COPERTURA CURVE DEL TARDINI, LA PUNTUALIZZAZIONE DI LEONARDI: “E’ UNA QUESTIONE DI BUROCRAZIA, NON DI SOLDI…”

L’Ad al microfono di Stefania Piras di Radio Bruno, a margine dell’odierno brindisi natalizio coi giornalisti, ha risposto indirettamente a stadiotardini.com che aveva rimarcato un suo passo indietro a proposito del solenne impegno di una imminente riqualificazione dell’Ennio. Ma noi insistiamo: Valentini dice che non è fondamentale l’approvazione della legge sugli stadi per andare avanti con i lavori

FRENATA LEONARDI(gmajo) – Sarà stata anche “limpida” – come definita in un entusiastico testo “Luce” – la spiegazione di Pietro Leonardi in risposta (indiretta) a quello che stadiotardini.com, lo scorso 5 dicembre in un servizio dopo il Natale Gialloblù del CCPC all’Escalier, aveva definito un passo indietro del “conducator” sul “solenne impegno che aveva preso di coprire le curve del Tardini”, ma noi continuiamo a rimanere al “buio”, poiché le ragioni addotte oggi dal Plenipotenziario, al microfono di Stefania Piras di Radio Bruno, non ci convincono, poiché sono in palese contraddizione con quanto, sia pure informalmente, ci aveva riferito Andrea Valentini, ex presidente del Credito Sportivo ed ora a capo della STS di emanazione ghirardiana, secondo cui per riqualificare completamente il Tardini (dunque non la sola copertura della Curva Nord) non è affatto necessaria l’approvazione della Legge sugli Stadi – come sostenuto ancora oggi, con forza, da Leonardi ma basta, assieme ad un po’ di buona volontà, la legislazione attualmente in vigore (alias, l’alienazione del diritto di superficie da parte della Municipalità, per tutelare l’investimento di chi si prende l’onere di ristrutturare) e che non è una mission impossible avere un Tardini nuovo entro la fine del Centenario.

All’interno la trascrizione della risposta di Leonardi a Stefania Piras sul tema “Copertura delle Curve del Tardini”

Stefania Piras (Radio Bruno) – Sul fronte stadio, invece, il 2013 cosa potrebbe riservare?

“Mah, alle volte, quando parlo, vengo interpretato male: io dico che lo stadio, già con queste migliorie, è molto importante; poi ci sono delle cose che non è che io mi tiro indietro nel ridirle, ma che vanno dietro soltanto a quello che è un problema di natura burocratica. Questa è una materia che ci vorrebbe una trasmissione per spiegarla, non una battuta. Io avevo fatto una battuta dicendo che è molto importante la Legge sugli Stadi, ma per un motivo molto semplice, non è che è un motivo economico, per esempio, per entrare nello specifico, coprire le Curve, è un problema di ottenimento di autorizzazioni, che con questa burocrazia non si otterrebbero mai; mai, perché non dipende dal Parma, così come non dipende soltanto dal Comune. C’è un problema oggettivo di tante componenti che prima di rilasciare delle autorizzazioni nello specifico, ci pensano non una, ma 20.000 volte; c’è un problema ambientale all’esterno, con quello che è il territorio, e perciò l’augurio è quello della approvazione della Legge sugli Stadi, con la risoluzione di tutti i problemi perché  si scavalcherebbero notevolmente tante burocrazie, potendo dare  comfort ai nostri tifosi. Però quello che è consentito lo stiamo facendo”.

 

(Pietro Leonardi, risposta a Stefania Piras di Radio Bruno, a margine della Cerimonia degli auguri natalizi ai giornalisti, nella Sala dei 100, dell’Hospitality dello Stadio Tardini – Video registrazione amatoriale e trascrizione a cura di Gabriele Majo per www.stadiotardini.com)

 

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

LEONARDI SUL SOLENNE IMPEGNO CHE AVEVA PRESO DI COPRIRE LE CURVE DEL TARDINI MI E’ PARSO INDIETREGGIARE…

 

TARDINI COPERTO O RIFATTO PER IL CENTENARIO? NON E’ UNA MISSION IMPOSSIBLE…

 

IL TARDINI DEL FUTURO: ENNESIMO RATTOPPO (LA COPERTURA DELLA “NORD”) O RIFACIMENTO TOTALE?

