“IL GIORNALISMO SENZA DOMANDE E’ COME GIOCARE A CALCIO SENZA PALLONE. NON C’E’ GUSTO…”

Nel Tg serale di Teleducato il conduttore di Calcio & Calcio Michele Angella ha espresso la sua solidarietà al direttore di stadiotardini.com Gabriele Majo, definito dal presidente Tommaso Ghirardi “persona sgradita e nemico dal Parma”, citando una significativa frase del presidente della FNSI Roberto Natale

DSC05373(Michele Angella, dal Tg di Teleducato) Parma concentrato sulla sfida di sabato al Tardini contro la Fiorentina: la partita che dovrebbe riportare Amauri a disposizione di Donadoni, almeno per la panchina. Una partita importante, da affrontare con la dovuta carica e la giusta serenità. Speriamo, però, che la squadra non venga contagiata dal nervosismo dei piani alti gialloblu. Questa mattina il presidente Tommaso Ghirardi, durante una conferenza stampa, ha rifiutato in malo modo, di rispondere a una domanda posta, in maniera garbata, dal collega di stadiotardini.com Gabriele Majo, in merito ai tempi di trasferimento nella nuova sede di Collecchio. “Non le risponderò, lei a me non rivolgerà mai più una domanda. Perché chi non è amico del Parma, come lo è lei, non lo è neanche del suo presidente” – ha detto Ghirardi rivolto al cronista, nell’imbarazzo generale.

Continua la lettura all’interno

Ricordava tempo fa, in una nota, il Presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, Roberto Natale, che “Il giornalismo senza domande non è possibile. E’ come giocare a calcio senza pallone. Non c’è gusto”. Purtroppo, a quanto pare, al patron le domande, quelle vere, piacciono poco. Ad essere gradite sono solo quelle ammiccanti … Al collega maltrattato la solidarietà della nostra redazione, al presidente l’invito a rivolgersi al propri esperti di comunicazione (ma basterebbero anche semplici persone di buon senso), per farsi spiegare che certe figure sarebbe meglio evitarle.

(di Michele Angella, dal TG di Teleducato delle 19.30 del 19.09.2012)

 

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

 

GHIRARDI: “MAJO, LEI E’ PERSONA SGRADITA E UN NEMICO DEL PARMA, PERCHE’ HA INTENTATO UNA CAUSA PER ARRICCHIRSI”

L’EDITORIALE DI GABRIELE MAJO

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

7 pensieri riguardo ““IL GIORNALISMO SENZA DOMANDE E’ COME GIOCARE A CALCIO SENZA PALLONE. NON C’E’ GUSTO…”

  • 20 Settembre 2012 in 08:53
    Permalink

    Con i problemi gravi di TeleDucato Angella sta dimostrando giorno dopo giorno di essere l unico a seguire con spirito critico da giornalista vero le vicende del Parma.insieme a Majo naturalmente.
    Piotre

  • 20 Settembre 2012 in 08:54
    Permalink

    majo sarà una persona sgradita al parma calcio…ma il cicciottello figlio di mamma è una persona sgradevole in generale.

  • 20 Settembre 2012 in 10:11
    Permalink

    bravo Angella!

  • 20 Settembre 2012 in 10:21
    Permalink

    Non esageriamo, Ghirardi non è affatto una persona sgradevole. E' stato sicuramente un errore esprimersi in questi termini, ma probabilmente il suo nervosismo avrà motivazioni che noi non conosciamo. Secondo me, a mente serena, non tarderà a chiedere scusa al sig. Majo.

    Luca

  • 20 Settembre 2012 in 12:05
    Permalink

    il calcio e' polemica perche' ci si mette passione,

    sai che cavolo me ne fregherebbe di disquisire sul parma calcio se non ne fossi fanatico ?

    si devono ritenere fortunati che ci sia ancora qualche "pirla" che ne parla di questo calcio clientelare in tutte le sue sfaccettature,se si rompono gli zebedei quelli come me,possono andare per sprelle tutti lor signori

    turella

  • 20 Settembre 2012 in 12:59
    Permalink

    non so, forse è un virus che gira, ma sto diventando un turelliano convinto…

  • 21 Settembre 2012 in 12:28
    Permalink

    più che gli esperti in comunicazione gli serve qualcuno che gli insegni l educazione…..
    Filippo1968

I commenti sono chiusi.