MAJO NEL PARTERRE DI “QUELLI CHE”: UN PIACEVOLE SUSSULTO NEL GRIGIORE DI EMOZIONI CROCIATE

DSC06884MILANO – nostro servizio – Luca Savarese – La giornata di Majo a  Quelli che inizia nella mattinata. Com’è bello andare in bicicletta, la domenica mattina, suonava una canzone: com’è bello andare a Milano la domenica mattina. La città della Madonnina e della moda, lo attende per le 11e35 ma lui, o meglio il treno che lo porta in Lombardia, gioca d’anticipo ed arriva in stazione centrale, alcuni abbondanti minuti prima. Niente paura, il duo o meglio la coppia Savarese junior e la dolce fidanzata Maria Teresa, sono pronti ad accoglierlo. Ed allora, mentre questi ultimi IMG_3608si recano ai binari, lui li attende tirato a lucido e vestito a festa, giacca biancazzurra (ma non è un omaggio alla Lazio, garantisce, del resto è a strisce verticali) con camicia bianca, pantalone casual e scarpa chiara, capello tagliato e barba rasata, al parcheggio dove i Crociati Incantati lo avevano salutato in una delle sue ultime apparizioni in terra meneghina. Sulla mitica ed indistruttibile Polo di Maria Teresa, coeva o quasi della mitica Tipo del Direttore, si va dritti dritti verso Corso Sempione 27, sede dell’attesa kermesse. Davanti alla porta centrale, con scritto Rai, subito le IMG_3615prime piacevoli sensazioni: uno stuolo di tifosi a caccia di foto, chiede di scattare una foto con Majo, ripetendo un paio di volte il suo nome. Gabriele si stupisce, invece è conosciuto anche fuori dal ducato e dalla cerchia degli addetti ai lavori. Dopo l’ingresso con tanto di pass, inizia una vera e propria esplorazione del mondo Rai: ad iniziare dal mega pannello composto da tante tv a piano terra, poi un corridoio, varie aule, non è la maturità, ma lo scolaretto  Majo è vestito a puntino e par pronto a declamar di latino. La signorina Daniela, gli spiega come IMG_3620funzionerà la questione, lui lusingato e attento firma il contratto e gli altri documenti necessari. Mentre stuoli di personaggi famosi o normali, danno l’impressione di essere lì quasi per far un favore, e sembrano sopportare senza il minimo entusiasmo la giornata, lui come un bimbo posto in un nuovo ambiente, vuole scoprire e vivere tutto. L’appuntamento con la diretta è per le 13 e 50. C’è il tempo per mangiare, distendersi e preparare corpo ed anima al randez-vous. Pronti via e, mentre si IMG_3626va in mensa, per la precisione appena iniziata la fila per il self-service, notiamo la presenza di Idris, abbandoniamo la fila ed andiamo subito a salutarlo e a tirarlo simpaticamente in mezzo. Lo juventino e ridanciano Idris, vecchia conoscenza del Direttore di stadiotardini.it, accetta di essere disturbato (stava per terminare il pasto). Lo stesso colored di fede bianconera, ci inviterà poi ad aiutarlo a portare via il suo vassoio perché per lui è difficile visto che ora è costretto a deambulare con il bastone. Dal tavolo scorgiamo tanti volti noti calcistici e non che ci catturano: DSC06909come quello di Eraldo Pecci. Come quello di Attilio Romita, il celebre conduttore del  TG1. Il Direttore ed il Carminator, appena lo scorgono, colgono in lui una specie di Bizzotto-style. Stanno delirando? No perché nel menù Rai, non è previsto il vino. Cosa centra Bizzotto? Semplice: nelle precedenti trasferte vissute insieme, l’auriga Majo e il sottoscritto, collaboratore milanese, hanno sempre incrociato Stefano Bizzotto prima della partita. Oggi che non sono allo stadio, ma direttamente in Rai, ecco Romita indossare, inconsapevole, i panni del telecronista “tedesco”, nelle teste fantasiose e parecchio ebbre di connessioni e profumi pallonari, dell’autore di stadiotardini.it e del suo accompagnatore.

