PARMA, CONTINUA L’ANOMALIA DEI RAPPORTI CON L’ “ALTRA STAMPA”. E ALLORA PARLIAMO DI PESISTICA…

slide peso(gmajo) – In realtà avremmo ospitato lo stesso il comunicato stampa che poi troverete scritto sotto, in quanto già in passato avevamo parlato dei nostri amici della “Halterofilia Labas Parma”, ed in particolare del tentativo, purtroppo non andato a buon fine (si è piazzata quarta), di conquista se non del tricolore, ma almeno del podio di Rasa Alminaite, nei campionati Under 17 di pesistica, ma visto che il Parma Calcio si ostina a non mettere a disposizione dell’ “altra stampa” i propri atleti (Amauri, l’altro giorno, ha parlato attraverso la web radio messa in piedi da Arcivieri, intervista poi riciclata dalla gran cassa un-official, con particolare evidenza allo stucchevole argomento della scommessa dell’italo-brasiliano con Leonardi, che interesserà a quest’ultimo e forse forse allo MARCHIONNIspogliatoio, ma non so quanto ai tifosi; Marchionni ieri, per la terza volta in stagione – e la verità rivelata è un orgoglioso “visto che non ero finito?” –  e Mirante oggi – che si sente il portiere del Centenario –, sono invece oggetto di chiacchierate esclusive con la consociata, in Upi, Gazzetta di Parma) noi di stadiotardini.it parliamo volentieri di altri atleti, che nulla c’entrano col pallone, dando loro, per quel poco che possiamo, con i nostri modesti mezzi, quello spazio che per oggetto sociale dovremo riservare appunto ai giocatori del Parma, i quali, da tempo immemorabile, ormai, non vengono più mandati in sala stampa, ma con discutibilissima scelta, direi MIRANTE SU GDPdisdicevole, fatti parlare solo attraverso i propri canali o con la stampa amica. Come scrivevo ieri all’ammiratore di Pietro Leonardi Alfredo Zappavigna, nello spazio commenti (quando questi ci aveva scritto che era un peccato che stadiotardini.it non avesse pensato di registrare l’evento o non avesse potuto), non è simbolo della forza (del proprio pensiero), bensì di debolezza, favorire la sola presenza della stampa amica, o famigliare, e non consentire di partecipare a chi, pur svolgendo correttamente e in piena onestà il proprio lavoro, viene considerato un nemico o un terrorista. Chi è forte davvero non dovrebbe aver problemi ad aprire le porte anche alla presunta opposizione e accettare il dissenso. Molto più facile partecipare ad una chiacchierata “caramellata un po’ troppo leonardi ospite molossi a tv parmazuccherosa” come Zappavigna stesso ha trovato l’intervista di Molossi.Detto questo: gli eventi mi piace seguirli direttamente e formarmi una opinione in merito, oltre a documentarli, per puro spirito di divulgazione, anche integrali al servizio di quei pochi che abbiano voglia di documentarsi pur in una epoca in cui va di moda solo la stringata sintesi e che vogliano andare al di là della “velina”. Mi perdoneranno gli amici di Halterofilia LABAS Parma se ho sfruttato il loro assist involontario per riaprire questo argomento (qualcuno dirà polemica: la chiamino pure come vogliono, ma fin quando non sarà ripristinata la normalità sarà mia cura rimarcare l’evidente anomali. A costo di diventare antico o pesante. E a proposito di pesi, ecco, finalmente, la nota stampa,,,

SEI PESISTI DELLA LABAS PARMA SELEZIONATI PER LA SFIDA AI FRANCESI
LABASA partire dalle 16.30 di domani, il “PalaPatria” di Carpi (MO) ospiterà la gara internazionale di
pesistica tra le selezioni dell’Emilia Romagna e della regione francese Rhone-Alpes.
Tra i 15 atleti italiani partecipanti, ben 6 appartengo alla società di Parma “Halterofilia LABAS”, record di presenze per singole società della regione. A questo primato si aggiunge poi, quello ancor più significativo, di presenza femminile in pedana: ben 5 delle 7 ragazze convocate si allenano sotto la guida del coach Paolo Gallarotti nella palestra del Centro “Lauro Grossi”.
Per la giovane lituana Rasa Alminaite si prospetta una gara dal doppio significato: oltre al prestigio internazionale, proverà ad ottenere i risultati minimi per accedere al ranking di interesse nazionale, soglia sfiorata già con il quarto posto agli ultimi Campionati Italiani Under 17.
Rasa AlminaiteLa rosa della delegazione parmigiana:
Carlino Marilisa cat. 53kg,
Kasauskaite Gabriele cat. 58kg,
Toma Irene Claudia cat. 63kg
Alminate Jurgita cat. 63kg,
Alminaite Rasa cat. 69
Djoubissiè Charly cat. +105.
Per maggiori informazioni:
Press Office Halterofilia LABAS Parma
labasparma@gmail.com
333.7982865

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

NON SOLO CALCIO / TIFIAMO PER RASA ALMINAITE CHE DOMANI RAPPRESENTA PARMA AI CAMPIONATI ITALIANI UNDER 17 DI PESISTICA

NON SOLO CALCIO / PESI: IL SOGNO TRICOLORE DI RASA ALMINAITE SI FERMA AL QUARTO POSTO

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.