martedì, Febbraio 27, 2024
Mangia come ScriviNews

MANGIA COME SCRIVI / ULTIMI POSTI DISPONIBILI PER “SCRITTORI D’ALTA QUOTA” VENERDI 15 MARZO AI 12 MONACI DI FONTEVIVO CON KURT DIEMBERGER. E GIOVEDI’ NUOVA TRASFERTA A CANTU’

Rimangono ancora pochissimi posti per la serata “Scrittori d’alta quota” di venerdì 15 marzo alle ore 21 al Ristorante 12 Monaci di Fontevivo (Parma), con la leggenda dell’alpinismo mondiale Kurt Diemberger, il massimo storico italiano della montagna Roberto Mantovani, l’artista parmigiana Maria Grazia Passini, organizzato dall’infaticabile Gianluigi Negri, stavolta in collaborazione con il Cai – Sezione Parma. La settimana successiva, giovedì 21 marzo, è stata programmata, invece, una nuova trasferta a Cantù (Como) al Ristorante il Garibaldi (tel. 031 704915) per la serata musicale “Comicanti Story”, con protagonisti il cantautore Giangilberto Monti e il critico Enzo Gentile. A breve arriveranno programma e menu.

MANGIA COME SCRIVI / SCRITTORI D’ALTA QUOTA: la presentazione

Venerdì 15 marzo ospiti della rassegna gastronomica e letteraria al Ristorante 12 Monaci la leggenda dell’alpinismo mondiale Kurt Diemberger, lo storico della montagna Roberto Mantovani, l’artista Maria Grazia Passini

FONTEVIVO (Parma) – E’ l’unico al mondo che oggi può raccontare di aver conquistato due vette oltre gli ottomila metri in anteprima assoluta. La sua prima impresa risale al 9 giugno 1957, quando scalò il Broad Peak, sul confine tra Cina e Pakistan. Tre anni dopo fu protagonista della prima ascensione del Dhaulagiri, in Nepal, sulla catena dell’Himalaya.

Kurt Diemberger, vera e propria leggenda dell’alpinismo, scalatore austriaco che da anni vive in Italia, è l’ospite d’onore del nuovo appuntamento di Mangia come scrivi.

VENERDI’ 15 MARZO, al Ristorante 12 Monaci di Fontevivo (Parma), sarà protagonista della serata “Scrittori d’alta quota” insieme a Roberto Mantovani (il massimo storico italiano della montagna) e all’artista parmigiana Maria Grazia Passini (pittrice, scultrice e poetessa).

Nel paese del Parmense, Diemberger festeggerà anche, a partire dalla mezzanotte, il suo ottantunesimo compleanno, essendo nato il 16 marzo 1932, in attesa di ricevere, il mese successivo, il Piolet d’Or alla carriera 2013, massimo riconoscimento internazionale nel mondo della montagna.

Per l’occasione, lo chef dei 12 Monaci  Andrea Nizzi  ha preparato un menu, dall’antipasto al dolce, nel quale spiccano, per citare due piatti, pappardelle di farina di castagne con ragout di cinghiale e ossobuco di cervo ai frutti di bosco e crauti all’aceto di mele. Il tutto accompagnato dai grandi vini (e dalla grappa) del Trentino, prodotti dalla Tenuta San Leonardo (www.sanleonardo.it) di Avio (Trento) e selezionati da “Il Bere Alto” di Claudio Ricci. L’inizio della cena, come sempre, è fissato alle 21: info e prenotazioni allo 0521 610010. (AFFRETTARSI, ULTIMI POSTI DISPONIBILI)

Questo appuntamento di Mangia come scrivi, rassegna ideata e condotta dal giornalista Gianluigi Negri, si svolge in collaborazione con il Cai – Sezione di Parma, il cui presidente Fabrizio Russo porterà i saluti iniziali. Poi i protagonisti intratterranno i commensali con brevi interventi tra una portata e l’altra, durante i quali si parlerà dei loro libri, del loro cinema, della loro arte.

