mercoledì, Febbraio 21, 2024
NewsVideogallery Amatoriale

PABON, INTRIGO INTERNAZIONALE / RIVEDIAMO IL COMUNICATO UFFICIALE DEL MONTERREY, L’ANNUNCIO ALLA TV MESSICANA E IL CALCIATORE IN POSA A COLLECCHIO CON LA SCIARPA DEL NUOVO CLUB

pabon sciarpa monterrey(gmajo) – La foto qui di fianco aveva fatto scandalizzare non poco alcuni web tifosi gialloblù che non ritenevano affatto politically correct che un calciatore appena trasferito posasse, nei locali del Parma, con la sciarpa del nuovo club in mano. Anzi, quella sciarpa osava persino oscurare, sia pure in parte, l’amato scudo crociato. Questa effige è l’ennesima riprova che nessuno di noi aveva sognato, o come direbbe Schianchi a Boni, fatto uso di sostanze tossiche andate a male: Dorlan Pabon, in attesa del prestito al Betis Siviglia era stato ceduto a titolo definitivo dal Parma al Monterrey. L’annuncio, con tanto di pezze giustificative in sovraimpressione, era stato dato dalla TV messicana il 25 gennaio scorso, come si può evincere dal video sopra embeddato, e in SITO-MONTERREYItalia era stato Michele Angella nel TG di Teleducato, il giorno successivo a darne per primo informazione alla comunità crociata (vedesi sotto il video registrato da Alex Bocelli), parlando di “gestione fantozziana dell’operazione”, cavandosi qualche sassolino dopo che Leonardi gli aveva dato del terrorista parlando di “boiata pazzesca” quando il conduttore di Calcio & Calcio, sempre prima degli altri, aveva ventilato l’ipotesi del trasferimento temporaneo del colombiano. In quella occasione stadiotardini.it pubblicò a corredo del servizio anche le foto dal sito ufficiale del Monterrey ANNUNCIO-MONTERREYcon la comunicazione di acquisto avvenuto. Le parole di Antonello Preiti pronunziate ieri sera a Sportitalia e non smentite, ma anzi ribadite oggi a Guglielmo Trupo di Parma Today (peccato che con il passare delle ore, evidentemente dopo qualche pressione ricevuta il portale abbia edulcorato alcuni contenuti, ma non la sostanza delle cose) sembrano, però, riaprire gli scenari. Perché diciamocelo chiaramente: il vice di Leonardi non si è limitato a fare un distinguo cavilloso su chi è temporaneamente il proprietario del cartellino (e cioè il Parma), (di qui il titolo di Parma Today, “è federalmente un nostro giocatore”, corredato dal nuovo sottotitolo da braghettoni, “Il giocatore è ancora tesserato con noi ed è via Parma che ha raggiunto il Betis Siviglia. Solo a giochi conclusi faremo tutti i discorsi”, in cui è sparita la ghiotta premessa: parma today pabon preitiNessun accordo col Monterrey”, leggibile nella prima stesura), ma ha di fatto aperto le porte all’ipotesi di un clamoroso ritorno dell’attaccante: “È andato in prestito al Betis Siviglia in seguito alle nostre valutazioni, per fargli fare un’esperienza che lo avvicinasse al calcio che conosce meglio per poi farlo rientrare da noi – ha detto a Parma Today e queste parole significative sono rimaste – Quando il campionato sarà finito, il calciatore parma today pabon sotto titolo cambiatorientrerà alla base e poi verranno analizzate tutte le varie possibili situazioni. In questo momento voglio solo dire che siamo concentrati sul nostro campionato e che è inutile parlare di mercato ora, chiarendo ancora una volta che Pabon è un giocatore del Parma”. Insomma del nuovo proprietario, il Monterrey, che avrebbe persino fatto fare una ricca plusvalenza, nessuna parola, manco non li conoscessero più. Ghe quel cal strusa…

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".