LA BACCHETTATA DI ROSSI (FNSI) A GHIRARDI (“IMPARI A TRATTARE CON I GIORNALISTI”) RIPRESA DA TUTTOMERCATOWEB.COM

Il portale specializzato sul calcio mercato ha riportato la nota del Segretario generale aggiunto e Coordinatore della Commissione Uffici stampa della Federazione Nazionale della Stampa che ha stigmatizzato quanto successo durante la conferenza stampa di ieri (il duro attacco del Presidente del Parma FC al direttore di stadiotardini.com Gabriele Majo, etichettato come “nemico del Parma” e “persona sgradita”) richiamandolo ad intrattenere rapporti ed atteggiamenti più consoni con la stampa

tmw(di Alessio Calfapietra, da Tuttomercatoweb.com)Ferma presa di posizione della FNSI (Federazione Nazionale della Stampa Italiana) in merito all’episodio accaduto ieri fra il presidente del Parma, Tommaso Ghirardi, e Gabriele Majo, ex addetto stampa della società ducale e direttore del quotidiano online "StadioTardini.com". Durante la conferenza stampa di presentazione del terzo anno di partnership fra il Parma e la Colser, Majo ha rivolto una domanda a Ghirardi circa l’inaugurazione del Centro Sportivo di Collecchio, ricevendo questa risposta: "Majo, io glielo dico una volta per tutte: lei Majo a me non rivolgerà mai più una domanda da oggi in poi, perché lei non è persona gradita al Parma, lei ha intentato una causa per arricchire le sue tasche e l’ha persa, perciò vuol dire che la giustizia ha fatto il suo giusto percorso. Perciò lei, da oggi, a me non rivolge più parola. Non le verrà impedito di venire alle conferenze stampa: i tesserati, se vorranno, le potranno rispondere, ma lei a me non rivolgerà mai più una domanda. Perché chi non è amico del Parma, come lo è lei, non lo è neanche del suo presidente". Ghirardi ha fatto riferimento al contenzioso fra il Parma e lo stesso Majo per la fine del rapporto lavorativo con il club emiliano, dove il giudice ha parzialmente accolto il ricorso del nostro collega.

Continua la lettura all’interno

 

nota rossi fnsiIl Segretario generale aggiunto e Coordinatore della Commissione Uffici stampa della FNSI, Giovanni Rossi, stigmatizza quanto successo e richiama Ghirardi ad intrattenere rapporti ed atteggiamenti piu’ consoni con la stampa: "Il Presidente del Parma FC, Tommaso Ghirardi, deve ancora imparare come ci si comporta nei rapporti con il mondo dell’informazione e con i lavoratori. E’ nel suo pieno diritto non rispondere ad una domanda nel corso di una conferenza stampa, ma non può aggredire verbalmente chi gliela fa. E non può farlo tanto più motivando tale atteggiamento con il fatto che il giornalista che ha di fronte ha rivendicato quelli che ritiene i suoi diritti in sede legale. Né può permettersi di diffondere notizie non corrette su quanto accaduto in giudizio, peraltro avvenuto in leonardi malafedeprima istanza. Tanto più non avendo ancora ottemperato ad una parte della sentenza che prevedeva il pagamento di differenze retributive a favore del collega. Esprimo solidarietà al collega Gabriele Majo, già addetto stampa del Parma Calcio, che deve confrontarsi con l’arroganza di chi, come il Presidente del Parma FC, ritiene, evidentemente, di poter mancare di rispetto ai suoi interlocutori".

Poche ore prima, durante la conferenza stampa di presentazione di Arteaga e MacEachen, l’ad parmense Pietro Leonardi ha parlato di "malafede" riguardo certi operatori dell’informazione locale, riferendosi probabilmente allo stesso Majo che per settimane ha espresso dubbi e perplessità sulle lungaggini del trasferimento del terzino uruguaiano.

di Alessio Calfapietra, da Tuttomercatoweb.com

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.