DA “VETRINA CROCIATA” LEONARDI RIBADISCE: “PENE ESEMPLARI PER CHI HA DISTRUTTO IL BAR GIANNI. NON SOLO IL DASPO”. LA PROMESSA: “CI SARA’ UN FUGGI FUGGI GENERALE, MA IL PARMA RIFONDERA’ I DANNI”

leonardi pallini premiazione natale in vetrina crociata foto archimmagine(gmajo) – Già ieri, a caldo, Pietro Leonardi aveva espresso tutta la sua solidarietà ai Boys Parma 1977, dopo che un gruppo di delinquenti che tifano Juventus aveva preso d’assalto, portando paura, feriti e distruzione, il Bar Gianni, tradizionale punto di aggregazione degli Ultras pramzàn, chiedendo pene esemplari per gli autori della vile aggressione: oggi, sia nelle interviste a margine, che direttamente dal palco delle premiazioni di Natale in Vetrina Crociata (la cerimonia si è svolta, come di consueto, alla Camera di Commercio, anfitrione Fabrizio Pallini, presidente dei Nostri Borghi, con il Plenipotenziario c’erano anche A. Lucarelli e Mirante al desk, in platea Melli, Levati e Rancati oltre a Squarcia di Settore Crociato), egli ha ribadito con forza il concetto, garantendo il titolare dell’esercizio: “Ci sarà un fuggi fuggi generale, ma ci impegniamo a rifondere i danni subiti…”.

Di seguito il video e la trascrizione delle sue parole…


“Per quello che riguarda ieri ho già detto in termini molto duri che siccome a livello politico qualcuno si è divertito o si è sponsorizzato dando lustro alla Tessera del Tifoso, adesso mi aspetto la pena esemplare, perché infastidire e fare quello che è successo ieri in una città civile con il massimo dell’educazione e con il fair play della nostra tifoseria, venirci a turbare, adesso noi ci aspettiamo la pena esemplare, visto che questi soggetti erano tutti in possesso della Tessera del Tifoso. Non accetterò che ci sia una pena riferita solo all’aspetto sportivo e quella del Daspo, perché a questo punto significa prenderci in giro. Massima solidarietà, anche pubblicamente, anche al titolare dell’attività commerciale. Sicuramente mi impegno, anche come Parma Calcio per trovare delle soluzioni per ripianare, per quello che è nelle nostre disponibilità, i danni che sono stati arrecati, anche perché mi immagino  già che tutti faranno un fuggi fuggi…

Pietro Leonardi, estratto dal suo intervento dal palco delle Premiazioni di Natale in Vetrina Crociata – Camera di Commercio, Parma, lunedì 14.01.2013 – Videoregistrazione amatoriale e trascrizione a cura di Gabriele Majo per www.stadiotardini.it – Foto di Franco Saccò (archimmagine)

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

PARMA-JUVE, ALTA TENSIONE AL BAR GIANNI PRESO D’ASSALTO DA 70 MALVIVENTI MASCHERATI. C’E’ UN FERITO

PARMA-JUVENTUS 1-1, TERZO TEMPO IN QUESTURA PER DUE PULLMAN DI TIFOSI BIANCONERI TUTTI IDENTIFICATI – Fotogallery amatoriale

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 59 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.