CALCIO & CALCIO / SCHIANCHI CRITICA GHIRARDI E LEVATI TELEFONA IN TRASMISSIONE. ANGELLA A STADIOTARDINI.IT: “UN AUTOGOL COMUNICATIVO DEL CLUB, CHE DOVREBBE MANTENERE IL SELF CONTROL”

il Saltimbanco Enrico Boni e Mirco Levati“Buonasera, ciao Michele sono Mirco Levati”. E Angella: “Il Mirco Levati responsabile delle relazioni esterne del Parma crediamo, a meno che non si tratti di un caso di omonimia”. Sono quasi le 22 e nello studio di Teleducato arriva la telefonata da parte dell’esponente della società gialloblù. “Scusate se intervengo, ma in un momento così non è bello ascoltare toni polemici, forse bisognerebbe parlare dei nostri risultati e di quello che stiamo facendo”. In studio i presenti si guardano esterrefatti, Angella ha l’espressione di quello che sta ascoltando un marziano: “Scusa, ma cosa vuoi dire? – gli chiede il conduttoreperché qua stiamo facendo un dibattito DSC00234con posizioni diverse, ma si tratta di un confronto: c’è chi dice che il Parma può ambire all’Europa League e chi ritiene che per questo traguardo l’organico non sia ancora all’altezza”. Levati insiste, abbozza una replica, al che interviene Schianchi: “Penso che l’intervento sia rivolto a me: io ho detto che il presidente in una intervista alla Gazzetta di Parma ha parlato di sogno europeo e secondo me ha sbagliato, un presidente dovrebbe dire di volere vedere la sua squadra giocare a calcio bene, stop!” Levati (da anni al Parma, in precedenza nel mondo dello spettacolo, con buoni rapporti con Lele Mora, mai rinnegati, anzi, confermati) appare in difficoltà, è all’angolo e forse si sta pentendo di DSC00243avere composto il numero della diretta dell’emittente di via Barilli: “No… perché noi non abbiamo mai illuso nessuno, il nostro obiettivo è la salvezza, lo abbiamo sempre detto, il pubblico poi può sognare, il presidente ha parlato solo di sogno” … E Angella a chiudere: “Bene bene e i sogni aiutano a vivere meglio, io non ho ancora capito il senso di questo intervento, comunque se hai finito ti salutiamo e ti ringraziamo per l’attenzione, arrivederci!’

DSC00257A fare indispettire Levati (o forse direttamente Ghirardi, con richieste di intervento telefonico sollecitata al suo sottoposto) potrebbe, forse, essere stata una precedente affermazione targata Andrea Schianchi, in cui il giornalista della Gazzetta dello Sport aveva detto che Ghirardi per parlare di sogno europeo dovrebbe fare investimenti tecnici pesanti, con soldi veri, intendendo chiaramente che avrebbe dovuto procedere ad acquisti molto dispendiosi e non prestiti o comproprietà. Sebbene DSC00284lo stesso Roseo avesse rimarcato l’ottimo operato del club sul fronte della ricerca di talenti. E’ difficile, in effetti, interpretare l’intervento del club gialloblu a Teleducato. Interpellato stamane a freddo da stadiotardini.it il conduttore Michele Angella si dice ancora sorpreso: “Francamente ho dormito sereno, mi viene da sorridere, mi fa piacere l’attenzione del Parma nei confronti della nostra trasmissione, ma faccio fatica a capire le ragioni della telefonata. Stavamo discutendo sulla situazione di classifica del Parma e sulle prospettive per il futuro, ognuno con le DSC00250sue opinioni, si trattava di un contraddittorio normalissimo, venire a lamentarsi di toni polemici mi è sembrato inopportuno, un autogol comunicativo, la pretesa di dettare una linea giornalistica del tipo dovete dire questo e in questo modi, così va bene, così non va bene. Capisco che le abitudini siano queste e che Teleducato sfugga a queste logiche, però insomma, un po’ di self control! Se il destinatario dell’intervento era Schianchi ci si doveva rivolgere a lui direttamente, ma non si è avuto il coraggio di farlo, dato che lui rappresenta la potente consenso coreanoGazzetta dello Sport e allora si è parlato vagamente di toni polemici della trasmissione, chi ha parlato non sa il significato dell’espressione polemica”. Non è la prima volta che nei confronti della non allineata Teleducato ci sono pressioni esterne in merito alla linea editoriale della trasmissione sportiva: già in passato Angella aveva rivendicato pubblicamente l’indipendenza del suo lavoro, una trasmissione che pur potendo piacere o meno, è francamente difficile classificare come ‘di disturbo’. Ma evidentemente i parametri del club crociato nell’anno del Centenario, in tema di opinionismo, si sono ulteriormente ristretti…

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

3 pensieri riguardo “CALCIO & CALCIO / SCHIANCHI CRITICA GHIRARDI E LEVATI TELEFONA IN TRASMISSIONE. ANGELLA A STADIOTARDINI.IT: “UN AUTOGOL COMUNICATIVO DEL CLUB, CHE DOVREBBE MANTENERE IL SELF CONTROL”

  • 8 Gennaio 2013 in 15:12
    Permalink

    Calcio&Calcio e’ sempre variopinta mente polemica. Io la ascolto a mo’ di commedia serale per le trovate del Saltimbanco e gli schetch o oserei dire studiati col serioso(un po’ troppo) Schianchi che peraltro la butta spesso in politica appena si presenta il buio Pallini

  • 8 Gennaio 2013 in 16:13
    Permalink

    non sapevo che Levati fosse nella scuderia di Lele Mora, basta quello per capire che soggetto è

  • 1 Aprile 2013 in 16:39
    Permalink

    Levati e’ l’emblema di una città che sforna personaggi che spesso e volentieri presentano poche competenze per non dire altro …. Forse bisognerebbe sapere chi c’è dietro a questi “manager” ….

I commenti sono chiusi.