QUANDO IL DUCATO VA A FAR VISITA ALL’AQUILA…

Pietro Leonardi aveva confessato, durante la presentazione del libro di Ugo Russo, all’Aquila Longhi che lui da bambino tifava Lazio ed era tra gli invasori dell’Olimpico quando ci fu la certezza dello scudetto del 1974. Speriamo che domenica, il suo cuore, non si ricordi troppo di essere stato bambino…

pietro leonardi, presentazione libro ugo russo aquila longhi(Luca Savarese) – Lazio-Parma, ovvero mai una partita scontata. La sfida in programma domani pomeriggio, domenica, allo stadio Olimpico di Roma, è sempre stata sentita e vissuta con grande intensità dai biancocelesti e dai gialloblù. Gli ultimi due confronti finimmo con le pive nel sacco: fu la prima (senza palle mostrate) di Colomba e una delle ultime (quasi un anno fa, 6 novembre 2011) del tecnico grossetano, persa solo nel finale grazie ad un Klose dell’altro mondo. Erano tra le più beate delle sette sorelle quando i timoni li guidavano Cragnotti ed il patron Tanzi, guardavi i due marchi Cirio e Parmalat ed andavi immediatamente con la testa a loro, a Lazio e Parma. Quanti giri poi di giocatori, per degli incroci frequenti e tutto sommato felici per entrambi (Crespo, Almeyda, Veron, Sensini, Dino Baggio, Chiesa, ed una lunga lista di altri) l’ultimo su tutti Candreva se si esclude la piccola ed insignificante parentesi cesenate del talentuoso centrocampista romano. Lo scorso anno Sergio Floccari in prestito a Parma, i suoi 7 golletti mai banali li ha fatti…

Continua la lettura all’interno

Agli albori del XXI secolo, loro avevano Darko Kovacevic noi Savo Milosevic, in precedenza noi il ciclo Scala, loro l’era Svengo e quello scudetto del 2000 che noi ancora stiamo inseguendo avendo però la vetrina europea più piena e meglio assortita. 3 settembre 1993, il Parma fresco di alloro continentale con la Coppa delle Coppe vinta a maggio ad Wembley contro l’Anversa, va a far visita alla Lazio dopo un brillante avvio di stagione con due vittorie alle prime due contro Udinese e Lecce. Va in vantaggio la Lazio con Fuser (altro ad aver viaggiato dalla via Flaminia alla via Emilia) ;è la Lazio di Dino Zoff in panca, pareggia Zola e l’ago della bilancia che si sposta dalla parte dei capitolini grazie ad un rigore battuto e segnato da Roberto Cravero. Proprio al cospetto degli aquilotti iniziò il 16 settembre del 1990 la storia delle trasferte crociate nella massima serie: come dire il battesimo con le gare lontano dal Tardini nel calcio che più conta, lo facemmo davanti alla Lazio. Certo, dei 22 confronti sin qui disputati, 11 se li è portati a casa la banda laziale, 7 sono finiti a reti bianche e i nostri successi sono stati solo 3, media decisamente bassa, da migliorare, a partire, magari,già da domenica. La spuntammo la prima volta nell’aprile del 1998 quando vincemmo in rimonta con il fattore S: Sensini e Stanic. Poi ci fu il successo nella stagione 2003-2004 con un gol allo scadere di Mark Bresciano (anch’egli protagonista di momenti gialloblù prima e laziali poi) e la vittoria nel turno infrasettimanale all’inizio del torneo 2009-2010 quando con un eurogol di Bojinov ed un rigore di Nick piede caldo Amoruso, ad esultare fummo noi per il Parma bello ma effimero di Guidolin Francesco. Da sette sorelle a squadre nuovamente ruspanti e belle che hanno saputo, ed in poco tempo, uscire a riveder le stelle dopo alcuni anni bui forse per le troppe vacche grasse del passato. La squadra del presidente Lotito è da un po’ di annetti nelle zone nobili del campionato, a maggio gli sfuggì per un soffio la Champions e quest’anno è lì in cima e può benissimo lottare per il titolo grazie alla qualità dei suoi elementi (Klose su tutti, per il quale consigliamo ai suoi marcatori di domenica di ripassare prima di entrare in campo l’espressione non perdiamolo di vista..) ed all’umile e redditizio lavoro di mister Petkovic che, arrivato come signor nessuno, sta invece rendendo nessuno molti presunti signori del nostro campionato. Pietro Leonardi ha confessato, nell’incontro organizzato da Gabriele Majo tenutosi al circolo Aquila Longhi per la presentazione del libro di Ugo Russo, che lui sin da bambino tifava Lazio ed era tra gli invasori dell’Olimpico quando ci fu la certezza dello scudetto del 1974. Speriamo che domenica il suo cuore non si ricordi  troppo di essere stato bambino… Luca Savarese

ALTRI ARTICOLI DI LUCA SAVARESE PER STADIOTARDINI.COM

METTI UNA DOMENICA MATTINA CON UGO RUSSO. UNA CAREZZA DI UMANITA’

“CARMINA ITALIA” – FRESCHI AZZURRI AL TARDINI, ANCHE SE NON PROFUMANO DI CROCIATO

L’ASSOCIAZIONE “CROCIATI INCANTATI”

PARMA-INTER 1-0, CON “I CROCIATI INCANTATI”

 

 

 

LE PRECEDENTI PUNTATE DI CARMINA PARMA DI LUCA SAVARESE

CARMINA PARMA / DENTRO GLI ACUTI DI BELFODIL E ROSI: NASCE UN PARMA BELLO E ROSATO

“CARMINA PARMA” / LORO AVRANNO SAN GENNARO, MA SE SOTIRIS NINIS CONVOCA I SUOI AMICI DIVINI, SI SALVI CHI PUO’…

CARMINA PARMA / “VA BENE CHE ARRIVA L’AUTUNNO, MA VORREMMO VEDERE UN PARMA PIU’ SOLARE, PROPOSITIVO O SPECULATIVO NON IMPORTA, MA CHE TRASMETTA RAGGI, MESSAGGI DI VITA E NON SEGNALI DI MORTE…”

“CARMINA PARMA”– IL RIGORE DA SPARVIERO DEL “PACARITO”

“CARMINA PARMA” / E’ AUTUNNO: PIOVONO I RIGORI…

“CARMINA PARMA” / COM’E’ BELLO TIFARE PARMA IN MEDIOLANUM

CARMINA PARMA / “ARENA SINE CALCE”: UN POMERIGGIO DA TREGENDA. E SE POI CI SI METTE ANCHE ‘MALALOUANE’…

“CARMINA PARMA” / DONADONI E I SUOI ‘DONI’ DI SIGNORILITA’: UNA PICCOLA FRASE, UNA GRANDE PERSONA

CARMINA PARMA / “UN PITTORE, TRE SCULTORI E UN BOMBER: COSI’ RIALZIAMO LA TESTA”

CARMINA PARMA / QUANDO LA GIOIA ARRIVA DALLE ORECCHIE…

“CARMINA PARMA” / TRE SINISTRI PER UNA DESTREZZA FISICA E SPIRITUALE

CARMINA PARMA / NEL MARE DI PESCARA SOFFRIAMO TROPPO DI MAL DI PANCIA E AFFONDIAMO…

CARMINA PARMA / LO ZERO A ZERO RISULTATO PERFETTO? SI E NO…

“CARMINA PARMA” / ECCO IL MARCHIO DEI GIALLOBLU’ FINALMENTE IN PALLA(DINO) !

CARMINA PARMA / TUTTI IN ASCOLTO DELLA “CHANSON DE SANSONE”

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

One thought on “QUANDO IL DUCATO VA A FAR VISITA ALL’AQUILA…

  • 1 Dicembre 2012 in 13:35
    Permalink

    Ci voleva questa sentita introduzione sulla partita di domani! Un plauso a STADIOTARDINI.COM ed un bravo a luca.

    By Valerio da Bologna cuore parmense

I commenti sono chiusi.