NUOVE MAGLIE DEL PARMA / IL REGGIANO PARMAONLINE BATTE SUL TEMPO LO SPECIALISTA “SETTORE”… E STADIOTARDINI.IT AGGIUNGE IL DETTAGLIO CHE LA CASACCA DEL 100° SARA’ IN LANETTA…

PARMA ON LINE 27 MAGGIO(gmajo) – Vabbè, proprio noi che siamo medaglia di legno, nel senso che siamo gli ultimi in ordine di tempo a trattare l’argomento dovremmo tacere, ma sfiziosamente non possiamo non rimarcare che a battere tutti sul tempo a proposito delle anticipazioni e degli indizi di come sarà la nuova maglia crociata del Parma nell’anno del Centenario, non è stato lo specialista del settore, appunto Settore Crociato, bensì da ParmaOnLine.info quel portale che parla di Parma ma che è edito al di là dell’Enza (proprio come Settore aveva sottolineato qualche mese fa, a SETTORE CROCIATO 1 29 05 2013seguito della querelle su un accredito revocato a un collaboratore di quella testata). Non è una beffa pari alla sottrazione dello striscione degli Ultras Ghetto (evento di cui, come ricordato dal blog del centenario, domenica 27 ricorreva il 23° anniversario), ma quasi… Vabbè è una giocosa iperbole, una vistosa esagerazione, anche perché se ParmaOnLine,info è riuscito nell’impresa, il merito non è di una testa quadra qualsiasi, bensì del parmigiano d’adozione (facciamo finta di scordarci che è cremonese…) Mario Robusti, il quale, da ex collaboratore esternalizzato della struttura comunicazionale del Parma, qualche aggancio in giro lo vanta ancora e così ha potuto beneficiare robusti schianchi passera delle delazioni di qualche beneinformata gola profonda, che ovviamente non rivelerà neppure sotto tortura… Insomma il primo a veicolare l’indiscrezione – ma che dopo qualche controllo è assurta al rango di informazione – che la maglia crociata della stagione del Centenario, prima divisa 2013-14 del Parma FC, avrà il braccio orizzontale della croce non solo sul petto, ma allungato anche sulla schiena è stato Mario Robusti. Ma la dotta spiegazione storica più completa è indubbiamente appannaggio dello specialista Settore, cui va riconosciuto il merito di avere negli anni SETTORE CROCIATO 2 29 05 2013contribuito ad elevare ai massimi livelli l’attenzione della società per il rispetto della propria storia. E appunto a Settore Crociato dobbiamo la dotta spiegazione sulla maglia scelta per l’annata del Secolo (e per certi versi anche per la partita del Secolo, alias quella che cadrà domenica 15 dicembre 2013, il giorno precedente il 100° vero e proprio, salvo posticipi al lunedì sera, che sarebbe l’apoteosi, considerato anche che la Società ha richiesto alla Lega di disputare quella gara all’Ennio. Il “motivo” dovrebbe essere lo stesso, cambierà solo qualche dettaglio, e – particolare che ci picchiamo di svelare in anteprima proprio noi di stadiotardini.it – dovrebbe essere confezionata in lanetta, proprio vignettina stadiotardini itcome l’originale di cent’anni prima), che ricalca quella “disegnata nel 1913 da Ugo Betti, il calciatore intellettuale (allora studente, poi drammaturgo e illustre magistrato) del gruppo tra i soci fondatori del club. Con due sole differenze rispetto all’originario modello. La prima è stata una scelta e riguarda il colletto. Non dovrebbe essere con i laccetti, perché questi saranno ripresi nella muta, presentata in un secondo momento, che verrà indossata nella partita del Centenario, priva di loghi e marchi di main sponsor e co-sponsor, il 15 dicembre 2013, la domenica antecedente il giorno preciso del centesimo compleanno. La seconda derby19251926diversità è dovuta, è stato un obbligo dei regolamenti, e concerne la numerazione sulle spalle, che allora, cento anni fa, non si usava. Così si è risaliti alla Maglia di fine anni Trenta e inizi anni Quaranta, con le cifre che si sovrapponevano sulla banda orizzontale che continuava ad attraversare la schiena. I numeri dovrebbero