IL PARMA DEL FUTURO / VAI A CAPIRE QUAL E’ IL VERO SANDOMENICO…

Buona la seconda. L’attaccante rimasto in prestito all’Arzanese, ma che ha firmato un triennale col Parma, dopo aver deluso ad Aprilia alla prima di campionato, si è ampiamente riscatto domenica quando è stato autore di un assist al bacio per il primo gol al Campobasso, della rete su rigore valsa il raddoppio e infine del suggerimento verticale che ha dato il là al definitivo 3-0…

DSCN9240(Luca Russo) – E adesso vai a capire qual è il vero Sandomenico. Se dovessimo fidarci del mercato e del Parma che ha visto in lui così tante belle cose da proporgli una bella firmetta su un contratto di tre anni, saremmo a posto. Ma il calcio è soprattutto campo ed è il campo, in questi casi, a restituire responsi più o meno definitivi. Dunque, fidiamoci di ciò che succede sul rettangolo verde e lasciamo perdere chiacchiere di altro tipo. Da Aprilia, alla prima uscita dell’Arzanese in campionato, erano rimbalzate notizie che ci raccontavano di un Sandomenico decisamente fuori traccia. Per la verità nessuno tra i campani aveva brillato in modo particolare. E per quanto Salvatore possa tranquillamente splendere di luce propria, l’attaccante napoletano al momento è ‘solo’ una stella che si accende ad intermittenza in attesa di consacrarsi (e illuminarsi) definitivamente nell’élite del calcio italiano. Del resto non gli si può sempre chiedere di mettersi in proprio e scandire non solo il suo destino, ma pure quello della squadra. Ogni tanto deve potersi mettere in disparte e brillare di luce riflessa. Domenica scorsa, comunque, sarebbe bastato anche un Sandomenico a mezzo servizio perché il Campobasso facesse la fine che poi ha fatto…

Continua la lettura all’interno

DSCN9239Il 3-0 che lo ha investito è figlio di tanti episodi che messi insieme ci danno l’esatta dimensione del talento di Totò, autore, nell’ordine, di un assist al bacio, del gol su rigore, del suggerimento verticale che dà il là alla rete che mette i sigilli all’incontro e, nel complesso, di una prestazione da cui emerge tutta la sua duttilità. Dapprima viene collocato sull’out di destra. E fa un figurone. Poi trasloca sulla corsia opposta, quella che normalmente abita con eccellenti rendite, e la retroguardia molisana vede i sorci verdi fino al triplice fischio. Il ragazzo, e qui non DSCN9237temiamo alcun tipo di smentita, ci sembra già eleggibile per il salto tra i grandi del calcio. Rogazzo (tecnico dell’Arzanese), interpellato al riguardo, ci va coi piedi di piombo, manco fosse in un negozio di cristalli: Salvatore è di una categoria superiore e questo non lo scopriamo di certo oggi. Ma prima di meritarsi i palcoscenici del grande calcio, dovrà perfezionare alcuni aspetti del suo carattere”. Sarà. L’unico difetto che in questo momento interferisce, ma nemmeno tanto, con le ottime esibizioni dell’attaccante partenopeo, è la mancanza di DSCN9236continuità. Per cui Sandomenico è in grado di trascinarsi dietro la squadra per venticinque minuti e sparire dal campo nei restanti venti. Peccati di gioventù. Come quello che nei minuti finali gli ha suggerito di avventurarsi in un improbabile cucchiaio invece che spaccare con una conclusione a basso coefficiente di difficoltà. Non fa niente: eravamo già sul 3-0 ed in ballo non c’era l’accesso alla fase a gironi di Champions. Della serie: di Maicosuel, per ora, può bastarne uno. Luca Russo

 

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

IL PARMA DEL FUTURO – CONOSCIAMO IL GIOVANE ATTACCANTE SALVATORE SANDOMENICO, L’ “INSIGNE” CROCIATO, RIMASTO IN PRESTITO ALL’ARZANESE

I TALENTI DELLE SERIE INFERIORI: DIAKITE ABDULAYE – DECISO, MA ELEGANTE – RICORDA IL PRIMO THURAM. MA SANDOMENICO, FUTURO ATTACCANTE CROCIATO, IERI HA UN PO’ DELUSO

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

One thought on “IL PARMA DEL FUTURO / VAI A CAPIRE QUAL E’ IL VERO SANDOMENICO…

  • 11 Settembre 2012 in 18:32
    Permalink

    Beh, interessante……non vedo l'ora di seguire tutto l'anno questo imperdibile reportage su sandomenico!!!!!

    Carlo

I commenti sono chiusi.