martedì, Luglio 23, 2024
NewsTG Teleducato

CASO BOATENG, ANGELLA: “IL PARMA PRENDA UNA POSIZIONE CHIARA CHE METTA IN GUARDIA EVENTUALI BALORDI”. MA QUELLA DUCALE E’ TRA LE CINQUE TIFOSERIE PIU’ CORRETTE

(Michele Angella, dal TG di Teleducato) – Dopo quanto accaduto ieri a Busto Arsizio con il Milan che ha interrotto l’amichevole con la Pro Patria in segno di protesta per i cori razzisti diretti a Boateng e ad altri giocatori di colore, ora ci si attende un segnale di solidarietà e di condanna per quanto accaduto, dal calcio italiane e dalle altre società. Sarebbe bello che il Parma così come altri club prendessero una posizione chiara e – attraverso un comunicato ufficiale – mettessero in guardia eventuali balordi. Esempio: se dovessero mai esserci atteggiamenti provocatori e beceri nei confronti di Acquah o Biabiany, ad esempio, il Parma abbandonerà il terreno di gioco. Sarebbe un modo per rimarcare il proprio stile, come spesso afferma la società di Ghirardi.

Un rischio che non riguarda fortunatamente il pubblico gialloblu, sempre corretto sia in casa che in trasferta: il Parma è una delle cinque società di serie A che in questa stagione non ha ancora subito multe dalla giustizia sportiva per comportamenti scorretti dei propri tifosi. Le altre quattro sono: Cagliari, Chievo, Palermo e Samp.

Mentre la Juventus con 123.000 euro di sanzioni complessive è la maglia nera del campionato L’Atalanta ha collezionato 20 mila euro di multa tra i match contro Lazio e Palermo per “cori costituenti espressioni di discriminazione territoriale”, mentre dopo la partita col Napoli la sanzione è scattata per un coro contro un calciatore avversario.

Problema che ha toccato pure tifoserie insospettabili come quella dell’Udinese, punita con 10 mila euro di multa dopo il match a Verona col Chievo perché i suoi sostenitori hanno indirizzato per ben quattro volte cori di stampo razzista al brasiliano Luciano.

(di Michele Angella, dal TG di Teleducato delle ore 12.25 del 04.01.2013)

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

Un pensiero su “CASO BOATENG, ANGELLA: “IL PARMA PRENDA UNA POSIZIONE CHIARA CHE METTA IN GUARDIA EVENTUALI BALORDI”. MA QUELLA DUCALE E’ TRA LE CINQUE TIFOSERIE PIU’ CORRETTE

  • ci mancava solo Angella che si dichiara indignatissimo… manca solo topo gigio e ci siam tutti ! 😉

I commenti sono chiusi.