CARMINA PARMA / LO ZERO A ZERO RISULTATO PERFETTO? SI E NO…

Che strano effetto giocare contro undici che hanno indossato la casacca crociata!

DSC09922(Luca Savarese) – A parte che fa uno strano effetto giocare contro undici che hanno indossato la casacca crociata e che hanno ancora negli occhi e nel cuore aromi gialloblù. Però, nel calcio di oggi è così, ieri pinco pallino era tuo e dopo due ore lo vedi già di un’altra. Parma-Siena parte con tanti ex e finisce con tante occasioni gettate al vento che potevano valere i tre punti ma che portano un punto, vitale dopo il malore di Pescara. Tornano Amauri e Belfodil, i pezzi grossi, ma Pegolo (volto importante nella cavalcata che ci riportò a riveder le stelle della A, nella stagione 2008-09) fa il diavolo a quattro e para tutto dando al Siena un pareggio vitale anche per loro. E quando due squadre hanno bisogno di qualcosa assolutamente, finisce che ne esce uno zero a zero, che non si sbilancia né da una parte né dall’altra.

Continua la lettura all’interno

Annibale Frossi, calciatore e giornalista dell’Italia degli anni trenta e poi il poeta Eugenio Montale ebbero a dire che lo zero a zero è il risultato perfetto, quello che incarna lo spirito del gioco del calcio e che esalta il ruolo dei portieri. (A proposito un grazie a Mirante che è stato super e che ci ha cucito più di tutti il punto). Sarà vera quell’espressione, preferiamo piuttosto scomodare un verso della poesia di Eugenio Montale, Non chiederci la parola per sintetizzare il pomeriggio di caccia magra contro i senesi che ad un certo punto della faida potevano esultare con Calagol che per nostra fortuna è rimasto solo Calaiò. Il verso dice, inserito in un contesto dove il poeta ligure invita sostanzialmente i suoi lettori a non chiedere al poeta ed alla sua poesia chissà quale formule segrete e quali rimedi universali, Ciò che non siamo, ciò che non vogliamo. Probabilmente non siamo ancora la squadra, come si auspicava dopo il sorprendente filotto, capace di rimanere in pianta stabile e con autorità dietro le primissime, come la Fiorentina, per intenderci, forse però non lo vogliamo davvero essere, quantomeno non ancora, perché se si sbagliano cinque grandi palle gol, Parolo-Musacci (gliene entrerà qualche volta uno) Zaccardo, ancora Parolo e Belfodil o non vuole entrare la palla, o non vogliamo abbastanza noi che entri. A volte ci vuole un pizzico di volontà in più per spingerla dentro. Non basta tirare. Abbiamo avuto le armi per far male, e questo è un passo grande in avanti dopo l’apatia di Pescara ma, non abbiamo sparato abbastanza forte. Alla prossima per premere i grilletti nella giusta maniera e fare magari qualche golletto. Luca Savarese

 

Clicca qui per leggere l’articolo di Luca Savarese: “Metti una domenica mattina con Ugo Russo. Una carezza di umanità”

 

LE PRECEDENTI PUNTATE DI CARMINA PARMA DI LUCA SAVARESE

CARMINA PARMA / DENTRO GLI ACUTI DI BELFODIL E ROSI: NASCE UN PARMA BELLO E ROSATO

 

“CARMINA PARMA” / LORO AVRANNO SAN GENNARO, MA SE SOTIRIS NINIS CONVOCA I SUOI AMICI DIVINI, SI SALVI CHI PUO’…

 

CARMINA PARMA / “VA BENE CHE ARRIVA L’AUTUNNO, MA VORREMMO VEDERE UN PARMA PIU’ SOLARE, PROPOSITIVO O SPECULATIVO NON IMPORTA, MA CHE TRASMETTA RAGGI, MESSAGGI DI VITA E NON SEGNALI DI MORTE…”

 

“CARMINA PARMA”– IL RIGORE DA SPARVIERO DEL “PACARITO”

 

“CARMINA PARMA” / E’ AUTUNNO: PIOVONO I RIGORI…

 

“CARMINA PARMA” / COM’E’ BELLO TIFARE PARMA IN MEDIOLANUM

 

CARMINA PARMA / “ARENA SINE CALCE”: UN POMERIGGIO DA TREGENDA. E SE POI CI SI METTE ANCHE ‘MALALOUANE’…

 

“CARMINA PARMA” / DONADONI E I SUOI ‘DONI’ DI SIGNORILITA’: UNA PICCOLA FRASE, UNA GRANDE PERSONA

 

CARMINA PARMA / “UN PITTORE, TRE SCULTORI E UN BOMBER: COSI’ RIALZIAMO LA TESTA”

 

CARMINA PARMA / QUANDO LA GIOIA ARRIVA DALLE ORECCHIE…

 

“CARMINA PARMA” / TRE SINISTRI PER UNA DESTREZZA FISICA E SPIRITUALE

 

CARMINA PARMA / NEL MARE DI PESCARA SOFFRIAMO TROPPO DI MAL DI PANCIA E AFFONDIAMO…

 

METTI UNA DOMENICA MATTINA CON UGO RUSSO. UNA CAREZZA DI UMANITA’

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.