L’EPICO PALLONETTO DI MISSIROLI, VALSO LA STORICA PROMOZIONE DEL SASSUOLO IN A, NEL RACCONTO DI MAJO A “SERIE B TV” – Fotogallery amatoriale con Laura Esposto

DSC09358(Luca Savarese) – Un pallonetto nel calcio è un po’ come un poemetto nella letteratura. Missiroli al minuto 96 scrive la storia non solo del Sassuolo ma riscrive un nuovo momento del calcio italiano: il primato della provincia che sale (Parma occhio che ora come squadra simpatia ti può soffiare il posto…) che riesce ad arrivare alla vetta più alta del calcio, la serie A, DSC09303soffrendo, sudando, tra paura ed ultime fragilità, ma anche con la forza di un’annata vissuta sempre in alto. Missiroli deposita in rete tutto il dolce peso di una rivoluzione copernicana verde-nera: verde come la natura, nera come la realtà, adesso si raggiunta, adesso si conquistata, adesso si nobilitata. Questo sul campo del Braglia. A Milano, invece, sul campo di via Deruta, Gabriele Majo, direttore di stadiotardini.it, gioca la sua partita nello studio di Serie B-Tv. Scende la pioggia ma DSC09336che fa. Piove, ma l’impegno preso con la cadetteria lo fa scendere al binario numero 18 della Stazione Centrale di Milano. Gran parte del comitato d’accoglienza milanese ha però altre faccende (come lIncantevole che si sta per recare a Roma) ed allora la formazione è ridotta, due punte ma ben affiatate: DSC09317Savarese junior e Maria Teresa Pietrafesa, autista ufficiale degli spostamenti meneghini del direttore. Pranzo in Gambara 5. Siamo in Gamba..ra? scherza Majo prima di entrare in casa. Fusilli al sugo il primo piatto. Perché non aggiungerci anche la guarnizione sottolio che abbellisce le olive? Il direttore propone una mistura che fa subito tendenza. Il senior Luigi, in veste di inventore pazzo della griglia…ta, Cinzia e l’Incantevole presenti al desco, ma non itineranti. L’iter verso via Deruta è tutto del triangolo Sava-Pietrafesa-Majo.

DSC09347Dagli studi Infront si consumano gli ultimi minuti di quella che Abodi venerdì sera su SportItalia  ha definito Serie B speciale. La partita però più sentita avviene al di fuori, per strada, sotto la pioggia che continua a scendere, nel tratto tra piazza Udine e via Andrea Doria, quando appena uscito dal programma, sotto un ombrello granata, Majo racconta la sua DSC09350Sassuolo-Livorno. Ce l’hanno fatta, all’ultimo respiro, contropiede e gol di Missiroli che aveva anche una specie di benda sul capo, ancora più stoico. Gol in pallonetto… La voce di Majo racconta della voce di Massimo Barchiesi, radiocronista di giornata per Tutto il calcio al Braglia. E’ stato bravissimo,ha fatto vivere tutto e bene. Stravagante ed imprevedibile Gabriele DSC09349Majo: è andato per vedere e commentare, ma ha anche ascoltato dai suoi immancabili auricolari, l’abc o meglio la zeta (visto che si trattava dell’ultima giornata) di Tutto il calcio Minuto per minuto. Il ritorno in stazione è un racconto del racconto: ringrazia Barchiesi per averlo emozionato. Anche un uomo algido (lui, spesso, si autodefinisce “frigido”) e tutto d’un pezzo come lui DSC09357davanti all’ultima cavalcata del Sassuolo e dentro il timbro di Massimo Barchiesi si è riscoperto felice ascoltatore. La radiocronaca più che di voce, è una questione di ritmo. Ruthmos lo chiamavano i Greci. Ci vuole ritmo ritmo, quello di Barchiesi, del Sassuolo, di questa mini locomotiva di pioggia e calcio, prima del treno vero. Luca Savarese

FOTOGALLERY AMATORIALE

 

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

STASERA LA BERTINI, DOMANI MAJO: LE ULTIME BATTUTE DELLA B RACCONTATE IN TV DA DUE GIORNALISTI PARMIGIANI

MAJO A MILANO: A “SERIE B TV” HA RACCONTATO LA CADETTERIA E POI IN AUTO, AMICHEVOLMENTE, ALCUNI ANEDDOTI DELLA SUA VITA DA CRONISTA CROCIATO (E NON SOLO)

MAJO, DOMANI POMERIGGIO, OSPITE IN DIRETTA DI “B LIVE” SU “SERIE B TV”

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 59 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.