STASERA LA BERTINI, DOMANI MAJO: LE ULTIME BATTUTE DELLA B RACCONTATE IN TV DA DUE GIORNALISTI PARMIGIANI

foto 3 (2)(Luca Savarese) –  La Serie B aspetta di comunicare i suoi verdetti: ultima giornata mai come quest’anno decisiva, con tutti e tre i posti per la categoria superiore ancora da assegnare: Sassuolo, Verona, Livorno, Empoli che domani daranno vita a due scontri al cardiopalma: gli emiliani ospiteranno infatti i labronici, mentre al Bentegodi sarà di scena Verona-Empoli. Inizia la parmigiana Monica Bertini ad entrare nel vivo del clima della giornata, con Speciale Serie B, in onda sul canale 60 di SportItalia, assist al bacio per il nostro direttore, Gabriele Majo, impegnato domani, sabato 18 maggio 2013, negli studi milanesi di  Infront  per l’emittente di Lega Serie B Tv, majo a milano serie b tv articolo savaresea seguire la diretta della giornata numero 42. Si potrebbe dire Bertini chiama, Majo risponde, presentatrice oggi ed ospite domani parmigiani a servizio del final round (salvo play-off) della cadetteria. Per il direttore di  stadiotardini.it  si tratta del secondo gettone nella trasmissione condotta da Massimo Caputi e Laura Esposto (l’esordio fu sabato 15 dicembre, per commentare la diciannovesima giornata della B), mentre per la venere mora made in Parma, è la prima volta in assoluto come conduttrice del programma sulle frequenze di SportItalia, di approfondimento alle vicende della serie inferiore, di norma affidato ad Ettore Miraglia.

foto 4Monica, con un bel sorriso, parla con Enrico Cerruti, il suo aiutante, che si stupisce della presenza della Bertini (“Ma non è Ettore oggi che conduce, è un po’ cambiato…). Ci sono 9 possibili combinazioni di chi sale. Monica è serena e sorride e dice: "La giornata di domani sarà un vero spasso anche per chi non segue la categoria direttamente".

"Chi sta meglio, Aglietti?" chiede Monica all’allenatore del Novara collegato telefonicamente. "Il Verona. Credo che domani possano festeggiare la serie A”, risponde l’ex bomber toscano.

"Nicola è molto sereno: andiamolo ad ascoltare", invita Monica che oltre ad essere serena, concede entusiasmo a ciò che racconta. Un vero e proprio appello da comandante quello dell’allenatore del Livorno “Vivere o morire sportivamente. Perché l’arte ha inventato le favole? Perché la realtà a volte è brutta e noi dobbiamo cambiarla."

“Belingheri alle spalle di Dionisi e Paulinho?” Chiede la Bertini, "Si", risponde Cerruti.

“Come sta il Verona?”, chiede la conduttrice, “Bene, Cacia è capocannoniere…” sentenzia Cerruti. 

Ecco Abodi, presidente della Serie B, grande ospite, che sintetizza più che Speciale serie B, sarebbe meglio dire Serie B speciale.

foto 2 (2)“Se l’aspettava un campionato così?,” domanda Monica. "La categoria così celebra ancor si più il suo carattere, su 12 partite, 6 saranno decisive. Mi auguro che rimanga il carattere distintivo della categoria. Per chi lo vive come noi, quella che ancora deve venire sarà la gara più bella. Giocare durante la pausa natalizia è stato importante, anche in Italia come all’estero, le vacanze sono per gli altri ,per noi l’offerta continua".

Una volta per tutte ci può fare chiarezza sul tetto salariale?  "E’ un meccanismo per i contratti individuali. Lo sforamento dei quali determina una penalizzazione. Se la squadra supera un monte costi rispetto ai ricavi, allora si ad una penalizzazione. Più sicurezza per il conto economico delle società. Sarà così dal primo luglio. Qui c’è un’armonia, è difficile immaginarla in serie A."

“Lo stadio sostenibile?”, interroga Monica. "Sostenibilità sociale, urbanistica, ambientale. Un progetto targato Futura. Un modello molto complesso ed integrato, per l’ ammodernamento dei nostri stadi. Ieri è stato presentato. Puntiamo alla formazione ed alla informazione di tutti i componenti". Quadno Abodi finisce il suo panegirico,"si può sintetizzare in una sola parola tutto quello che lei ha detto: sportività". Fa esercizio di brevitas la Bertini.

La presentatrice poi cerca di avere qualche nome di giovani che hanno colpito Abodi. Ma, il presidente della Lega di B, resta sul diplomatico. Allora Monica, ingegnosamente, chiede a gabriele majo e laura esposti studi infrontCerruti di provare a strappare lui qualche nome perché  Abodi non si sbottona proprio ed in in quel preciso momento, ecco dulcis in fundo, il numero uno della lega di B, passare in rassegna i nomi di Bardi, Regini, Saponara e Berardi. Brava Monica, gran conduzione: ci hai proprio fatto gustare il clima della serie B. Ora, toccherà a Majo continuare a viverlo, domani pomeriggio per i telespettatori di Serie B-Tv. Due giornalisti parmigiani a servizio della cadetteria. Luca Savarese (foto di Lorenzo Fava)

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

One thought on “STASERA LA BERTINI, DOMANI MAJO: LE ULTIME BATTUTE DELLA B RACCONTATE IN TV DA DUE GIORNALISTI PARMIGIANI

  • 19 Maggio 2013 in 01:57
    Permalink

    complimenti a entrambi. in particolare a Monica, ho visto il finale con Abodi e visto ieri Abodi a Modena. Monica è preparata e avvenente, non è poco.

I commenti sono chiusi.