CARO SALTIMBANCO, MANFREDINI NON SI DEVE DIMETTERE PERCHE’ IERI AL TARDINI C’ERANO PIU’ DI 3.000 PERSONE. ORA TOCCA A TE PORTARGLI CASSANO A RAVADESE DOMANI SERA…

boni sfida a manfredini(gmajo) – Se ieri al Tardini c’erano più di 3.000 tifosi per accogliere il nuovo idolo Cassano il merito è di Angelo Manfredini che li ha radunati, o del Saltimbanco Enrico Boni che lo aveva spronato, alla sua maniera, dal piccolo schermo, urlandogli, mercoledì sera, durante la 5^ puntata di Calcio & Calcio Estate, che se non ci fossero stati almeno 2.500-3.000 supporter per SantAntonio (come lo chiama lui) avrebbe dovuto dimettersi? Probabilmente di entrambi o ancor più facilmente di nessuno dei due, nel senso che la forza trainante del Discolo sembra capace di muovere le masse senza aiutini. Perfino in quella che è sembra stata etichettata come piazza un po’ freddina e snob. Sembrava di essere al San Paolo più che al Tardini, diceva il partenopeo-parmigiano Luca DSC_6620Russo, chiosando l’inaspettato evento. E dico la verità, neppure io mi aspettavo non solo la cifra raggiunta, secondo il nostro lettore Enzo Dallai persino sottostimata, ma appunto anche il clamore dei frigidi sportivi ducali. Complimenti a tutti. Angelo Manfredini ora può restare tranquillamente al suo posto: “e mi dovrà sopportare per altri due anni, visto che eravamo più di 3.000”, come ha detto stamani al telefono a stadiotardini.it il Baffo, che ci immaginavamo sorridente DSC09991sotto il baffo. “Io a cena con Cassano? No, no: non ci sono andato. Non potevo certo mettermi a discutere con Boni, che senz’altro era a a tavola con lui, su di chi fosse il merito della carica dei 3.000…”. Adesso, però, si tratta di rivoltare la sfida: se il Saltimbanco è già così intimo di FantAntonio, perché non lo convince ad andare ad assaggiare quello che lui impropriamente, anzi, reggianamente (del resto è di Sant’Ilario come BoccaDiRosa), definisce “gnocco” a Ravadese domani sera? Manfredini ha il cuore d’oro, perché il guanto della sfida è più mio che suo. Il leader del CCPC, pepeninfatti, sa perfettamente che si tratta di una mission impossible: “Immagino che Cassano abbia già lasciato Parma per raggiungere i suoi in Puglia, per poi poter rispondere alla convocazione del pre-ritiro”. In effetti anche a noi risulta che il Discolo sia partito ieri sera dopo la cena con Ghirardi e Leonardi. C’era anche Boni tra i commensali? Questo semmai ve lo dirà quel millantatore, io di certo no… Però se Enrico è già così intimo di Cassano, al punto da avere l’unico dei diecimila numeri di cellulari del fantasista funzionante, perché non lo usa per chiamarlo e angelo manfrediniperorare la causa dei tifosi uniti di Ravadese che lo vorrebbero con loro alla Festa Popolare del Centenario. In fin dei conti se si vuole calare davvero nella realtà di Parma non basta un giro in centro, accompagnato da Levati, o conoscere qualche vip, ma appunto calarsi nel popolo. Quel popolo dal quale lui vorrebbe essere amato all’unanimità. Forza Saltimbanco, tu che puoi, fai. Non vorrai accontentarti e dormire sugli allori del tuo doppio successo di ieri e basta? Il doppio successo sarebbe il merito da manfredini sogna cassano a ravadesecondividere con Manfredini dei 3.000 e rotti cassaniani al Tardini e quello di essere uscito nell’intento – nonostante l’arcigna difesa avversaria – di essere il primo a formulare la domanda a Cassano e di porne poi un’altra al presidente quando già era arrivato lo stop… A proposito di presidenti: Tommaso Ghirardi sarà a Ravadese domani attorno alle 18, poi, per altri impegni personali, non potrà partecipare oltre alla Festa della tifoseria eccezionalmente unita per il Secolo crociato. Alle 20,30, poi, saranno premiati tutti gli presidenti del Parma Calcio che lo hanno preceduto al timone del club.

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

CALCIO & CALCIO ESTATE / BONI: “2.500 TIFOSI ALLA PRESENTAZIONE DI CASSANO O MANFREDINI SI DEVE DIMETTERE!”. IL SALTIMBANCO STUPISCE FASCETTI: “MAI SENTITO UNO URLARE COSI’”

CASSANO A RAVADESE? MANFREDINI CI RIPROVA, E LEVATI ABBOZZA… Il video integrale della conferenza stampa e le interviste al presidente CCPC e al resp. relazioni esterne crociato

MANFREDINI SOGNA CASSANO ALLA FESTA COMUNITARIA DEL CENTENARIO A RAVADESE (SABATO 6 LUGLIO)…

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

6 pensieri riguardo “CARO SALTIMBANCO, MANFREDINI NON SI DEVE DIMETTERE PERCHE’ IERI AL TARDINI C’ERANO PIU’ DI 3.000 PERSONE. ORA TOCCA A TE PORTARGLI CASSANO A RAVADESE DOMANI SERA…

  • 6 Luglio 2013 in 09:09
    Permalink

    piu’ di tremila disadattati sociali che saranno i primi a fischiarlo ed insultarlo,ci potete contare,ma siamo solo nell’anno domini 2013 c’e’ tempo per evolversi

    • 6 Luglio 2013 in 09:49
      Permalink

      Non mi trova d’accordo, professore. O meglio: che il popolo sia bue e cambi sovente opinione (nel caso dei tifosi più a seconda dei risultati che della cifra di giuoco mostrata) direi che sia inequivocabile; ma ci andrei piano nel definire dei disadattati sociali i 3.000 dell’altro giorno. Tra questi ci sarà magari anche stato qualche disadattato, che non ha alcunché combinato, ma anche famiglie, persone mature e appassionati. Sbagliato offenderli.
      Cordialmente
      Gmajo

  • 6 Luglio 2013 in 10:28
    Permalink

    le posso assicurare che lei ha torto visto che fra i tremila o forse piu’ c’ero anche io oibo’, e’ sempre meglio offendere, che difendere l’indifendibile.
    anche se “disadattato sociale” non mi pare un offesa ma una realta’ contingente

    • 6 Luglio 2013 in 10:30
      Permalink

      Prendo atto del suo outing: dunque, lei, è un disadattato sociale e la ringrazio per averlo ammesso. Tuttavia non è detto che lo fossero anche tutti gli altri 2.999

      Cordialmente

      Gmajo

  • 6 Luglio 2013 in 13:14
    Permalink

    con lei forse 3001

I commenti sono chiusi.