CRISCITIELLO INCORONA LEONARDI RE DEL MERCATO. E OGGI L’AD PRESENTA CHIBSAH

leonardi-slide(Luca Russo) – La Juventus e la Fiorentina sono le regine del mercato. Ma lo scettro e il trono di questo primo scorcio di contrattazioni e trattative, vanno rispettivamente a Daniele Pradè, direttore sportivo della Fiorentina, e Pietro Leonardi, amministratore delegato del Parma. Parola di Michele Criscitiello, direttore di Tuttomercatoweb.com e della redazione calcio di Sportitalia: ”Ci avviciniamo alla fine di luglio e ad un mese dall’inizio del campionato criscitiello incorona leonardiassegniamo i primi troni virtuali di questa sessione estiva. Lo scettro lo diamo a Daniele Pradè, il trono a Pietro Leonardi. Fiorentina e Parma, in base alla propria forza economica, si sono mosse sfruttando l’intelligenza dei propri operatori di mercato. Dietro di loro ci sono degli staff veri e propri ed i risultati sono oggettivi. Pradè con Macia ha scoperto l’America… forse, la Spagna! Leonardi ha delle ombre preziosissime come Preiti e Imborgia. Staff completi e squadre perfette. Della Valle e Ghirardi non credono ai loro occhi, perché se Parma torna ad essere protagonista il merito è di Leonardi. Se Firenze sogna lo sgambetto alle big è merito dei soldini crociati gialloblùdella proprietà e delle idee di Pradè”. Piace il mercato del Parma, dunque. E non solo ai tifosi ducali, che alla prima partitella stagionale, quella che ha avuto come protagonisti il Parma Crociato e il Parma gialloblu, hanno invaso in massa il centro sportivo (e direzionale) di Collecchio, ma anche ai massimi e principali esponenti della critica, che nelle ultime settimane non si sono lasciati sfuggire nemmeno un’occasione per glorificarlo. Del resto, quanto a colpi in entrata, va detto e riconosciuto senza mezzi termini che il Parma ha sorpreso tutti. E specialmente chi si aspettava (o sperava?) che anche l’anno prossimo fosse condannato a doversi fare in quattro per conservare la massima serie. Di Cassano abbiamo già largamente dibattuto: sarà il Discolo di Bari vecchia il perno attorno al quale far ruotare la nostra voglia di Europa. Ma, si sa, un Cassano non può far squadra da solo. E allora Incedibiliecco perché riteniamo ugualmente significativi gli acquisti di gente come Felipe, Munari e Chibsah. Il primo completerà un reparto, quello difensivo, a cui, per ragioni anagrafiche, andava assolutamente rifatto il look. Gli altri due garantiranno alla linea mediana quella sostanza e quel dinamismo indispensabili per compensare, almeno da un punto di vista tattico, la molto probabile contemporanea presenza nell’undici titolare di Cassano, Amauri e del neo-incedibile Sansone. Ma è anche in uscita che il Parma, almeno finora, è riuscito a cavarsela discretamente. Ciò che Leonardi e Ghirardi son riusciti a ricavare, in termini di moneta e contropartite tecniche, dalla prima metà di Belfodil (recentemente ribattezzato Beccodil dalla raffaelepalladinoGazzetta dello Sport), è sotto gli occhi di tutti. Chissà cosa si inventeranno quando decideranno di liberarsi anche della seconda. E se i vari Santacroce, Modesto e Palladino (gente che pesa, e mica poco!, sul monte ingaggi del club Crociato) riuscissero a trovare residenza altrove, allora sì che il mercato del Parma da buono potrebbe ambire ad essere considerato perfetto. Certo, al momento ci manca un vice-Amauri (ruolo che difficilmente Donadoni assegnerà al promettente Cerri). Ma siamo certi che Leonardi, con la collaborazione di Preiti e Imborgia (quest’ultimo domenica scorsa ha finalmente rotto gli indugi concedendo imborgia gdpuna lunga intervista a Sandro Piovani della Gazzetta di Parma, venendo meno al motto che lo ha sempre contraddistinto e cioè che preferisce fare anziché parlare), saprà procurarsene e procurarcene uno. Insomma, non era ed è il Re, pardon, lo Zar del calciomercato? Oggi, intanto, in occasione della presentazione di Chibash (Collecchio, ore 17) il Plenipotenziario si metterà a disposizione dei giornalisti per fare il punto della situazione.

12 pensieri riguardo “CRISCITIELLO INCORONA LEONARDI RE DEL MERCATO. E OGGI L’AD PRESENTA CHIBSAH

  • 23 Luglio 2013 in 13:16
    Permalink

    salve direttore volevo chiedere se era possibile ingrandire l’intervista di imborgia (ricordo benissimo che fosti il primo a lanciare la notizia del suo arrivo)perché essendo di napoli non ho la possibilità di acquistare il giornale…..mi intriga molto ma non riesco a leggerla
    grazie

    • 23 Luglio 2013 in 13:45
      Permalink

      Salve Marco,

      gliela ho girata via e-mail: la pubblicazione “leggibile” non è consentita dalle vigenti leggi sul copyright…

      In più siccome Imborgia aveva di recente declinato l’invito di stadiotardini.it per una intervista (dei colleghi mi avevano segnalato delle sue frasi particolarmente interessanti espresse in privato a proposito di Belfodil, che non sarebbe quel ragazzaccio come in tanti credono), appunto perché il suo motto è fare e non parlare preferisco evitare di scopiazzare integralmente quella che ha concesso a Piovanone…

      Cordialmente

      Gmajo

  • 23 Luglio 2013 in 13:24
    Permalink

    Il Sommo e’ il Sommo poche balle. Sta creando una tela incredibile i cui benefici effetti si vedranno negli anni et saecula seculorum….
    Con buona pace dei misceedenti

    • 23 Luglio 2013 in 13:35
      Permalink

      Ce ne accorgeremo quando non ci sarà più. Saremo sepolti sotto le macerie. Credenti e miscredenti… Lunga vita al salvatore…

  • 23 Luglio 2013 in 13:56
    Permalink

    Gid save the King!!!….and the Leo

  • 23 Luglio 2013 in 14:04
    Permalink

    gentilissimo e puntuale come sempre….
    grazie mille

  • 23 Luglio 2013 in 16:51
    Permalink

    Tralasciando per un attimo i grandi nomi presi dal Parma, che poi son grandi in relazione alle nostre dimensioni, a me è piaciuto il mercato di Leonardi. Il mio sogno resta sempre quello di vedere un Parma che abbia in organico solo giocatori giovani da rivendere eventualmente, e comunque non subito dopo la loro esplosione (perché sarebbe allettante cercare di vincere qualcosa con un gruppo partito giovane e arrivato a maturazione), a chi può permettersi di prenderli. Il mio motto è: meglio 100 Jankovic che un Gomez, un Tevez o un Higuain. Perché poi si fa presto a dire ‘abbiam preso Gomez’: devi anche dargli lo stipendio. E tra acquisto, stipendio e tasse, certi giocatori rischiano di costare una fortuna. Tanto per fare un esempio: Higuain al Napoli costerà complessivamente cento milioni di euro. È un affare per chi? E, soprattutto, noi potremmo permettersi spese del genere? Non credo.

  • 23 Luglio 2013 in 21:37
    Permalink

    Oh yes my God save the Leo

  • 23 Luglio 2013 in 23:44
    Permalink

    Russo al massimo Higuain costerà tra ingaggio e cartellino circa 75 milioni se consideriamo pure la durata totale del contratto al lordo mica 100 milioni.

    • 24 Luglio 2013 in 10:09
      Permalink

      Costo del cartellino (bonus compresi): 40 milioni. Di ingaggio percepirà 6 milioni netti a stagione, per cinque stagioni. Se il netto è 6, di norma il lordo dovrebbe essere intorno ai 12. Questa cifra moltiplicata per cinque annate, porta a 60. Che, sommati ai 40 del cartellino, fa 100. Ma se mi sbaglio sono pronto a cospargermi il capo di cenere.

  • 24 Luglio 2013 in 11:05
    Permalink

    mah secondo Di Marzio le cifre sarebbero 4.3 netti quindi 8.6 lordi per 4 anni ma non so se siano queste le vere cifre, sta di fatto che sia 70,80,90 o 100 milioni rimangono uno sproposito di milioni

I commenti sono chiusi.