IL COLUMNIST / LE PORTE GIREVOLI GIALLOBLU (2): SEMBRA UNA RIVOLUZIONE MA NON LA E’: LA SPINA DORSALE E’ INTATTA, MA NON LA MUSCOLATURA…

(Luca Russo) – Sembra una rivoluzione, ma non lo è affatto. Non lasciatevi ingannare dall’elevato numero di affari che il Parma ha chiuso o si appresta a chiudere. Gennaio non è il mese delle ristrutturazioni e mai lo sarà. Tutt’al più si mette in preventivo la possibilità di ritoccare qualcosa qua e là. A patto che gli accorgimenti non alterino chimica ed equilibri della rosa di cui si dispone. Comprare tanto per comprare, dicono gli esperti e gli operatori di mercato, non ha senso. E’ meglio, molto meglio, potenziare, ma anche solamente preservare, ciò che già funziona come deve e tagliare i rami secchi, ossia mandar via chi non ha più voglia di restare o è stato scarsamente utilizzato. Posto che siano questi i criteri che animano il mercato di riparazione, e non abbiamo motivi per dubitarne dato che, per stessa ammissione dei club, è difficile che a Gennaio si facciano grossi affari (perfino il trasferimento di Sneijder dovrebbe essere derubricato ad operazione di scarso rilievo, se non fosse che da noi si fa diventare scoop o telenovela pure ciò che è routine), ci chiediamo se e quanto le strategie di Leonardi vi si ispirino. La risposta è ‘sì’ al primo interrogativo, ed è ‘tanto’ al secondo. E’ vero: ci siamo liberati di Zaccardo, girato al Milan, ed in cambio i rossoneri ci hanno scaricato Mesbah. Il vuoto sulla fascia sinistra è stato colmato, ma se ne è aperto uno, altrettanto significativo e potenzialmente dannoso, sulla corsia opposta. Al netto della pubalgia da cui sembra che sia afflitto il campione del mondo 2006, la sensazione è che l’affare l’abbiano fatto i rossoneri piuttosto che il Parma. Ma se fosse invece vera la storia dei malanni allora, come abbiamo già detto ieri, il vero colpo è stato disfarsene e ricavare dalla cessione qualche soldino ed una contropartita tecnica più giovane di tre anni. Per il resto, in materia di tagli ci pare che Leonardi stia muovendosi abbastanza bene. L’addio di Acquah, sbarcato alla corte dell’Hoffenheim, non dovrebbe toglierci tanto sonno: fino a che è rimasto alle dipendenze di Donadoni, è stato il centrocampista meno utilizzato tra quelli all’altezza di una maglia da titolare (540 minuti di impiego in campionato contro i 1073 di Marchionni, i 1619 di Parolo e i 1313 di Valdes, dati di transfermarkt.it). Dunque, più che rinunciare ad un elemento insostituibile, è stato perso un rincalzo di discreto valore. Dell’argentino Fideleff, destinato al Maccabi Tel Aviv, abbiamo riferito nei giorni scorsi. Volendo, si può discutere di quanto sia stato utile alla causa crociata un giocatore impiegato solo nello spezzone finale di una partita già vinta e che è costato la bellezza di 18.000 euro per ogni minuto giocato, ma di certo non si può archiviare la sua partenza alla voce rimpianti. A quelle cifre e a fronte di un utilizzo così limitato, l’affare lo si è fatto cedendolo. Anche Pabon lascerà il Parma: ha molto mercato in Messico e, salvo sorprese, sarà il Monterrey a rilevarne il cartellino, anche se la Gazzetta di Parma di stamani, secondo cui il Parma potrebbe non perderci economicamente, ma addirittura guadagnarci, spiega che sarà solo al termine della presente stagione per cui nel frattempo potrebbe rimanere qui o andare in prestito altrove. Decideranno…. Quali che siano i motivi che hanno spinto Leonardi (e Ghirardi) a considerare l’ipotesi della sua cessione e quelli che hanno suggerito al colombiano di chiedere d’essere mandato altrove, vale per l’attaccante di Medellin lo stesso discorso fatto per Acquah: tra gli attaccanti gialloblù è quello con minutaggio minore (477 contro i 964 di Amauri, i 1196 del Medicinale ed i 744 di Sansone). Per cui, come nel caso del ghanese, non si lascia andare via uno di quelli col posto fisso, ma un’alternativa. Di lusso: perché in estate Pabon ci venne proposto come il top player grazie al quale il Parma avrebbe dovuto fare incetta di successi. Sappiamo tutti come è andata: i successi sono arrivati, ma senza la partecipazione del colombiano. Sul fronte degli innesti, detto di Mesbah, l’impressione è che il Plenipotenziario abbia le mani legate. Arriveranno Battaglia, centrocampista argentino di 21 anni, e Mastriani, attaccante uruguaiano classe ’93. Sicuramente a Giugno oppure già a Gennaio, sempre che Ghirardi versi un indennizzo nelle casse dei club di provenienza. Questo, nel complesso, il mercato gialloblù fino a stamani. Ripetiamo: l’impressione è che Leonardi stia rivoluzionando la squadra. Non è così. Né sta smantellando il bel giocattolo che tante gioie ha regalato (e speriamo regalerà ancora) alla tifoseria. Dunque, chi teme che il Parma, alla luce di tutte queste operazioni in entrata ed in uscita, possa far la stessa fine della Sampdoria 2011 (mezzo campionato perfetto ed un girone di ritorno disastroso), può dormire sonni tranquilli. Allora i blucerchiati decisero di fare a meno di Cassano e Pazzini, mica due qualunque. Erano l’anima di quella squadra che in assenza dei suoi due elementi di punta cadde rovinosamente in cadetteria. Al contrario, Ghirardi e Leonardi non si priveranno di Paletta, Valdes e Belfodil (o Sansone). La spina dorsale della squadra, tanto per capirci, uscirà del tutto illesa da questa sessione di mercato. Vorremmo dire altrettanto della muscolatura, ovvero della panchina, che, se non abbastanza lunga, garantisce pochissima autonomia, ma non possiamo. Un paio di lesioni le sono già state inflitte dalle partenze di cui abbiamo riferito sopra. E i due giovanotti sudamericani su cui il Parma è piombato per lenirle, quasi ci sembrano dei cerotti applicati a ferite che andrebbero suturate con un bel po’ di punti. La coperta è corta, o rischia di diventarlo presto. Se l’intenzione è quella di continuare sulla strada tracciata dalla scorsa estate fino ad oggi, avere delle prime scelte di buon livello può non bastare. Servono anche delle valide ed affidabili alternative che gli facciano tirare il fiato quando sarà necessario. E’ come nel basket: la differenza non la fanno solo i quintetti titolari, ma anche la qualità delle rotazioni di cui i coach dispongono e il contributo in termini di punti, assist, stoppate e palle recuperate offerto dalla panchina. Se, invece, ci si accontenta della salvezza, il Parma, dall’alto dei suoi 31 punti, e con appena 9 punti da conquistare per ritenersi al riparo da spiacevoli sorprese, può permettersi il lusso di scommettere ancora. Stavolta su Mastriani, Battaglia e chi, pur essendo in rosa dal ritiro di Levico, non ha avuto troppe possibilità per mettersi in mostra. Luca Russo

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI