domenica, Maggio 26, 2024
Archivio StoricoNews

MA PABON QUANTO E’ COSTATO DAVVERO? IL BALLETTO DELLE CIFRE TRA I 4 E I 6 MILIONI DI EURO: INFATTI GHIRARDI AVEVA DICHIARATO “PIU’ DI 5 MILIONI DI EURO”…

In estate avevamo ammonito: ci sono un po’ troppe scommesse e non tutte potranno risultare vincenti, e così, in inverno, ci ritroviamo con la delusione del colombiano “pareggiata” dalla sorpresa Sansone…

pabon teleducato(gmajo) – Per essere uno che di calcio non se ne intende (l’ammissione è sua) China65 sa come divincolarsi tra le tentacolari fonti del mercato pallonaro, visto che, con l’intento di smentire quel terrorista di Angella (che oggi in un servizio diffuso dal TG di Teleducato, ripreso dal nostro quotidiano on line, ha parlato di un Pabon costato al Parma sei milioni di euro) ha postato nello spazio commenti di stadiotardini.com un link che riconduce al sito www.transfermarkt.it, laddove è sancito che il valore di mercato di Dorlan Mauricio Pabón Ríos (Data di nascita: 24.01.1988; Luogo di nascita: Medellín;  Età: 24; Altezza: 1,68; Nazionalità: Colombia;  Ruolo: Attacco – Punta centrale;  Piede: destro) è di 4.000.000 €. E allora perché mai il conduttore di Calcio & Calcio ha detto “sei milioni di euro”? Semplice, perché probabilmente si ricordava (come noi) delle dichiarazioni del presidente Tommaso Ghirardi, rilasciate quest’estate (era il 22 agosto 2012) agli (amati) microfoni di Sky sport, in cui aveva sancito "Mi è costato più di 5 milioni di euro: ha bonus molto importanti”.

Continua la lettura all’interno

Se è costato più di 5 milioni di euro e se ha dei bonus molto importanti (Ghirardi dixit) ecco che facilmente si può arrivare al costo supposto oggi dal giornalista televisivo. Cifra – più di cinque milioni di euro – che, frequentando il salotto calcistico di Via Barilli non risulta nuova neppure al sottoscritto, poiché era dalla scorsa estate che veniva ripetuta, senza che mai fosse smentita da qualcuno. Anzi: quest’estate, quando era di moda pompare l’arrivo del colombiano, anche perché c’era da far dimenticare Giovinco (un po’ lo stesso meccanismo che aveva portato alla esaltazione di Marino quando c’era da far scordare Guidolin, meccanismo che alzando l’asticella delle aspettative, se poi c’è qualcosa che non va, fa parimenti alzare quella delle delusioni), faceva abbastanza gioco tener alta la cifra dell’investimento: viceversa oggi, che le cose non sono andate come si sperava, si preferisce sminuirle. Quanto, dunque, sarà stato davvero pagato Pabon? 4 milioni? 5? 6? Ci si può sbizzarrire con il balletto delle cifre. China65 dice (scusate ma per motivi di tempo non ce l’ho fatta a verificarlo, ma China65 è una persona d’onore e non si può mettere in dubbio la sua parola) che andando sul grafico del valore Pabon ha raggiunto i 4 milioni arrivando a Parma; Ghirardi aveva detto più di cinque ("Mi è costato più di 5 milioni di euro: ha bonus molto importanti. Credo che il Parma debba fare queste operazioni: abbiamo incassato buoni soldi da Giovinco e Borini e abbiamo cercato di reinvestirli in giovani che possono esprimere grande potenziale. Pabon è uno dei migliori calciatori del Sudamerica stando a quanto mi hanno detto") e per esperienza diretta so che talora arrotonda (quando gli facevo da capo ufficio stampa verificavo sempre con attenzione che le cifre indicate ai giornalisti nelle interviste corrispondessero a quanto scritto sui bilanci)  e Angella ha ulteriormente arrotondato a 6… Rimane il fatto che quanto da me sostenuto questa estate si è poi puntualmente verificato: quando sono tante (e per me erano troppe) le scommesse finisce che qualcuna si vince e qualcuna si perde. Per ora si sono perse quella di Pabon, “pareggiata” dalla sorpresa Sansone (che prima del campionato non era tenuto in considerazione neppure come una scommessa dagli addetti ai lavori, i quali lo consideravano un reietto ai margini della rosa, che si sarebbe voluto cedere, ma che era rimasto sul groppone); e si è persa quella di Ninis, “pareggiata” dalla programmata esplosione di Belfodil. Gabriele Majo

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

7 pensieri riguardo “MA PABON QUANTO E’ COSTATO DAVVERO? IL BALLETTO DELLE CIFRE TRA I 4 E I 6 MILIONI DI EURO: INFATTI GHIRARDI AVEVA DICHIARATO “PIU’ DI 5 MILIONI DI EURO”…

  • Anonymous

    Il Ghiro quando parla di denaro investito nel Parma calcio (per strutture, calciatori o altro) tende sempre ad esagerare un po'. A parole, ripeto.

    Non farei troppo caso alle sue dichiarazioni (pur con tutto il rispetto).

    Una cosa però è praticamente certa: i bonus legati a Pabon sono praticamente nulli, sia quelli relativi ai gol segnati e sia eventualmente quelli relativi alle presenze (se ci sono).

    Francesco.

  • Anonymous

    La cifra esatta mi risulta essere:

    5 milioni di dollari (4 mln di euro) pagati cash alla società colombiana più dei bonus riguardo ai gol segnati che partono dai 7 gol fino ad arrivare ai 12 gol che porterebbero la somma a 6 milioni/6 e mezzo.

    Fortunatamente (o sfortunatamente direi) di bonus non pagheremo molto…

    Dents

    PS: Direttore ma di questo Apolonni che firma per la Regia non ne vogliam parlare ?

  • Eih, Majo, lasciami stare il greco, che adesso il DON deve lanciarlo. Naturalmente (e ci mancherebbe) insieme allo scozzese.
    P.S. quel sito l'ho usato per una scommessina sul rendimento di Belfagor nelle stagioni precedenti.

  • Dimenticavo: io non capisco di calcio, confermo e sottoscrivo, ma tra tutti gli "esperti" che ci sono in giro troppi sono offuscati dalla fede calcistica. La mia "ignoranza" mi salva da lunghe e inutili discussioni. Sono un esteta, non troppo tifoso, mica un esperto. Io tifo solo in modo entusiastico per il mio presidente, il mitico Baroni, che adesso sta meglio. Lunga vita al monumento del tifo Parmigiano.

  • Anonymous

    e'costato molto di piu' di quei 15 meglio di lui che giocano in serie b.ridete adesso

    Mauro

  • sono sicuro che leonardi abbia gonfiato la cifra…pabon è stato pagato 4

  • Anonymous

    io ricordo di aver letto in estate su tutto tuttomercatoweb.com 3,5 milioni non di euro ma di dollari. E 750 mila dollari in aggiunta in caso di 10 gol al primo anno, altrettanti se fosse arrivato a 14 e altrettanti se avesse toccato quota 18.

I commenti sono chiusi.