RANKING & DINTORNI: QUANDO I RAGAZZINI DEL PARMA STUPIVANO IN COPPA UEFA…

(Luca Russo) – Per un roseo che si ‘scorda’  del Parma, ce n’è uno che invece se ne ricorda e gli rende onore. L’uno è Andrea Schianchi, l’altro è Fabio Licari: due delle firme più popolari de La Gazzetta dello Sport. Dei tanti articoli che ho consultato sull’edizione odierna del diffusissimo quotidiano milanese, quelli dei due giornalisti appena citati li ho trovati particolarmente interessanti.

DSCN1351Andrea Schianchi, nel mettere a fuoco i delicati equilibri della lotta per non retrocedere, e affermando, giustamente, che restare in A vale quanto accedere alla Champions (chi sopravvive mette in tasca 25 mln, chi scivola in B deve rinunciarvi e prepararsi ad almeno tre anni di stenti), iscrive appena quattro squadre alla volata salvezza. Si tratta di Siena, Genoa, Palermo e Torino. Scelta comprensibile, ma che io, al lume di ciò che ho scritto sul tema non meno di ventiquattro ore fa, non condivido del tutto. Ok, è difficile considerare Cagliari, Parma, Bologna e Sampdoria ancora seriamente esposte al rischio di retrocedere. Ma ritenerle già aggregate al novero di formazioni che columnist finale di stagionel’anno prossimo prenderanno parte alla massima serie, è un azzardo in cui io non mi sarei (ed in effetti non mi sono) lanciato. La serie A è strana, e studiandone un po’ la storia non è raro imbattersi in rimonte clamorose o vertiginosi crolli: l’Inter, undici anni fa, e la Juventus, nel 2000, ci hanno rimesso uno scudetto; Verona (2001/2002), Bologna (2004/2005) e Sampdoria (2010/2011) addirittura la categoria.

DSCN1348Chi invece non si scorda del Parma, e anzi gli rende perfino onore, è Fabio Licari, che nel suo pezzo si chiede se i club italiani abbiano davvero voglia d’Europa. A giudicare dal modo in cui quest’anno Udinese e Napoli hanno affrontato i propri impegni di EuroLeague, direi che di voglia d’Europa ce n’è pochina. A meno che non si tratti della redditizia ed esilarante (ma poi quanto?) Champions. “L’Italia – ci ricorda Licari continua a perdere posizioni nel ranking Uefa: perfino il Portogallo è in corsia di sorpasso”. E se il Benfica, giunto fino alle semifinali del DSCN1346secondo torneo continentale, dovesse eliminare i turchi del Fenerbahce, guadagnandosi la finale di Amsterdam, prepariamoci a cedergli la nostra quarta piazza (che al momento ci garantisce due squadre nei gironi di Champions, una ai preliminari e tre in Europa League). Perché stiamo lentamente addentrandoci nella “fascia B d’Europa”? Semplice: non per i nostri insuccessi in Champions, quanto per quelli rimediati in Europa League. “Da quando esiste – continua Licari – la Spagna ha qualificato ben 9 squadre nelle DSCN1349semifinali della vecchia Coppa Uefa (e vinto 4 coppe); la Germania 6; il Portogallo (un successo) e l’Inghilterra 5; l’Ucraina 2 (con una coppa vinta). E l’Italia? Una semifinalista: il Parma nel 2005”. Finalmente: era ora che qualcuno si ricordasse che l’ultima italiana a fare bella figura nel secondo torneo continentale è stato il Parma. Temevo che i media avessero tempo e spazio solo per tessere le lodi del Napoli che padroneggia nei gironi – i gironi! – di Europa League o dell’Inter che nella stessa manifestazione a momenti sfiora un’incredibile 2004-05-cska-parmaremuntada (contro il Tottenham). Onestamente mi ero rassegnato all’idea che quella piccola grande impresa del 2005 fosse irrimediabilmente scivolata nel sottoscala del calcio italiano, riconoscente con chi è grande, quanto ingrato con chi invece è provinciale o semplicemente una nobile decaduta. Come lo era il Parma otto anni fa. Non un Parma qualunque. Ma quello 2004-05-parma-cskadell’amministrazione straordinaria; quello della salvezza conquistata in un drammatico doppio spareggio coi cugini del Bologna (dopo i 42 punti, dico 42, della regular season…); quello che iniziò la stagione con Baldini e la chiuse col mitico Carmignani; quello che la Cupola avrebbe voluto mandar giù al posto della Fiorentina; quello che in squadra aveva gente del calibro di Gilardino, Bresciano, Morfeo, Grella, Simplicio, Frey, cska parma 3Bovo, Cardone… eppure dovette soffrire fino a metà giugno per conservare la massima serie; quello che, proprio perché rischiava di farsi sbattere fuori dal calcio che conta, la trionfale onda europea decise di cavalcarla con una squadra intrisa di Primavera tipo Savi, Dessena e Ruopolo; quello che, nonostante i ragazzini, in quella Coppa Uefa fece fuori, nell’ordine, Maribor, Besiktas, Standard Liegi, Stoccarda (e che partita lì in Germania!), Siviglia e cska parma 2 (2)Austria Vienna. Per poi piegarsi, ad un solo passo dalla finale di Lisbona, allo strapotere tecnico ed economico del CSKA Mosca, futuro vincitore della Coppa. E se il giudice sportivo non avesse ‘omesso’ il petardo che nella semifinale di ritorno scombinò timpani e pensieri di Luca Bucci, beh forse ora parleremmo anche di un altro Parma: quello che, se l’avesse vinta per la terza volta, la Coppa Uefa, ora Europa League, è un po’ come casa sua… Luca Russo

2 pensieri riguardo “RANKING & DINTORNI: QUANDO I RAGAZZINI DEL PARMA STUPIVANO IN COPPA UEFA…

  • 2 Maggio 2013 in 01:45
    Permalink

    Genio guarda che la Fiorentina è arrivata in semifinale nel 2008 contro il Glasgow Rangers…se vuoi fare il “giornalista” impara ad indagare invece di fare copia-incolla

    credo che il buon majo è d’accordo con me 😉

  • 2 Maggio 2013 in 08:28
    Permalink

    Chiedo scusa per l’errore e mi preoccuperò di indirizzare lo stesso consiglio, quello di andare a indagare, anche al buon Licari, che come il sottoscritto credeva che il Parma fosse stata l’ultima italiana a togliersi qualche soddisfazione nel secondo torneo continentale. Grazie mille per la segnalazione e per aver dedicato parte del suo tempo alla lettura dell’articolo.

    Comunque l’omissione non cambia la sostanza del discorso: l’Italia è in caduta libera perché snobba l’Europa League.

    Ah, caro Disinformato…a proposito di consigli, mi permetto di rivolgergliene uno: non abbia paura di ricorrere al congiuntivo.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI