IL “CELODURISMO” DI GHIRARDI

Il settimanale “Il Nuovo di Parma” prende spunto dall’attacco del presidente del sodalizio gialloblù al direttore di stadiotardini.com Gabriele Majo per attriburgli “un bel Nad’Or, ovvero un’anatra d’oro che può esser considerata una sorta di Tapiro di Staffelli per chi colleziona la peggio figuraccia del cortile”

il nuovo di parma il celodurismo di ghirardi

(da Il Nuovo di Parma) – Invece di risolverla nei bagni della società come fanno gli uomini veri che da tempo immemore misurano così le loro faccende intime come quelle personali, il presidente del Parma Calcio Tommaso Ghirardi ha scelto invece di confrontarsi in pubblico con il suo ex addetto stampa, colpevole di aver chiesto l’intervento della magistratura dopo essere stato silurato in tronco allo scadere dell’ennesimo contratto a termine dal Parma Calcio. Il siparietto è avvenuto durante una conferenza della società con un presidente che brandiva il dito minaccioso accusando Gabriele Majo di essere nemico del Parma e quindi del suo presidente al quale non avrebbe dovuto mai più rivolgere domande. Chiarendo che lui parla solo con i giornalisti “amici”.

Continua la lettura all’interno

Già giornalisti amici, verrebbe da chiedersi che cosa significhi ma meglio non declinare le possibili interpretazioni. Fatto sta che il presidente furioso sentiva di avere in mano il righello più lungo, consegnatogli dal verdetto del Tribunale che lo esonerava dall’obbligo di assumere il giornalista che, nel frattempo, aveva avuto l’ardire, un po’ per passione e un po’ per sbarcare il lunario, di aprire un blog sportivo ricco di gossip e indiscrezioni sul mondo degli uomini in mutande che rincorrono una palla. Ovviamente poco gradito al suddetto pres che per lo stile dimostrato in questa occasione si merita un bel Nad’Or pronunciato alla parmigiana, ovvero un’anatra d’oro che può essere considerata una sorta di Tapiro di Staffelli per chi colleziona la peggio figuraccia del cortile.

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

One thought on “IL “CELODURISMO” DI GHIRARDI

  • 22 Settembre 2012 in 23:26
    Permalink

    avete finalmente un presidente decente e ci sono persone come lei che nel nome del giornalismo pensano di poter fare tutto e lo attaccano? ma mi faccia il piacere…

I commenti sono chiusi.