DONADONI: “CONOSCERE IN ANTICIPO I RISULTATI DEGLI ALTRI NON CI DEVE IN ALCUN MODO CONDIZIONARE”

Il video amatoriale della prima parte della conferenza stampa pre-Inter dell’allenatore crociato

ALL’INTERNO LA TRASCRIZIONE DELLA RISPOSTA DI DONADONI

Jonathan Belletti (Radio Bruno) – Mister, conoscere in anticipo i risultati delle altre partite può influire positivamente o negativamente sulla partita di domani? Mi riferisco soprattutto all’Inter: sapere in anticipo di un eventuale passo falso della Juventus potrebbe stimolarli di più…

“Io già faccio molta fatica a ragionare e considerare tutti gli aspetti che riguardano me stesso, quindi… Io credo che una squadra non debba fare questo genere di ragionamenti. Quanto meno: più una squadra fa ragionamenti di questo tipo e più si dimostra immatura. Per cui io parlo per il Parma: come saranno andate oggi tutte le partite avrà un loro senso e un loro significato, ma noi non possiamo assolutamente ragionare in funzione e soltanto dell’avversario o di chi sta davanti a noi di qualche punto o di chi ci sta dietro. Noi dobbiamo pensare che abbiamo una chance importante, una grande partita da dover disputare: è una grande occasione, dobbiamo cercare di coglierla. Poi non so se alla fine il risultato sarà positivo: mi auguro chiaramente di sì, ma noi dobbiamo cercare di metterci tutte le nostre energie, profondere tutto quello che abbiamo, per far sì che il risultato sia indirizzato in un certo modo. Poi sapete benissimo che alle volte gli episodi stravolgono anche quella che è una prestazione fatta a livelli importanti, però se tu esprimi dei valori importanti è difficile che si discosti anche più di tanto il risultato”.

 

(Roberto Donadoni, estratto dalla conferenza stampa pre-inter del 25.11.2012 allo Stadio Ennio Tardini di Parma – Video registrazione amatoriale e trascrizione a cura di Gabriele Majo per www.stadiotardini.com)

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.