 

IL SINDACO FEDERICO PIZZAROTTI A STADIOTARDINI.COM: “C’E’ IL CENTENARIO DEL PARMA? SPERO CHE LA SQUADRA E LA SOCIETA’ FACCIANO IL LORO DOVERE”

 

GHIRARDI A SCIENZE MOTORIE (5): “IL MIO SOGNO E’ RISTRUTTURARE IL TARDINI, UNO DEGLI STADI PIU’ BELLI D’ITALIA”

 

LEONARDI, LA PROMESSA: “AL TARDINI, PER SEMPRE, INDISCUTIBILMENTE”

 

PARMA-ROMA 3-2, LEONARDI GONFIA IL PETTO: “STAVOLTA ERAVAMO IN 10 NOI, CI VOLETE DIRE CHE SIAMO STATI BRAVI?”. E DEDICA LA VITTORIA AI TIFOSI…

 

PARMA BRAND SI PRESENTA CON UN GRANDE HAPPENING ALL’AEROPORTO IL 23 NOVEMBRE

 

FABIO E L’UPPER CLASS AL TARDINI PER I DISABILI

 

GIOVANNI PAOLO BENEDICE L’IDEA “G HANDICAP”

 

DISABILI, ALLA TETTOIA CI PENSA G SPORT

 

UNA TETTOIA PER I DISABILI DEL TARDINI / IL SERVIZIO DI TV PARMA

 

CALCIO & CALCIO / L’ALLARME PSICHEDELICO DI MARTINO FERRARI: “SE SI RESTAURA IL TARDINI PARTITE LONTANO DA PARMA PER UN ANNO”

 

VULPIS: “PLAUDO AL LANCIO DI PARMA BRAND, MA SAREBBE INTERESSANTE CONOSCERE GLI ELEMENTI FONDAMENTALI DEL PIANO INDUSTRIALE”

 

IL “DECOLLO” DI PARMA BRAND / VOLPI: “E’ UN MODO PER TROVARE DEI RICAVI DIVERSI DALLE PLUSVALENZE PER LA COPERTURA DEI COSTI” – “DA VULPIS A VOLPI”, EDITORIALE DI GABRIELE MAJO

 

LA DILAGANTE MODA DELLE PLUSVALENZE: “I CLUB NON POSSONO ESSERE TRASFORMATI IN CENTRALI DI ACQUISTO. I PRESIDENTI DOVREBBERO PENSARE A MIGLIORARE LO SPETTACOLO SPORTIVO”

 

NON E’ DETTO CHE LE PLUSVALENZE SIANO UN INDICATORE DI BONTA’ DI GESTIONE…

 

GHIRARDI A SCIENZE MOTORIE (1): “E’ UNA FOLLIA CHE IL SISTEMA BANCARIO NON CONSIDERI LE PLUSVALENZE COME RICAVI”

 

INAUGURAZIONE PARMA BRAND / GHIRARDI: “ABBIAMO INIZIATO A METTERE MANO ALLE STRUTTURE DEL TARDINI. IL RESTO DELLA RIQUALIFICAZIONE DIPENDE DA UN MIX DI SITUAZIONI”

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

One thought on “COPERTURA CURVE DEL TARDINI, LA PUNTUALIZZAZIONE DI LEONARDI: “E’ UNA QUESTIONE DI BUROCRAZIA, NON DI SOLDI…”

  • 18 Dicembre 2012 in 13:26
    Permalink

    che bello se piove porteremo anche l'0mbrello..

    stefano rosso

I commenti sono chiusi.