IL GALLO DI CASTIONE / LA MARMOTTA NELLA MARMITTA, rilettura aggiornata (e sragionata) del best seller di Cassano

cassano dico tutto(Il Gallo di Castione) – L’innesto di Cassano permetterà al Parma di variare il suo schema di gioco. Potrà tenere i reparti più corti per permettere a Fantantonio di giocare in quei 6 – 7 metri che preferisce. Il gioco fluirà dalla fascia sinistra e permetterà anche a Biabiany di scendere sulla fascia destra, esaltando il centrale nella sua fascia elastica, che nel modulo innovativo spazierà appunto su tutto l’arco del centrocampo. Se tutto andrà bene già oggi si sentirà sul Tardini un aroma di natura alpestre, come un grosso Arbre Magique non al lime, non alle fragole ma il più classico alberello, il Pino Silvestre. Armonia di profumi e di sensazioni, sincronia di movimenti e di gesti atletici, il nuovo Parma sarà un meraviglioso eden dove sognare Paesi lontani e traguardi vincenti.

Son solo contento che il mito Cassano passato da Roma non abbia oscurato quello di Totti, altrimenti al prossimo concerto al Toscanini quando gli parleranno dell’Auditorium avrebbe risposto Audi Torium? Si, è bella, ma che cilindrata è ? Invece no, arriverà un campione alla corte di Donadoni, un mito reso famoso dai goal e dalle sue follie, ha dichiarato 6000-7000 donne di cui una ventina dello spettacolo.

pepenCi son persone nel mondo dello sport e dello spettacolo che han scritto più libri di quelli che han letto, Cassano no, ma è riuscito comunque a pubblicare un libro di memorie dove si narra nelle sue irrequietudini, nella sua amicizia con Totti e delle scorribande notturne in giro per feste, non solo a Roma ma anche a Milano, tre ore e si arriva, e via che si andava.

Non a caso i suoi idoli sono Federer e Valentino Rossi, campioni di sport individuali: “Come me hanno il talento, meno di loro ho la fame, la voglia, l’ambizione. (…) E il risultato è che loro hanno vinto tutto, io invece una sega. (…) Voglio essere me stesso. E me stesso non cresce mai. Voglio essere Peter Pan per sempre”.

O forse no, FantAntonio adesso ha messo la testa a posto, non litigherà con l’allenatore o con il Presidente e cassanoarriverà per vincere finalmente qualcosa, tirando i compagni in allenamento e facendo da chioccia alle giovani promesse che devono emergere. Farà divertire il pubblico e non si lascerà distrarre dalle provocanti figliole di Parma, niente vizi, siamo atleti, perbacco.  Un ultimo dubbio: se mi entra una marmotta nella marmitta devo andare dal veterinario o dal meccanico ?

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.