TA DAH… MAGIA ! E IL FOLLETTO E’ APPARSO SUI BACKDROP DEL CENTRO SPORTIVO DI COLLECCHIO…

Montati oggi i cartelli pubblicitari con in evidenza il nuovo main sponsor… GUARDA LA FOTOGALLERY AMATORIALEDSC05224

(gmajo) – E poi non ci si dica che non rispettiamo la par condicio… Come qualche settimana avevamo rimarcato l’assenza del main sponsor “Folletto” sui vari poster in distribuzione sul quotidiano edito dall’Upi “Gazzetta di Parma” (eccezion fatta per quello di Galloppa), così era da tempo che tenevamo nel freezer “no frost” marca “Wanny” la notizia da estrarre al momento opportuno della medesima mancanza nei back drop (cioè quegli arnesi più o meno sofisticati che stanno dietro la schiena degli oratori, con sopra i loghi dei partner commerciali delle società di calcio) del Centro Sportivo di Collecchio. Solo oggi – pochi giorni prima della terza giornata di campionato – le maestranze di G Sport / Italtelo, guidate dal vice responsabile locale in pectore Mattia Incannella, hanno provveduto a sostituire quelli vecchi – ove la decalcomania  del noto sistema di pulizia della Vorwerk non c’era con quelli nuovi di trinca dove invece fa bella mostra di sé in posizione di evidenza.

Continua la lettura all’interno

Del resto non si è sempre sostenuto che il vero campionato parte dopo la prima sosta per l’attività azzurra? E pazienza se nelle conferenze precedenti – specie quella di Mister Donadoni, prima di Juventus-Parma, per ora la più seguita dai media, con tanto di Sky in diretta satellitare – c’era ancora il vecchio telone sfondo. Tra le new entry Mediaset Premium, Bet-Clic, di cui pochi giorni fa il club, in un comunicato stampa ufficiale, aveva dato la notizia dell’inizio della partnership commerciale (anche se è rimasto pure il concorrente Interwetten, medesimo ramo scommesse) e la Gazzetta dello Sport. Chissà che non dedichi più spazio al Parma in futuro… O chissà se proprio per quello ha dedicato la paginata al gemellaggio ultrà Boys-Tito cementificato sabato sera… Già che c’erano gli addetti hanno provveduto a sostituire e aggiornare anche le pubblicità bordo campo sui vari terreni d’allenamento della struttura. Gabriele Majo

FOTOGALLERY AMATORIALE

DSC05224DSC05225DSC05226DSC05227DSC05228DSC05229DSC05230DSC05231DSC05232DSC05233DSC05234DSC05236DSC05238DSC05239

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.