GLI ‘AMICI DI ALBERI’ SI AGGIUDICANO ANCHE LA III EDIZIONE DEL MEMORIAL SAPONARA. RICORDATO ANCHE “THE VOICE” PINO COLOMBI – Foto e video gallery amatoriale

Francesco Saponara, il memorial in ricordo è alla terza edizione(gmajo) – Per la terza volta consecutiva gli “Amici di Alberi” si sono aggiudicati il “Memorial Saponara”, torneo di calcio a 7, giunto, appunto alla terza edizione, con in campo anche la selezione dei giornalisti (medaglia di legno) e dei politici (con tanto di quota rosa, piazzatisi al secondo posto). Per carità di patria (dei pennivendoli, of course) omettiamo i tabellini precisi con l’esatto riscontro numerico: del resto l’aspetto agonistico non era il principale della serata, organizzata da La Famija Alberese e dalla Parrocchia di Alberi, e dedicata a Francesco Saponara, mancato improvvisamente il 19 febbraio 2011 a soli 37 anni. Prima del fischio DSC00235d’inizio dell’arbitro Stefano De Matteis, è stato ricordato anche il radiocronista Pino Colombi, scomparso lo scorso 14 settembre, che nelle prime due edizioni del Memorial era stato allenatore e calciatore della formazione dei “Giornalisti per Francesco”. Mariella Saponara, con in braccio la piccola Beatrice, ha consegnato una targa a Maria Grazia Colombi al centro del campo, con su scritto: “A Pino, voce dei giornalisti di Parma e nostro appassionato Mister nelle prime due edizioni del Memorial Saponara. I tuoi DSC00222colleghi”; a seguire, quindi, Matteo Billi, a nome dei giornalisti, ha consegnato al figlio GianMarco la maglia crociata numero 30 con cui Pino era sceso in campo nelle precedenti edizioni del Memorial. I video della breve cerimonia di commemorazione, che sotto vi proponiamo, sono stati registrati da Gianluca Guagnini, nipote di Pino Colombi, che sta per varare un sito dedicato allo zio (pinocolombi.it), on line entro fine luglio, che DSC00219raccoglierà, tra l’altro, quasi tutte le puntate del programma “Opinioni In crociate”, stagione 2007-08. Una zia di Pino Colombi, Maura Ferrari, della celebre dinastia di burattinai parmigiani, mi ha riferito un commovente episodio: alcuni ex pulcini del Parma, di tanti anni fa, in onore e ricordo del giornalista che si era occupato di loro in qualche servizio, hanno posato sulla sua tomba, nel giardino dei Metodisti nel cimitero della Villetta, un simbolico pulcino.

I VIDEO DELLA CONSEGNA DELLA TARGA IN RICORDO DI PINO COLOMBI

1. MATTEO BILLI LEGGE LA DICITURA SULLA TARGA

2. MARIELLA SAPONARA CONSEGNA LA TARGA A MARIA GRAZIA COLOMBI

3. MATTEO BILLI CONSEGNA LA MAGLIA CROCIATA NUMERO 30 A GIAN MARCO COLOMBI, FIGLIO DI PINO

 

FOTOGALLERY AMATORIALE

 

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.