esser neri e il loro font, seppur più moderno, avvicinarsi tantissimo a quello di allora”. A proposito della seconda divisa ParmaOnLine.info non si era sbilanciato più di tanto nell’articolo di lunedì 27 (Settore è intervenuto con alcuni pezzi in tema ‘solo’ oggi, mercoledì 29), accennando solo che ricorrendo anche “i bicentenario dalla nascita del maestro Giuseppe Verdi il Parma potrebbe ricordare il "Cigno" di MAGLIA VERDI FOOTBALL CLUB FOTO DA SETTORE CROCIATOBusseto con una divisa dedicata alla lirica”. La seconda divisa, con ogni probabilità, sarà proprio quella a scacchi (o scacconi) gialloblù del progenitore Verdi Football Club, anche se, secondo Settore Crociato, questa particolare casacca sarebbe stata in competizione fino all’ultimo con un’altra stile anni ‘50 a strisce verticali gialloblù: “simile a quella già ripresa nell’annata 2007/2008, dal mese di gennaio, per celebrare il primo anniversario della presidenza di Tommaso Ghirardi, che, però, si rifaceva alla casacca dell’annata agonistica 1957/1958 con le strisce un po’ più strette”. Pur essendo stato il fautore della cosiddetta maglia ghirardiana di allora, e pur essendo un sacerdote della dottrina che le strisce gialloblù debbano essere verticali e non orizzontali, come piacciono a certi giovani eretici, io sarei dell’idea di puntare decisamente sulla maglia a scacchi, che in passato qualcuno identificava addirittura come prima maglia per l’intera stagione numero 100. Non saranno accontentati, invece, i puristi della Crociata, che avrebbero voluto più di una presenza dell’amato simbolo, ma con diverse colorazioni: infatti solo la prima maglia stagionale sarà crociata, ma non le altre (ricordiamo che in quella appena conclusa c’era in dotazione quella nera con croce bianca). In particolare la terza, secondo quanto risulta a stadiotardini.it, non dovrebbe avere alcun riferimento storico, ma essere una creazione ex novo degli stilisti Erreà, e ricalcare ancora la tinta nera. La terza maglia potrebbe essere l’unica a non essere presentata (a parte la Crociata speciale del 15 dicembre 2013) durante l’happening al Teatro Regio di lunedì sera 3 giugno, dalle 19.30 in poi, per programma della seratacelebrare i 25 anni della Fondazione dell’Erreà (1988-2013: è proprio l’anno delle ricorrenze in cifra tonda), al Teatro Regio di Parma. Evento che sarà presentato domattina al Ridotto del Teatro Regio, ma che già si sa vedranno protagonisti, oltre al Parma, alcuni tra i più importanti club calcistici italiani e stranieri della scena internazionale che vestono Erreà. Durante la serata, infatti, verranno presentate le divisi ufficiali per la stagione 2013-14 dei club ospiti: Atalanta Bc, Norwich City Fc, Blackpool Fc, Brighton & Hove Albion Fc, Rayo Vallecano, Ad Alcorcon e Nimes Olympique. Interverranno numerose autorità e importanti personaggi del mondo del calcio e dello sport.

 

Il ritratto con la  Maglia del Verdi Football Club conservato dai collezionisti Francesco Frignani e Stefano Sassi è tratto da settorecrociatoparma.it

La slide di apertura è una delle cartoline  rinvenute dal blog del Centenario.

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

One thought on “NUOVE MAGLIE DEL PARMA / IL REGGIANO PARMAONLINE BATTE SUL TEMPO LO SPECIALISTA “SETTORE”… E STADIOTARDINI.IT AGGIUNGE IL DETTAGLIO CHE LA CASACCA DEL 100° SARA’ IN LANETTA…

  • 30 Maggio 2013 in 22:50
    Permalink

    curioso che il sito dell’editore di parmanews.info, la Kaiti, risulti offline per mancato pagamento o, come recita testualmente il comunicato che compare digitando http://www.kaiti.it , “…Notice: The website http://www.kaiti.it is temporarily suspended due to non payment.”. Della serie: l’erba del vicino (o del cugino…reggiano) è sempre più verde (o meglio, non è) 🙂

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI