lunedì, Marzo 4, 2024
Calcio & CalcioNewsVideogallery Amatoriale

CALCIO & CALCIO, CONOSCIAMO ALICE PASSERA, 18 ANNI, LA NUOVA VALLETTA DEL TALK SHOW SPORTIVO DI TELEDUCATO: “MA NON SONO NIPOTE DEL MINISTRO…” – Videointervista

(gmajo) – Ha 18 anni, è bionda ed è di Salsomaggiore: ieri sera Alice Passera ha debuttato su Teleducato come nuova partner (professionale, of course) di Michele Angella quale “valletta” (perdonateci il termine anni ’70, ma noi siamo un po’ vintage…) di Calcio & Calcio. Pur non avendo molta dimestichezza con il pallone (e con il Parma in particolare), all’esordio ha ben figurato (a parte un intervento fuori tempo su di me per segnalare una telefonata, ma è perdonata, mica si può essere perfetti alla prima, che basta sia buona) mostrandosi attenta e partecipe al dibattito. Un po’ di emozione, certo, anche nell’intervista finale che ci ha concesso, ma ha fatto sfoggio di una certa sicurezza, derivata, probabilmente, dalla esperienza già maturata nel mondo dello spettacolo: infatti è fotomodella e ha già avuto modo di fare qualche sfilata. Nella vita “normale” studia ragioneria. ed è fidanzata. Più tardi pubblicheremo le foto dal backstage di Calcio & Calcio, osservando le quali, forse, riuscirete a scorgere il fortunato. Il Saltimbanco Enrico Boni, in onda, ha tentato il falso-scoop definendola (prendendo spunto dalla Ruby di Berlusconi) “nipote del ministro” (alias Corrado Passera, titolare del dicastero dello Sviluppo Economico e delle Infrastrutture e Trasporti del governo Monti), ma lei lo ha immediatamente smentito, rivendicando la totale indipendenza dalla politica, salvo però, poi, confessare una certa simpatia per il Variopinto. Ma quando le ha abbiamo chiesto se preferiva Boni a Schianchi si è trincerata dietro  un … politico (o diplomatico), “sono diversi”, e alla fine tra i due litiganti (il Roseo e il Saltimbanco) chi l’ha spuntata è il terzo incomodo, alias il sottoscritto… Il primo impatto col pubblico è stato gradevole, avendo ricevuto molti sms ed email di complimenti: Alice, fuori da ogni meraviglia, fa già parte del paese di Calcio & Calcio

GUARDA L’INTERVISTA DI GABRIELE MAJO AD ALICE PASSERA

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".