tifo organizzato o pseudo tale che non dicono nulla perchè organici come i coordinati oppure accontentati con i voucher come i 181 ultras dei Boys. La strada del baratro è a picco.

    Varachina

  • 6 Settembre 2012 in 07:12
    Permalink

    Sulla Gazza di stamattina l'assessore allo sport ha garantito che il Tardini non si sposta: ragazzi, la mia gufata ieri ha colpito ancora!

  • 6 Settembre 2012 in 07:17
    Permalink

    a me sembra che il brangognatore sei tu carlo.

    io ho dato una motivazione sul perche'

    tu invece fai parte della schiera dei frustrati mi sa

    vai a veder i cugini di campagna che ci guadagni in salute

    turella e basta

  • 6 Settembre 2012 in 07:45
    Permalink

    Ma tu Ghirardi cosa hai fatto per fare in modo che gli abbonati non calassero ? Un esamino d coscienza noooooo, ogni tanto.

    Amletico

  • 6 Settembre 2012 in 08:23
    Permalink

    per rispondere a carlo che mi ha tirato in ballo

    dove non sono mai intervenuto…

    io per esempio lo scorso anno guardando praticamente tutte le partite del parma in trasferta (purtroppo ho chiuso con le menate)

    avro' speso si e no 80 euro …

    turella spesso non lo condivido pero' a volte

    parlano i fatti.

    poi i 145 euro sono il minimo sindacale

    tieni presente chi va in tribuna e poi mi sai

    dire

    joe dimaggio

  • 6 Settembre 2012 in 08:26
    Permalink

    a proposito….indy ti quoto in toto

    ioe dimaggio

  • 6 Settembre 2012 in 08:58
    Permalink

    Indipendenza IDOLO

  • 6 Settembre 2012 in 10:26
    Permalink

    grandissimo indipendenza x il ducato…..sante parole
    filippo1968

  • 6 Settembre 2012 in 11:09
    Permalink

    Ma quale arroganza,semmai la supponenza la sento in frasi di alcuni di voi,tutti motivi legittimi quelli della crisi di un sistema calcio e della congiunturale crisi economica,non da imputare certo a Ghirardi o al Parma calcio.
    No perchè sembra che come al solito solo la nostra società è colpevole,solo Ghirardi fa dichiarazioni di questo tipo,dai su contiamocela giuta,poi se qualcuno ha voglia di brangognare lo facesse,non facesse l'abbonamento,suo legittimo diritto,o queste cose cercasse di comunicarle alla società,anche per interposta persona(vedi Majo).
    Nessuna società di serie A ha abbonamenti di curva a 100 euro(eccetto ridotti per età,bambini,anziani).
    Squadre meno quotate della nostra hanno prezzi superiori.(perfino neopromosse es.Pescara 270 euro di curva).
    La maggior parte delle società di calcio fa un distinguo fra nuovo e vecchio abbonato,differenziandone i prezzi,dando un privilegio alla prelazione e al vecchio abbonato rispetto al nuovo.
    La maggior parte delle società ha avuto cali paurosi di abbonati.
    La maggior parte delle società ha prolungato o riaperto il periodo per sottoscriverne di nuovi.
    Le cifre e i dati possono essere consultati da tutti.
    Una cosa sola mi piacerebbe la possibilità di rateizzazione,che premesso poche società fanno.

  • 6 Settembre 2012 in 11:59
    Permalink

    continuiamo a darci addosso l'uno con l'altro ognuno parlando la sua lingua, la vera babele crociata !
    in realta' mi aspettavo che qualcuno capisse dove sta l'inghippo a me sembra evidente…chi vive grazie alle tv non puo' fare concorrenza alle tv stesse,mi spiego meglio NON posso far pagare meno
    allo stadio perche' tolgo clienti a chi mi da da mangiare….ormai sono schiavi di se stessi oppure come penso non gliene frega una mazzafionda degli stadi pieni

    turella

  • 6 Settembre 2012 in 14:00
    Permalink

    @Marco. Tu scrivi "La maggior parte delle società ha avuto cali paurosi di abbonati" e poi scrivi che ci sono società inferiori a noi che hanno prezzi superiori. Evidentemente qualcosa non funziona! Cosa dici? Io dico che non ha senso fare paragoni sul valore degli abbonamenti perchè sono tutti valori esagerati. Chiediamoci a mente libera quanto può valere un abbonamento di curva oggi con la serie di problemi che abbiamo elencato. Serve una certa sensibilità e conoscenza del contesto (sempre se si considerano i tifosi parte integrante del calcio): come dicevo prima il prezzo per me è 100 euro. Non può essere di più.

    @Turella. Ne sono pienamente consapevole del problema che hai citato: ad un presidente interessano solo i tifosi davanti alla poltrona perchè portano i soldi della paytv e se incentiva lo stadio è come un cane che si morde la coda. Attenzione però: c'è un equilibrio che prima o poi verrà a meno perchè se tra cinque anni, andando avanti con questo trend, gli spettatori saranno non ottomila ma 4000 il calcio perde appeal e anche lo spettatore da salotto preferirà fare altre cose alla domenica anzichè vedere un sport che non viene seguito da nessuno o da pochi. Un commentatore sky ricordo che disse che non è vendibile una partita con uno stadio deserto. Provate a pensarci: se fate zapping vi fermate più volentieri a vedere uno Schalke-Borussia con uno stadio stracolmo o un Milan-Fiorentina in uno stadio vuoto per il 3/4?.

    IndipendenzaXilDucato.

  • 6 Settembre 2012 in 14:12
    Permalink

    turella io quello che non capisco è perchè accade ciò solo in italia,

    mi spiego pensiamo alle altre nazioni "calcistiche" passatemi il termine (spagna,germania, inghilterra), in queste nazioni la paytv c'è da anni con uno spezzatino disarmante e allucinante (specialmente in inghilterra) eppure la gente si ammazza per andare allo stadio…

    sicuramente una grossa differenza la fanno gli stadi stupendi, ma i prezzi che io sappia sono uguali se non maggiori ai nostri… ma che di fondo ci sia anche una sostanziale differente cultura calcistica ?

    comunque ritengo che sia nel calcio sia nella vita di tutti i giorni l'italia sia una delle nazioni più atipiche dell'universo…

    se qualcuno fuga i miei dubbi gliene sarei riconoscente =)

    dents

  • 6 Settembre 2012 in 15:01
    Permalink

    Ciao Gabri, ci siam conosciuti in trasferta con Baroni, sabato c'è l'amichevole con la Samp? Te lo chiedo perchè sul sito non dici nulla.
    Dai grande
    Tano

  • 6 Settembre 2012 in 21:22
    Permalink

    Confermo che sabato alle 19 al Tardini c'è l'amichevole Parma-Sampdoria.

    Mattia

  • 8 Settembre 2012 in 10:52
    Permalink

    Scusate ma non per dire ma che senso ha paragonare uno spettacolo dal vivo con uno televisivo, io faccio il paragone tra cinema e teatro….poi per quel che riguarda i prezzi 19 partite per 8 euro l'una farebbero 152€ vero? Quindi con 145 siamo sotto agli 8€ cadauna obiettivamente se uno valuta meno di otto euro una partita di serie A dal vivo, credo sia meglio se ne resti al calduccio….Se poi non si può permettere una spesa di 145 € spalmata in 10 mesi , ha tutta la mia solidarietà ma pure problemi più importanti che col Calcio e con Parma nulla hanno a che fare.
    Angioldo

I commenti sono chiusi.