Diemberger non è solo l’autore di svariate pubblicazioni (a Fontevivo presenterà gli ultimi libri “Il settimo senso”, uscito per Alpine Studio, ed “Enigma Himalaya”, scritto con Mantovani e pubblicato da Mondadori Electa), ma è anche un pioniere del cinema d’alta quota. Per fare un regalo agli appassionati proietterà, durante la serata, un suo emozionante cortometraggio realizzato sul Broad Peak e sul K2.

Mantovani – a lungo direttore della “Rivista della Montagna”, autore di una ventina di libri e collaboratore fisso della trasmissione “Tgr Montagne” di RaiDue – parlerà invece della ristampa aggiornata del suo “Everest” (White Star) e di Enigma Himalaya”.

La Passini, reduce da un’importante mostra al Palazzo Vecchio di Firenze, esporrà nove suoi lavori, tra dipinti e sculture, del ciclo “Alta quota: Emozioni – Montagna, Arte, Interiorità”.

Il prossimo Mangia come scrivi si terrà giovedì 21 marzo, questa volta al Ristorante Il Garibaldi di Cantù (Como), con la serata “Comicanti Story” che avrà come protagonisti il cantautore Giangilberto Monti e il critico Enzo Gentile. Venerdì 12 aprile, invece, “rientro” a Fontevivo: i protagonisti della serata Cuba, il Ducato e i coriandoli della memoria” saranno Davide Barilli, Gabriele Balestrazzi, Luigi Alfieri, Enrico Robusti e un ospite a sorpresa.

 

MANGIA COME SCRIVI / SCRITTORI D’ALTA QUOTA: il menù

 

Antipasto

Vellutata di Patate con Pancetta Croccante e Crostoni di Pane Nero

Vino

Sauvignon Blanc “Vette di San Leonardo”

Primo

Pappardelle di Farina di Castagne con Ragout di Cinghiale

Vino

“Terre di San Leonardo”

 

Secondo

Ossobuco di Cervo ai Frutti di Bosco e Crauti all’Aceto di Mele

Vino

“Villa Gresti” (raffinato assemblaggio di Merlot e Carménère proveniente dai più antichi vigneti della Tenuta)

 

Dolce

Strudel con Salsa di Panna semimontata alla Cannella accompagnato da Vin Brulé

 

Grappa di San Leonardo

Vini

I grandi vini del Trentino prodotti dalla Tenuta San Leonardo (www.sanleonardo.it) di Avio (Trento) e selezionati da “Il Bere Alto” di Claudio Ricci

Costo della cena: 35 euro

Prenotazioni (ULTIMISSIMI POSTI DISPONIBILI) : Andrea o Letizia Tel. 0521.610010, info@12monaci.it oppure info@mangiacomescrivi.it

 

MANGIA COME SCRIVI / COMICANTI STORY: la presentazione

La canzone comica italiana si “gusta” a Mangia come scrivi

Giovedì 21 marzo ospiti della rassegna gastronomica e letteraria al Ristorante Il Garibaldi il cantautore Giangilberto Monti e il critico musicale Enzo Gentile

CANTU’ (Como) – “Canta (o ridi) che ti passa!”. La società italiana raccontata attraverso brani graffianti, sarcastici, goliardici o spudoratamente grotteschi di autori come Gaber, Jannacci, Buscaglione, Rino Gaetano, Paolo Rossi, Dario Fo. E’ un secolo di canzone comica tricolore quello “studiato” e interpretato dallo chansonnier milanese  Giangilberto Monti (www.giangilbertomonti.it) in “Comicanti.it” (Egea): libro scritto da Monti in collaborazione con Enzo Gentile e doppio cd che lo vede impegnato in ventiquattro duetti (più due brani incisi da solista) con nomi come Lella Costa, Enrico Bertolino, Flavio Oreglio, Enzo Iacchetti, Giobbe Covatta.

Si chiama “Comicanti Story”  il nuovo appuntamento in terra lombarda di  Mangia come scrivi, rassegna gastronomica e letteraria, nata nel 2006, che ha messo a tavola, in sette anni, 250 scrittori e artisti italiani.

GIOVEDI’ 21 MARZO la kermesse ideata e condotta dal giornalista Gianluigi Negri, che abitualmente si svolge un venerdì al mese in provincia di Parma, ritorna a Cantù (Como) per una nuova serata al Ristorante Il Garibaldi dopo quella di gennaio.

Nel locale della piazza centrale canturina, i protagonisti della cena musicale che passerà in rassegna “vita, sorte e miracoli della musica comica italiana” – info e prenotazioni allo 031 704915, inizio alle 21 – saranno proprio Giangilberto Monti ed Enzo Gentile.

Dall’antipasto al dolce, le quattro portate del menu verranno introdotte da brani contenuti nel doppio cd “Comicanti.it”. Se l’apertura, in omaggio al locale, non potrà non essere “Garibaldi blues” (brano di Bruno Lauzi, cantato da Monti con Roberto Brivio), le altre canzoni saranno “svelate” nel corso della serata dai due ospiti che, tra un piatto e l’altro, intratterranno i commensali con presentazioni “incrociate” e brevi letture del libro “Comicanti story” che impreziosisce il doppio album “Comicanti.it”.

Il menu comprende rosa di culaccia come antipasto, savarin di riso (elemento fondamentale quando si parla di comicità) come primo, milanese rivisitata alla parmigiana (omaggio degli chef parmigiani Marco e Alda alla patria del Derby Club e dello Zelig, nome attribuito da Gentile, nel 1985, allo storico locale di viale Monza 140) come secondo, pastiera napoletana (per ricordare dove è nata la canzone comica in Italia) come dolce. Il tutto accompagnato dei grandi vini del Monferrato dell’Antica Casa Vinicola Scarpa (www.scarpavini.it).

Il neologismo “comicanti” coniato da Monti (che è anche autore per Garzanti, con Oreglio, del recente “La vera storia del cabaret”, ed ha più di dieci album all’attivo) definisce quegli artisti che contaminano musica e comicità, fotografando e sbeffeggiando la società che li circonda.

Gentile, tra gli altri, ha appena pubblicato per Zanichelli il “Dizionario del Pop-Rock”, scritto con Alberto Tonti e con prefazione di Carlo Verdone.

Il prossimo appuntamento lombardo di Mangia come scrivi (che prosegue regolarmente anche a Fontevivo, in provincia di Parma: www.mangiacomescrivi.it) si terrà, sempre al Garibaldi di Cantù, giovedì 11 aprile. La serata “Un lago da romanzo” avrà come protagonisti lo scrittore Giuseppe Guin, Urano Giosuè e due artisti ospiti a sorpresa.

 

MANGIA COME SCRIVI / COMICANTI STORY: il menù

Antipasto

Rosa di Culaccia con Mousse di Ricotta al Miele e Cognac spolverata con Semi di Papavero

Vino

BiancoScarpa (Monferrato Bianco: 90% Trebbiano, 10% Cortese)

Primo

Savarin di Riso al Marsala con Cupola di Prosciutto Cotto ’60 (prodotto da Branchi Prosciutti Srl di Felino e premiato come miglior Cotto italiano da Gambero Rosso)

Vino

Rouchet Cru Briccorosa – Anno 2008

Secondo

La Milanese incontra la Rosa di Parma (con Prosciutto di Parma e scaglie di Parmigiano Reggiano del Caseificio Sociale di Coduro, premiato come miglior Parmigiano italiano da Gambero Rosso)

Vino

Rouchet Cru Briccorosa – Anno 2008

 

Dolce

La Pastiera Napoletana con il Gelato all’Arancia del Garibaldi

Vino

Moscato d’Asti

Vini

Durante la cena verranno serviti i grandi vini del Monferrato
prodotti dall’Antica Casa Vinicola Scarpa: www.scarpavini.it

Costo della cena: 35 euro

Prenotazioni: Tel. 031 704915 oppure ilgaribaldicantu@libero.it oppure info@mangiacomescrivi.it

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".