IL COLUMNIST / LA LEGGENDA METROPOLITANA DEL TIFO IN PLAYBACK DELLA CURVA ROBUR…

luca russo a siena(Luca Russo) – Quello di  Siena  è uno stadio che i tifosi ospiti ricordano per un particolare piuttosto curioso e singolare: la leggenda narra che i supporter di casa, e, nello specifico, coloro che affollano (e non sempre con numeri eccezionali) i gradini della Curva Robur, siano poco avvezzi all’arte del tifo. Si dice che cantino poco. E non solo: quel po’ di baccano (si fa per dire) che si ha la possibilità di udire dagli altri settori della  Montepaschi Arena, altro non è che playback. E cioè tifo generato e tifosi crociati a sienaregistrato in studio e riprodotto allo stadio da una ‘regia oscura’ deputata a rallegrare e movimentare un ambiente che solo in pochissime circostanze, per esempio alla prima apparizione casalinga in A dei bianconeri toscani (nel settembre del 2003 contro l’Inter di Cuper), ha saputo infiammarsi alla pari di certi stadi dell’area balcanica o anatolica. Non è semplice DSC08967capire quanto ci sia di vero e di inventato in questa leggenda metropolitana. Come spesso accade in casi del genere, è probabile che la verità stia esattamente nel mezzo. La curva di casa, in fondo, canta. Ma non troppo e non senza il supporto della ‘regia’. Io, che allo stadio di Siena ci sono stato una sola volta (l’anno scorso, quando ebbi la fortuna di assistere dal vivo alla splendida rasoiata dalla distanza di Giovinco), propendo sia per un’ipotesi, che per l’altra: il trucco c’è, DSC08979ma i tifosi di casa riescono a mascherarlo abbastanza bene. Insomma, si fanno sentire. E alla luce dell’iniziativa  ‘Tutti in campo con la Robur’,  è ragionevole pensare che li sentiremo (probabilmente senza ‘inganni’) anche domenica prossima, quando il  Parma  sarà di scena nella città del Palio. Il Siena, impegnato nella disperata rincorsa alla salvezza (al momento sarebbe l’ultima concorrente ad abbandonare la massima serie), vuole uno stadio pieno in occasione siena parmadel match contro i Crociati. Per questa ragione, e per garantire una spinta in più ad una squadra che, oltre ai limiti tecnici tipici di una formazione costruita per salvarsi, deve sopportare anche il peso di ben  6 punti  di penalizzazione, ogni abbonato potrà portare allo stadio uno o due amici al prezzo di 50 centesimi per biglietto. L’idea della dirigenza senese è quella di riservare al Parma  (che al contrario dei bianconeri toscani la salvezza ce l’ha già in tasca)  la stessa accoglienza che si offre alle grandi del calcio nostrano: stadio Immagine 013esaurito e tifo infernale dal primo all’ultimo minuto. Una trovata, questa, che ci ricorda tanto il ‘Tu con la Voce, Noi con il Cuore… tutti insieme’ concepito  sette anni  or sono dalla dirigenza ducale (in particolare di Oreste Cinquini), allora capitanata dal duo Bondi-Angiolini, con l’intenzione di riempire il Tardini  proprio per un Parma-Siena. Correva il  22 maggio 2005, quel giorno i  Crociati  avevano  in canna  il colpo per centrare la salvezza senza sgraditi e non preventivati (almeno ANGIOLINI[3]alla vigilia del torneo) supplementi di campionato: sarebbe bastata una vittoria per rendere di fatto inutile l’ultima esibizione in quel di Lecce e risparmiarsi il ‘drammatico’ spareggio coi cugini (di secondo grado) del Bologna. E invece i gialloblù allenati da Carmignani  non seppero spingersi oltre un insipido pari. Che fu replicato, sia pure con modalità molto più pirotecniche, al  Via Del Mare  appena sette giorni dopo. Fu necessario  lo  spareggio per scansare una  retrocessione  che avrebbe potuto schiudere al  Parma  la via del fallimento. La storia si ripete, ma a ’sto giro a ruoli invertiti. Con alle spalle una città messa in ginocchio dallo scandalo Montepaschi, istituto bancario cittadino da cui in Immagine 068buona sostanza derivano i destini di quasi tutta la comunità senese, e dunque anche quelli della società dei  Mezzaroma, stavolta è il Siena che è esposto al rischio di sparire dal calcio che conta. Una sorte che ‘egoisticamente’ non gli auguriamo: sarà anche vero che la tifoseria locale non è tra le più divertenti e accese d’Italia, ma la trasferta nella città delle contrade è, per evidenti ragioni eno-gastronomiche, una delle più godibili tra quelle in calendario nell’attuale serie A, DSC08917come dimostrato dai Parma Club Ghirardi e Val Parma che per l’occasione hanno estemporaneamente organizzato una gita a tutto tondo  (per chi volesse partecipare sono disponibili ancora pochissimi posti, per cui affrettatevi a prenotare chiamando Enrico, al cellulare 340.1828057, o Laura, al telefono 0521.630138). E allora speriamo che loro riescano a salvarsi. Così salveranno anche i nostri palati…e le nostre pance… Luca Russo

PARMA CLUB GITA

3 pensieri riguardo “IL COLUMNIST / LA LEGGENDA METROPOLITANA DEL TIFO IN PLAYBACK DELLA CURVA ROBUR…

  • 5 Aprile 2013 in 12:12
    Permalink

    ma chissenefrega. che articoli inutili scrivete?

    ps. majo cambia lo sfondo, ogni volta che passo due minuti sul tuo sito vedo a strisce nere per 20 minuti. dailà.