DSC06867Intanto passa Schillaci e pure lui saluta Majo: secondo segnale della notorietà del nostro direttore. Di corsa, ma non troppo, verso il camerino numero 19, quello che ospita Gabriele e il tifoso del Siena. Numero quest’anno sulle spalle del poi partito Musacci, e in effetti Majo fa una partita da volante davanti alla difesa, buoni assist parecchia corsa. E’ quasi pronto. Uno sguardo ai dirimpettai di camerino: Idris e Giacomo Mazzocchi, che sarà poi suo compagno di partita, durante la visione di Parma-Lazio, in diretta per i telespettatori di Quelli che. Microfono e DSC06887via, si può iniziare. Si prende posto. Majo contravvenendo al famoso detto Ubi maior…minor cessat dove c’è la possibilità di vedere la sfida live, altri canali di trasmissione cessano, invece no, non si sa come, ma riesce nel far coesistere occhi ed orecchi in una perfetta armonia: piccolissimo auricolare azzurro nell’orecchio sinistro, occhi che guardano lo schermo ed ecco anche il tatto, veloce a brandire la macchina fotografica per immediati Schermata 04-2456411 alle 16.27.26scatti. La realtà è un grande prato ricco di una multiforme varietà di particolari, lui, come un’impressionista en plain-air, non vuole perdersene nemmeno uno. Ecco che parte la presentazione del parterre: dal genoano Baccini al tifoso senese. Quando Victoria arriva a Majo è generosa: Tu hai creato un sito di riferimento del Parma… Realista e DSC06890modesto, lui riprende la parola e specifica: “Di riferimento magari della tifoseria… Si cerchiamo di parlare del Parma in un modo un po’ diverso, facendo del giornalismo d’una volta di approfondimento con strumenti moderni, coinvolgendo e interagendo con i tifosi”. Con una battuta inquadra il tema d’attualità della partita: La nostra squadra ha sul petto una croce nera, ma quella croce ogni tanto diventa rossa, tipo la scorsa settimana quando abbiamo fatto la respirazione bocca a bocca all’Inter. Insomma speriamo di non ribadire questa vocazione DSC06908crocerossina, anche perché il Parma nel girone di ritorno ha fatto 10 punti, meglio solo del Pescara, mentre la Lazio ne ha prodotti 12”. Il primo collegamento è il più denso. L’apatia del pomeriggio del Tardini non consente infatti azioni salienti e marcature che consentano di dare la linea al Direttore che ha allestito la sua postazione con tanto di sciarpetta (un caro ricordo dell’ultima trasferta europea del Parma in quel di Braga, in DSC06960Portogallo). Ad un certo punto la sciarpetta probabilmente coinvolta anch’essa nella stanchezza delle emozioni, casca un pochino in giù dalla tv. Viene prontamente ristesa ed allargata. Si segna e si sogna da tutti gli altri cinque campi, tranne che al Tardini. “E’ una partita da terza serata”, sentenzia Majo alla domanda sull’andamento del match postagli da Victoria. Ma, tra uno sbadiglio e l’altro, succede quello che non ti aspetti: la voce di Caputi arriva tonante DSC06964più di un missile: gol della Lazio. Commento felice di Giacomo Mazzocchi: "Avevano appena annullato un gol al Parma e poi Kozak di testa, finalmente". Tristi e pesanti si fanno i pensieri. Poi l’annuncio rassicurante di Caputi, questa volta più carezzevole di  una fetta di miele: "Il gol della Lazio è stato annullato, dopo un lungo conciliabolo, Parma-Lazio sullo 0 a 0 e finisce in questo momento". Menomale, che respiro di sollievo. Finiscono le partite e si spengono le luci della diretta. Prosegue la corsa del Direttore che prima parla con il Trio Medusa DSC06972che gli ricorda gli antichi comuni trascorsi di Radio Capital, quando Majo faceva i collegamenti per il Parma. Sono tre indizi che fanno una prova: il nostro  buon pastore crociato non è solo conosciuto nella sua diocesi ducale, ma in tutto lo Stivale. Il gentile omaggio del suo libro (il volume Parma in A, che curò dopo la promozione del 2009, sua ultima fatica prima della dolorosa interruzione del rapporto di lavoro con il club) a Victoria che lo saluta cordialmente e lo invita a DSC06997ritornare, è la chiosa ad un pomeriggio vissuto con piglio e discrezione, da tifoso e da giornalista, certo, ma prima di tutto da una persona che non si vuole perdere nemmeno una virgola di quello che gli accade intorno, anche quando quest’intorno si chiama Rai due, Quelli che, dove la sua voce ha raccontato le scarse emozioni odierne del Parma. Nei corridoi dei camerini ci si incontra con Totò Schillaci ed i suoi occhi non più spiritati. Lo spirito oggi, è tutto del nostro direttore che da homo digitans per una volta e abilmente è stato serio homo videns. Luca Savarese

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

PRAMZANBLOG.COM / MAJO A “QUELLI CHE IL CALCIO”, MA GLI HANNO ACCORCIATO LA J – I fermo immagine del programma di Rai Due con ospite il direttore di stadiotardini.it

MAJO A QUELLI CHE IL CALCIO – IL DIRETTORE DI STADIOTARDINI.IT OSPITE DELLA CABELLO NEGLI STUDI RAI DI CORSO SEMPIONE

IO, AL PROVINO DI “QUELLI CHE IL CALCIO”

IL NOSTRO LUCA SAVARESE AL CASTING DI “QUELLI CHE”: “NON SERVONO I PROVINI: TIFOSI NON LI SI FA, LI SI E’…”

TIFOSI DEL PARMA AI PROVINI DI “QUELLI CHE IL CALCIO”

CHIARA ANDREOLI A QUELLI CHE IL CALCIO – videointervista di stadiotardini.com

APOLLONI BANDIERA CROCIATA A “QUELLI CHE…”

ALMENO ABBIAMO VINTO LA GARA DEI PRODOTTI…

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

3 pensieri riguardo “MAJO NEL PARTERRE DI “QUELLI CHE”: UN PIACEVOLE SUSSULTO NEL GRIGIORE DI EMOZIONI CROCIATE

  • 29 Aprile 2013 in 01:33
    Permalink

    Caro Gabriele, molti complimenti per tutto. Da anni vorrei visitare le trasmissioni più popolari d’Italia ma ho tempo solo d’estate, quando non vengono disputate. Approfitto per complimentarmi con i due Luca che collaborano qui. Bravi, bravi, bravi. scrittura, idee, ottimi colleghi. Che, come sempre, ti vorrei rubare senza pagare… ciao

  • 29 Aprile 2013 in 23:23
    Permalink

    Ho letto gli articoli e passato in rassegna la galleria fotografica di !”Quelli che”. Ho ritrovato esattamente il Majo a cui ci siamo abituati. Tenace ed entusiasta, vocato alla sua squadra. Schiena dritta e un’emozionante curiosità bambina. Trovarne di giornalisti appassionati così! Bravo Direttore, la città, ogni tanto, ha qualche motivo di orgoglio.

    • 30 Aprile 2013 in 01:08
      Permalink

      Troppo buona, Simona. Ringrazio di cuore. Un entusiasta col cuore da bambino. Malgrado il mezzo secolo si stia avvicinando…
      Cordialmente
      Gmajo

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI