PARMA BRAND SI PRESENTA CON UN GRANDE HAPPENING ALL’AEROPORTO IL 23 NOVEMBRE

La controllata del Parma FC (presieduta da Alberto Volpi, factotum Marco Marchi) si occuperà delle celebrazioni per il Centenario, del nuovo Parma Store, dell’organizzazione di eventi collaterali e della Parma Football School

image(Comunicato Stampa di Pizzini/Scolari Comunicazione) – Nasce Parma Brand e la città si anima di iniziative e progetti dedicati alla gastronomia, al design e al green. Ma non solo, perché l’obiettivo è quello di andare veramente oltre il calcio. Dal team del Parma F.C. scaturiranno impulsi e idee per far vivere lo stadio in modo nuovo, diverso e divertente, con la creazione di una “nuova piazza” proprio all’interno dell’area-stadio Ennio Tardini, a due passi dal centro cittadino. Si tratta di un progetto variegato, che a sua volta ne contiene molti altri, tutti finalizzati a un unico obiettivo: trasformare lo spazio dello sport in un “contemporaneo spazio sociale” per stare insieme, un luogo vivace e aperto a tutti, dove saranno organizzati eventi e dove ci si potrà incontrare, fare shopping, gustare arte e cibo. Un foro cittadino alternativo, pronto ad accogliere chiunque, dagli appassionati del pallone alle famiglie, bambini compresi. Anzi, i più piccoli saranno tra i protagonisti di questa “virata” verso un modo di concepire lo sport più eclettico e coinvolgente.

All’interno il comunicato stampa completo

parma brand evento presentazioneParma, 31 ottobre 2012 – Il 2013 sarà un anno importante per il Parma F.C., che festeggerà il centenario della sua nascita: il progetto Parma Brand nasce per supportare al meglio l’importante anniversario e, al contempo, per promuovere e organizzare una serie di iniziative che scaturiranno – anche concretamente – dallo stadio Ennio Tardini per contagiare poi tutta la città.

La presentazione ufficiale del progetto avverrà il prossimo 23 novembre, con una grande festa all’Aeroporto Internazionale di Parma.

parmastore lavori in corsoParma Store, ombelico della nuova piazza

Il primo passo di questa avventura è l’inaugurazione del nuovo Flagship Store del Parma F.C.: uno spazio che rivoluzionerà la storica palazzina Maria Luigia (dentro lo stadio), con un caffè e corner dedicati al fashion, all’arte e alla cultura. Ma questa piccola rivoluzione andrà ben oltre le mura della palazzina – i cui interni, sapientemente destrutturati dallo Studio Quaranta di Brescia (www.quarantastudio.it), sono un mix di dettagli moderni e vintage – per coinvolgere anche tutta l’area esterna circostante, finora mai utilizzata. L’obiettivo è infatti creare una vera e propria piazza alternativa per i parmigiani, un luogo d’incontro e divertimento, vivace e creativo, da vivere in compagnia degli amici o della famiglia, durante tutta la settimana e non solo il giorno della partita. In un’epoca in cui il pallone è sempre più spesso visto (e vissuto) in tv, a Parma si prova a invertire la rotta, infondendo nuova linfa alla zona-stadio: per coinvolgere tutti, nessuno escluso.

Un calendario 2013 fitto di appuntamenti, tra design, gastronomia e green

A questo proposito, lo store è naturalmente solo il primo passo: saranno infatti organizzate, fin dall’inizio del 2013 e per tutto l’anno, tantissime iniziative pensate su misura per accontentare diversi pubblici. Tre gli eventi top:

· Si incomincerà a febbraio, con un’iniziativa che combinerà il mondo dell’arte e del design con quello del pallone: i classici seggiolini dello stadio diventeranno, per la prima volta, oggetto di originali personalizzazioni. Cinquanta sedute saranno infatti “prestate” ad altrettanti personaggi del mondo della cultura, artisti, creativi, ma anche studi grafici e di architettura: a loro il compito di trasformarle e renderle uniche. Da questo nascerà una mostra, ma non solo: gli stessi seggiolini saranno poi venduti con un’asta online che andrà a sostenere un’importante iniziativa benefica. Inoltre, per dare spazio anche ai giovani, altre cinquanta poltroncine saranno a disposizione di scuole, istituti d’arte e giovani designer: basterà presentare domanda per partecipare. Una commissione sceglierà poi il migliore, che sarà incluso tra i seggiolini “vip” (partecipando così sia alla mostra che all’asta).

· A maggio invece toccherà ai foodies emiliani dimostrare tutta la loro bravura. Con il concorso I Corti in Cucina si andrà infatti alla (ri)scoperta delle ricette tradizionali parmensi. La competizione – aperta a chef e a ristoratori, ma anche ai giovani delle scuole di cucina e degli istituti alberghieri – prevede la presentazione di un piccolo video, della durata massima di 3 minuti, in cui si illustra la propria ricetta, originale o rivisitata, purché legata al territorio. I tre piatti migliori (un primo, un secondo e un dessert) saranno poi i protagonisti, oltre che di una cena, anche di un libro di ricette dedicato alla cucina locale. Il volume sarà poi regalato ai nuovi abbonati del Parma F.C.

· A settembre, infine, spazio al green: nell’area vicina allo store sarà allestito un orto-giardino che, per diversi giorni, ospiterà laboratori aperti ai più piccoli e cene a tema; un modo per porre l’accento sull’importanza dell’agricoltura, intesa come attenzione e preservazione dei prodotti locali, sostenibilità e filiere corte.

Ma questo è solo l’inizio, perché Parma Brand organizzerà anche la prima notte gialloblù della città: ovvero la versione parmigiana della notte bianca, che partirà dallo stadio per invadere il centro cittadino. Senza dimenticare la grande festa di giugno, per festeggiare i cento anni del Parma F.C.

Gli eventi in programma saranno illustrati nel dettaglio nel corso della presentazione alla stampa di venerdì 23 novembre.

Con Parma Brand il calcio è a misura di bambino

Oltre ai festeggiamenti per il centenario, al Parma Store e all’organizzazione degli eventi collaterali, Parma Brand includerà – sotto il suo “cappello” – anche Parma Football School, progetto affidato a Marco Marchi e al suo team. Questa scuola punta a diventare un modello di eccellenza per il calcio giovanile: l’obiettivo è far sì che i giovani sportivi possano vivere esperienze formative in contesti idonei, partecipando a progetti innovativi dove il gioco, il benessere, la corretta crescita atletica e il divertimento, siano sempre al centro di ogni attività. Del resto l’attenzione ai più piccoli fa parte del dna di Parma Brand, come sottolinea lo stesso Marco Marchi: “Vogliamo che tutti i piccoli giocatori della nostra città possano vivere da vicino le emozioni che solo la serie A riesce a regalare. Con il Presidente Ghirardi e l’Amministratore Delegato Leonardi, sogniamo uno stadio invaso dai giovani che, con le loro famiglie, possano diventare i veri protagonisti dello spettacolo domenicale”.

 

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

 

DA NOVEMBRE ACQUISTI PIU’ SEMPLICI CON IL NUOVO PARMA STORE CHE SORGERA’ NELLA EX PALAZZINA DEL SETTORE GIOVANILE

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

7 pensieri riguardo “PARMA BRAND SI PRESENTA CON UN GRANDE HAPPENING ALL’AEROPORTO IL 23 NOVEMBRE

  • 9 Novembre 2012 in 11:14
    Permalink

    non so se Maria Luigia sarebbe d'accordo,in quanto
    storicamente tifosa del PSG di cui il marito era propietario

    il frontista

  • 10 Novembre 2012 in 08:59
    Permalink

    Ma come all aeroporto???? Fallisce l aeroporto. Complimenti per la scelta per far decollare. Chi è il responsabile marketing Pippo PLuto o Topolino? Mo che llavor…

  • 21 Novembre 2012 in 09:48
    Permalink

    mancano 2 giorni e della festa all'aeroporto nessuno sa niente…?

  • 21 Novembre 2012 in 10:16
    Permalink

    Penso che nei comunicati sopra riportati sia ampiamente descritto di cosa trattasi.

    Se ha domande specifiche le ponga, magari qualificandosi con una firma, e senza arrogarsi il diritto di parlare per delle pluralità ("nessuno sa niente…")…

    Cordialmente
    Gmajo

  • 21 Novembre 2012 in 14:25
    Permalink

    che rispostaccia! non ce l'avevo mica con lei.
    io volevo solo dire che non ho visto un minimo di comunicato sui giornali locali, sui siti dei tifosi, eccetera. se si spera che la gente ci vada, è stato fatto ben poco. e se permette per la firma, visto che le alternative sono incomprensibili a un comune mortale (posso firmare come account google, livejournal, wordpress, URL, e altro chissà, e l'opzione "Luca" (che è il mio nome) non compare, ho scelto anonimo.

  • 21 Novembre 2012 in 14:56
    Permalink

    Salve Luca,
    mi perdono l'acidità mattutina, dovuta alla cattiva digestione. Diciamo che mi vanno di traverso gli "anonimi" che non si firmano. Posto che la piattaforma blogger sulla quale stadiotardini.com è ospitato comunemente offre, per i commenti dei lettori, le opzioni da lei indicate, non intendevo che uno si firmasse utilizzando quegli strumenti, ma almeno in calce al proprio scritto. Non ce l'ho con chi sceglie l'opzione "anonimo" tra quelle del ventaglio, ma mi piace una firma di accompagnamento, che sia almeno un semplice nick name in fondo al contributo proposto.
    Poi, sempre a parte la mia acidità mattutina, di cui le chiedo venia, un altro aspetto che mi piace poco è quando uno pensa di farsi altoparlante dell'intera comunità. E' giusto che uno parli a titolo 'personale, appunto firmandosi. Chi ci frequenta da vecchia data sa di queste mie piccole manie, ma è un modo per star meglio in community e conoscersi almeno un po', per quanto concesso dalla second life virtuale.
    Infine eccoci a bomba sulla questione. Della festa in aeroporto parte della stampa ha appreso attraverso un comunicato, che è poi quello che avevamo ripreso nell'articolo di cui sopra. In realtà non è ben chiaro se i due eventi – l'inaugurazione delle ore 19 della ribattezzata Palazzina Maria Luigia e il successivo grande happening all'aeroporto – siano solo riservati ai giornalisti o anche ai tifosi. Immagino valga anche questa seconda opzione: in questo caso ha ragione lei sul fatto che non sia stata data adeguata comunicazione a due giorni dall'evento. Poi non so bene come mai la notizia non sia apparsa (ancora) con chiarezza anche su organi a maggiore diffusione rispetto a stadiotardini.com (eccezion fatta per parma.repubblica.it, che essendo su una mialing list fashion aveva ricevuto l'invito prima di tutti, bruciando sul tempo la concorrenza con la notizia del corner caffè o dei seggiolini dipinti.
    Cordialmente
    Gmajo

  • 21 Novembre 2012 in 15:24
    Permalink

    Ri-salve Luca,
    per farmi perdonare le riferirò un'altra indiscrezione (che però non ha i crismi dell'ufficialità, dunque la consideri con un adeguato "beneficio d'inventario"): pare che la festa suddetta sia appunto ad inviti. Ragion per cui, immagino, non è stata così divulgata. Qualora ne sapessi di più sia formalmente che informalmente sarà mia cura informare lei e tutta la nostra community.
    Cordialmente
    Gmajo

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI