PIOVANI DAL SAN PAOLO: “NAPOLI PIU’ FORTE: IL PARMA HA MERITATO DI PERDERE, ANCHE SE NEL PRIMO TEMPO HA GIOCATO BENE. NINIS IL MIGLIORE. IL PEGGIORE NON SI DICE…”

Il corrispondente di stadiotardini.com Luca Russo ha intercettato il popolare inviato della Gazzetta di Parma mentre stava lasciando l’impianto napoletano: “Continuiamo a far fatica a tirare in porta: latita il gioco offensivo, non tanto il reparto…”

www.stadiotardini.com

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

6 pensieri riguardo “PIOVANI DAL SAN PAOLO: “NAPOLI PIU’ FORTE: IL PARMA HA MERITATO DI PERDERE, ANCHE SE NEL PRIMO TEMPO HA GIOCATO BENE. NINIS IL MIGLIORE. IL PEGGIORE NON SI DICE…”

  • 16 Settembre 2012 in 21:18
    Permalink

    su ninis sono d'accordo,inspiegabile il suo cambio
    ma io non capiscio nulla.

    il peggiore sicuramente …morrone 🙂

    turella

  • 17 Settembre 2012 in 01:43
    Permalink

    Ninis non stava andando male ma è molto lento e secondo me fa fatica da seconda punta andando a questo ritmo. Ovviamente è il mio modesto parere, io avrei inserito prima Palladino spostando ninis sulla linea di centrocampo rinunciando a un galloppa già ammonito. Il mister ha inserito pabon, si vede che vede in lui qualità che purtroppo fino ad oggi non si sono ancora viste. Io come ho già scritto in altri post sono per dargli fiducia però per adesso l'operato espresso si riassume in qualche tiro da lontano finito lontanissimo dalla porta. Belfodil mi sta piacendo ma servono goal, io spero che amauri torni in fretta. Saluti,

    Tino

  • 17 Settembre 2012 in 05:00
    Permalink

    Ciao turella, io ho un bruttissimo presentimento e cioè quello che Ninis a gennaio verrà bellamente venduto al miglior offerente per lucrare al massimo sul fatto che sia arrivato a parametro zero: essendo il greco l'elemento del Parma nettamente meglio dotato tecnicamente non si capisce infatti perchè Donadoni non gli costruisca attorno la squadra, esattamente come capitava con Giovinco e come succede nella Nazionale greca, dove il giocatore riesce a dare il meglio di sé. La mia tesi è quella che il progetto Parma sia in realtà semplicemente una strategia di mercato, quella cioè del maggior ricavo possibile dalla vendita di giocatori arrivati a parametro zero (vedi Borini), per permettersi poi di depennare dal bilancio le entrate derivanti dai sempre più magri incassi dei botteghini del Tardini e questa politica a mio parere avrebbe due importanti obiettivi: 1) eliminare definitivamente l'annoso problema della ristrutturazione dello stadio; 2) togliere l'ultimo strumento contrattuale in mano ai tifosi, vale a dire la possibilità di contestare in maniera sonora ed efficace, riducendoli a gruppetto sempre più sparuto e innocuo.

  • 17 Settembre 2012 in 10:06
    Permalink

    ciao parmigiano
    donadoni non costruisce la squadra intorno a ninis perchè al momento è ancora un oggetto sconosciuto ….anche a lui,o perlomeno arriva da un lungo infortunio e da un campionato come quello greco che dagli addetti ai lavori non viene considerato un "calcio attendibile"e non permette quindi di pesare i giocstori per quello che è il loro reale valore..non è il caso di rischiare in questo modo quindi…..in più ninis è un altro da aspettare che si aggiunge alla lunga lista dei vari: BELFODIL,PABòN,ARTEAGA,ACQUAH,PAROLO,MCEACHEAN(quando ci sarà) …E IL "PEZZO FORTE" AMAURI…..c è troppa gente da aspettare qui ..comincio ad avere delle serie preoccupazioni,aspetto….ma …sono preoccupato
    a presto
    Filippo1968

  • 17 Settembre 2012 in 11:03
    Permalink

    Filipmilnovesintsisantót, aio bele capí: pù ca na squedra ad calc il Perma al pera na sela ad la stasió, indova la gint a ghe da aspetér. Ciao, Pramsan. PS Scusatemi, ma questo é quanto di meglio la mia SOMMA IGNORANZA DIALETTALE ha saputo creare: San Michelotti ORA PRO NOBIS.

  • 17 Settembre 2012 in 11:35
    Permalink

    ah ah!!parmigiano!!con questo nick name dovresti scrivere sempre così!!!!vedo che anche tu condividi le mie paure……io mi sono dato tempo fino alla settima ottava giornata dove il calendario si farà (forse …sempre sulla carta più agevole)da lì tirerò le somme
    ciao!!!
    Filippo1968

I commenti sono chiusi.