ALLA FESTA DI PRIMAVERA DEI NOSTRI BORGHI (OGGI IN VIA XX SETTEMBRE) MANFREDINI RACCOGLIE FONDI PER LE POPOLAZIONI COLPITE DALLA FRANE E CORRADONE GLI OCCHIALI USATI – Foto di Franco Saccò (Archimmagine)

DSC_3867 (2)Si svolge oggi, sabato 1° giugno 2013, la tanto attesa Festa di Primavera nei Borghi. In via XX Settembre e borgo Guazzo una serie di eventi animano un centro storico sempre più bisognoso di vitalità. Mostra mercato dell’antico, artigianato, arte, prodotti biologici, laboratori, giochi per bambini e tanta solidarietà. Sono infatti presenti il Centro di Coordinamento dei Parma Club (con il presidente Angelo Manfredini) per la raccolta fondi per le zone del parmense colpite dalle frane e i Lyons Bardi Val Ceno  e il circolo DSC_3841 (2)Aquila Longhi (con Corradone Marvasi), che raccolgono gli occhiali usati. Partecipano, inoltre, con le loro attività le cooperative Cabiria, La Bula, Molinetto, il Ponte, la comunità Santa Maria Assunta di Corcagnano e la Scuola dell’infanzia Sorelle Ferrari e il Club Mary Poppins. “La Festa di Primavera nei Borghi è una delle tante iniziative che DSC_3840 (2)l’associazione di promozione sociale I Nostri Borghi ha messo in atto per rivitalizzare il centro storico di Parma e i suoi borghi – riferisce il presidente Fabrizio Pallinicon tanta attenzione anche alla solidarietà e alla socializzazione, in un momento così difficile per il nostro Paese”. Allietano la giornata anche il reparto Moda dell’istituto superiore Ipsia, con modelli originali disegnati dagli studenti, presenti con la coordinatrice di settore e orientamento Angela DSC_3842Malinconico, e i diversi laboratori per bambini tra cui spicca “il Gioco dell’Invisibile”, a cura della coreografa danzatrice Roberta Voltolina. William Tedeschi, con la sue fedeli armoniche, caratterizza la skyline musicale della giornata. La maschera di Parma al Dsèvvod, Maurizio Trapelli, reduce dalla travolgente e felice iniziativa delle Maschere Italiane, è protagonista per tutto il giorno dell’impronta parmigiana della festa. L’iniziativa iniziata alle 11 terminerà alle 20.

Info www.inostriborghi.it

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.