    • 5 Aprile 2013 in 12:57
      Permalink

      Come Seals, di cui ho parlato notte tempo, anche Lello Gaburro è un fake o se preferite uno che pur firmandosi apparentemente con un nome e cognome in realtà inserisce una casella email falsa nello spazio richiesto ed automaticamente viene cestinato. Vedesi sotto

      Lello Gaburro
      lellogaburro@gmail.com
      151.XX.86.40
      : host gmail-smtp-in.l.google.com[173.194.65.27] said:
      550-5.1.1 The email account that you tried to reach does not exist. Please

      Come per Seals pubblico parzialmente l’IP, oscurando con la X due numeri per la privacy, e il responso del servizio automatico di verifica email.

      Se ho tirato fuori dal cestino il suo messaggio è per due ragioni:

      1) per stigmatizzare il comportamento scorretto di chi utilizza lo spazio commenti messo a disposizione (abbiamo posto alcuni limiti, del resto come altri quotidiani on line, per regolarizzare la libertà d’espressione, in quanto siamo favorevoli alla democrazia e al dialogo costruttivi. Quindi chi vuol far parte della community è invitato a rispettare queste regole nel rispetto degli altri partecipanti. Fare i furbetti indicando email fasulle non è rispettoso)

      2) per rispondere al messaggio, sfruttando in un assist. Il sedicente Lello scrive: “Ma chissenefrega” chiedendoci “che articoli inutili scrivete”. Ebbene, caro sedicente Lello, lo hai letto l’articolo di Luca Russo prima di “bollarlo” come inutile, o ti sei fermato solo al titolo? Forse io posso anche aver sbagliato titolazione, puntando sul presunto tifo virtuale della Curva Robur, ma mi sembrava una curiosità simpatica, che poteva interessare i tifosi, specie quelli contrari al tifo preconfezionato (ricordo le grandi polemiche che ci furono a Parma quando in Curva Sud vennero posizionate delle sagome). Io, al contrario del FaKe Lello, ho trovato anche interessante il corso-ricorso storico, a parti invertite, della partita della vita con le facilitazioni economiche ai tifosi, che il buon Luca Russo ha ricordato (e infatti pensavo che avrei potuto titolare il suo articolo su questo). Insomma giornalisticamente parlando trovo il pezzo di Luca Russo eccellente.

      Infine l’annosa questione dello sfondo: indietro non si torna. Ho battezzato il nero, anche con il conforto degli oculisti. Il problema delle bande nere è perché l’occhio è abituato allo sfondo bianco. Io provo lo stesso tipo di effetto (ma vedendo bande bianche, ovviamente) se sto parecchio sui siti tradizionali o comunque con sfondo bianco. Il problema non è la tinta (anzi: mi assicurano che è più riposante per l’occhio), quanto lo stare parecchio dinnanzi al monitor. Certo: con le mie lunghissime articolesse non aiuto, ma lo scopo di questo sito è fare approfondimento, per cui qui non si troveranno facilmente affermazioni lapidarie e basta. Mi piace entrare nel merito, motivando. L’esatto contrario di chi, non avendo argomenti, cerca di denigrare o delegittimare il lavoro altrui infangando anche con risibili attacchi.
      Gmajo

  • 15 Maggio 2014 in 14:58
    Permalink

    leggo solo adesso, a distanza di tantissimo tempo, questo simpatico articoletto.
    per dire:
    1) sono venuto a Parma quasi sempre, anche io ho fatto giornate enogastronomiche nella tranquillissima città emiliana. una volta sono stato anche nei numerati per un 2 a 2. ho esultato in mezzo ai tifosi e nessuno mi ha detto niente, assolutamente niente di niente. Direi che sono settori tiepidissimi
    2) detto da uno di parma che la nostra curva è tiepida fa sorridere. Quasi sganasciarsi dalle risate.
    3) Noi con la voce voi con il cuore è uno slogan inventato dalla nord della Lazio negli anni ’80, non 25 anni dopo da voi
    4) quando ci allenò malesani a Siena durante un’intervista raccontò che quando vinceste la coppa delle coppe non c’era un’anima in strada ad aspettare la squadra, che fu triste…
    5) se spaccare la testa ai ragazzini come te prima di un siena parma significa essere tosti, noi non lo siamo. non picchiamo i bambocci
    6) ogni volta che sono venuto a parma eravate veramente pochi e freddini. può darsi che Siena parma per voi valga poco, per noi ti assicuro assolutamente il niente.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI